BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Video / Roma-Valencia (risultato finale 3-1): highlights, gol di Salah, Totti, Feghouli e Gervinho. Salah, esordio ok (amichevole, 8 agosto 2015)

Video Roma-Valencia, risultato finale 3-1: la diretta e i gol di Mohamed Salah, Francesco Totti, Sophiane Feghouli e Gervinho nell'amichevole disputata al Mestalla sabato 8 agosto 2015

(INFOPHOTO)(INFOPHOTO)

Finalmente Mohamed Salah ha giocato la prima partita contro la Roma ed è stato subito protagonista, timbrando un gol e disputando una buona prestazione. Interpellato dai microfoni di Roma Tv al termine della gara del Mestalla, l’egiziano si è dichiarato soddisfatto per quanto espresso dalla squadra contro il Valencia: “Siamo partiti bene e abbiamo segnato due gol”. Salah ha poi parlato della sua prestazione definendola “buona, ero fermo da un po’ e ho giocato un tempo a buon ritmo. Nella prossima partita spero di essere in campo per più tempo”. Salah ha poi fatto sapere che giocare nella Roma con giocatori del calibro di Francesco Totti e Daniele De Rossi “è un onore, sono due grandi giocatori e sono felice di essere un loro compagno. Spero che insieme potremo fare grandi cose”. Se lo augurano anche tutti i tifosi della Roma. 

Ai microfoni di Roma Tv Miralem Pjanic ha commentato la vittoria della Roma in amichevole contro il Valencia. Anche per il centrocampista bosniaco tanta soddisfazione per una partita nella quale la Roma ha dimostrato di stare meglio pressando e recuperando palla, rischiando ma facendo bene. “Siamo soddisfatti del risultato contro una squadra importante”. Sui troppi passaggi sbagliati Pjanic ha dato una chiave di lettura più positiva: “Rischiare fa piacere: vuol dire che si gioca, si ripetono le cose. Abbiamo ritrovato il divertimento sul campo, certo poi tecnicamente si può fare meglio”. Su Edin Dzeko, suo compagno di nazionale e che ora ritrova alla Roma, il numero 15 giallorosso non ha voluto rilasciare commenti su eventuali posizioni preferite: “Sceglierà il mister e lui si metterà a disposizione di tutti. E’ un ragazzo motivatissimo, non vede l’ora di stare con noi; tutti i nuovi arrivati sono ragazzi molto bravi, la concorrenza nelle grandi squadre ci deve sempre essere ed è positiva”. 

E’ un Rudi Garcia soddisfatto quello che si presenta ai microfoni del post partita. La Roma batte 3-1 il Valencia e, come riporta LaRoma24.it, il tecnico francese si dice contento. “Volevamo fare pressing alto, attaccare e segnare. Ce l’abbiamo fatta contro un’ottima squadra”. Rudi Garcia non nasconde che alcune cose restano da migliorare, ma che in entrambe le fasi “i ragazzi sono stati protagonisti” e che il pressing alto lo ha particolarmente soddisfatto. L’allenatore è poi stato stuzzicato su una possibile convivenza tra Francesco Totti e il nuovo arrivato Edin Dzeko; per quello che è adesso lo schema della Roma sembra difficile che i due possano giocare insieme. “Dzeko sa giocare per la squadra e con la squadra” il parere dell’allenatore della Roma “e io preferisco sempre avere due campioni che uno solo. Spero che sia così per tutta la stagione e che possa sempre avere problemi di abbondanza”. 

Il protagonista assoluto della vittoria al Mestalla contro il Valencia è stato sicuramente il capitano Francesco Totti. Il capitano giallorosso ha dimostrato che nonostante gli anni passino lui rimane sempre decisivo e determinante. Nonostante l'arrivo dell'attaccante bosniaco Edin Dzeko il numero dieci della Roma potrà essere ancora molto utile e decisivo, soprattutto se sarà utilizzato nella maniera giusta. Di certo non potrà giocare tutte le partite, ma sarà determinante pronto a giocare quelle decisive e a tornare in campo anche a gara in corso. 

Indicazioni positive per Rudi Garcia da questa amichevole contro il Valencia che oltre al risultato ha portato finalmente il gioco. La linea difensiva si è mossa bene, tranne la sbavatura del gol di Yanga-Mbiwa che ha portato al gol di Feghouli e qualche altro errore dovuto anche alla grande intelligenza del reparto offensivo della squadra spagnola. In mezzo al campo i giallorossi hanno fatto girare molto la palla con intelligenza e grande velocità. Davanti poi Totti si è illuminato probabilmente anche acceso dal palcoscenico importante. Questo è venuto come solo lui sa fare a prendersi il pallone per lanciare negli spazi i suoi compagni di squadra. Bene Gervinho e Salah che hanno segnato un gol per uno e dimostrato di essere già pronti a livello fisico. Risposte nella ripresa anche da Iago Falque che nonostante sia sceso in campo solo per pochi minuti ha già dimostrato di aver voglia di mettere dubbi nella testa di Rudi Garcia sul chi schierare in campo dall'inizio nelle prossime partite. 

La Roma di Rudi Garcia si mostra per la prima volta in questa stagione nel volto convinto di chi vuole lottare per vincere lo Scudetto. I giallorossi scendono in campo con un 4-3-3 molto equilibrato e trovano il gol subito dopo otto minuti. Grande palla dentro di Francesco Totti (7), in serata di grazia il capitano giallorosso, che trova Gervinho (voto 6.5). L'ivoriano si trova per due volte a colpire il palo con l'accorrente Salah (6) che arrivato da dietro la deposita in rete facendo gol in uno dei primi palloni toccati della sua carriera giallorossa. Nel primo tempo arriva poi anche il raddoppio tramite un'azione davvero strepitosa. Nainggolan (6.5), guerriero mai domo, lancia dentro Gervinho che salta due avversari, appoggia a Salah che la muove a  Pjanic (6.5). Il bosniaco serve Totti che fa il due a zero. Su un errore di Mapou Yanga-Mbiwa (5) arriva il gol del 2-1, con Feghouli (6.5), il migliore tra i suoi, che si invola e supera Szczesny (6.5). Il portiere ex Arsenal si rende protagonista di grandi parate, ma anche di alcuni errori che dimostrano un'eccessiva sicurezza.  Nella ripresa parte bene il Valencia, con Feghouli ancora protagonista di alcune buone giocare. Garcia poi perde De Rossi (6.5), che in un movimento si procura un problema alla caviglia. Nel momento migliore dei padroni di casa arriva il 3-1 di Gervinho che calcia in diagonale servito bene dentro da Totti ancora. Nella ripresa vediamo tanti cambi e alcuni buone indicazioni soprattutto da Iago Falque (6.5) che entra in campo col piede giusto e sfiora anche il gol. La gara termina 3-1 per la Roma. (M.F.)

Si vede per la prima volta una bellissima Roma in questo calcio estivo. La squadra di Garcia porta a casa un 3-1 in casa del Valencia al Mestalla. Negli ultimi minuti si vedono in campo anche Leandro Castan, entrato al posto di un nervoso Kostas Manolas, e il centrocampista turco Salih Ucan che ha preso il posto di un buon Miralem Pjanic. Si è messo in mostra nel finale, con grande volontà, Iago Falque. L'ex calciatore di Genoa ha anche sfruttato il gol del 4-1 con un tiro violento di sinistro da appena dentro l'area di rigore, palla di poco sopra la traversa. 

Quando siamo al minuto numero 80 la gara Roma-Valencia è sul risultato di 3-1. Sono diversi i campi con Rudi Garcia che rivoluziona la squadra. Sulle corsie ci sono ora Maicon e Ashley Cole per Torosidis e Florenzi, inoltre davanti sono usciti Gervinho e Totti per Iturbe e Iago Falque con Ibarbo che ora farà la puntra centrale. Cambi anche per il Valencia che inserisce Alvaro Negredo, Piatti e Bakkali tra gli altri. Proprio il nuovo entrato Piatti prova sulla sinistra a movimentare la gara con la sua velocità e grande tecnica. La gara però, al momento, non cambia risultato. 

Quando siamo al minuto numero 65 la gara Roma-Valencia è sul risultato di 3-1. I giallorossi trovano un'altra rete in una serata nella quale si stanno vedendo evidenti passi in avanti della squadra di Rudi Garcia. E' bellissima la palla che serve dentro Francesco Totti per Gervinho, l'ivoriano calcia violento in diagonale di destro superando Ryan. Momenti anche di tensione per uno scontro tra Gaya e Florenzi, l'arbitro li divide e li ammonisce entrambi. 

Quando siamo al minuto numero 50 la gara Roma-Valencia è sul risultato di 2-1. Pronti via nella ripresa Rudi Garcia mette in campo Victor Ibarbo al posto di Mohamed Salah, mentre il Valencia torna in campo con gli stessi undici calciatori che avevano terminato la prima frazione di gioco. La ripresa inizia con una trattenuta evidente di Otamendi su Francesco Totti che costa al difensore del Valencia un cartellino giallo. La squadra di casa sembra essere tornata in campo con grande voglia di trovare la rete del pareggio, subito pericoloso Feghouli che si guadagna un calcio d'angolo. Problemi poi per De Rossi al quale si piega la caviglia dopo essersi girato troppo rapidamente. Questo viene sostituito da Seydou Keita. 

Quando siamo al minuto numero 45 la gara Roma-Valencia è sul risultato di 2-1. I giallorossi vanno all'intervallo sul risultato di 2-1 maturato grazie alla reti di Mohamed Salah e Francesco Totti. Il gol che ha accorciato le distanze per il Valencia l'ha messo a segno l'algerino Feghouli. Prima frazione di gioco che si è sviluppata su ritmi davvero molto alti con le due squadre che hanno avuto molte occasioni e mettendosi in mostra per una buona forma fisica in questa prima metà di agosto è sicuramente un buon segnale. Le due squadre si daranno battaglia ancora nella ripresa pronte a cambiare il risultato che vede al momento i giallorossi di Rudi Garcia in vantaggio. 

Quando siamo al minuto numero 35 la gara Roma-Valencia è sul risultato di 2-1. I giallorossi trovano il gol del raddoppio al termine di un'azione strepitosa. Palla sulla corsia di Nainggolan per Gervinho, l'ivoriano salta due uomini e serve Salah che l'appoggia a Pjanic. Il bosniaco serve Totti che calcia col destro e batte Ryan. Al minuto 31 poi accorcia le distanze il Valencia dopo averlo sfiorato diverse volte tra cui una nella quale un tiro di De Paul termina sulla traversa e un'altra nella quale è Daniele De Rossi a salvare il pallone sulla linea. Il gol che accorcia le distanze arriva su uno svarione di Mapou Yanga-Mbiwa con l'algerino Feghouli che si invola da solo verso la porta avversaria e supera Szczesny. 

Quando siamo al minuto numero 20 la gara Roma-Valencia è sul risultato di 1-0. I giallorossi passano in vantaggio dopo appena otto minuti con la prima rete con la maglia della Roma del nuovo acquisto Mohamed Salah. L'azione nasce da un grande lancio dentro di Francesco Totti per Gervinho. L'attaccante ivoriano calcia a botta sicura ma prende il palo, riconquistando la palla dopo aver colpito il legno scarica e prende l'altro sul pallone però arriva l'esterno d'attacco egiziano che colpisce e la mette in rete. Dopo il vantaggio della squadra di Rudi Garcia reagisce il Valencia. Questi ci prova con un tiro cross violento di Rodrigo in mezzo e Alcacer che poco non riesce a deviarla con Szczesny che è sembrato in difficoltà su questa palla veloce e bassa messa dentro. Ci prova poi da fuori Nainggolan senza trovare la porta di poco. 

Quando siamo al minuto numero 5 la gara Roma-Valencia è sul risultato di 0-0. Parte bene la Roma con Florenzi che scambia con Salah e si propone sulla destra chiuso però in fallo laterale da Gayà. Rischia poi di commettere una topica il portiere Szczesny che esce tentando il dribbling su Rodrigo e salvandosi poi in calcio d'angolo. Ci prova poi da fuori Perez che non riesce a trovare la porta. Salah prova un'azione personale al centro, ma la sua percussione non ha grandi risultati e la difesa avversaria riesce a chiudere. Gara iniziata con il piglio giusto da entrambe le due fazioni. 

Ci siamo, squadre in campo. Roma-Valencia sta per cominciare e dagli altoparlanti sono state diffuse le formazioni ufficiali dell’undici che verrà schierato in partenza dai due allenatori. Nella Roma spazio subito a Salah, mentre Yanga-Mbiwa, improvvisamente diventato uomo-mercato viene schierato regolarmente al centro della difesa, dove invece Romagnoli non trova posto. Formazione annunciata per il Valencia, con occhi puntati sul solito Feghouli. Ma ora spazio al campo, il fischio di inizio sta per arrivare… Ryan; Joao Cancelo, Mustafi, Otamendi, Gayà; Perez, Parejo, De Paul; Rodrigo, Alcacer, Feghouli. A disp.: Domenech, Vezo, Diallo, Orban, Fuego, Piatti, Fran Villalba, Negredo, Bakkali, Danilo, Mina. All.: Espirito Santo. Szczesny; Florenzi, Yanga-Mbiwa, Manolas, Torosidis; Pjanic, De Rossi, Nainggolan; Salah, Totti, Gervinho. A disp.: De Sanctis, Lobont, Pop, Romagnoli, Castan, Capradossi, Cole, Anocic, Keita, Paredes, Uçan, Machin, Maicon, Destro, Doumbia, Iturbe, Iago Falque, Ljajic, Ibarbo, Sanabria. All.: Rudi Garcia

A pochi minuti dal fischio di inizio di Roma-Valencia, andiamo ad analizzare il testa a testa delle due formazioni. Dopo il knock out tecnico contro lo stellare Barcellona del trio delle meraviglie Messi-Suarez-Neymar, ancora troppo distanti per gioco e organizzazione, la Roma tenta il riscatto con un'altra squadra spagnola, questa volta il Valencia decisamente più alla portata dei giallorossi, specie in questo momento della stagione dove le gambe non girano appieno e il gioco ancora non sta ingranando. Di certo con Dzeko e Salah cambierà molto, specie negli schemi offensivi; detto questo, il cammino dei capitolini in questo inizio stagione non è certo da buttare via, anzi. La vittoria ai rigori contro un buon Real Madrid e la sconfitta sempre dagli ultimi metri contro il Manchester City, sempre all'interno dell'International Champions Cup, ha evidenziato un'ottima tenuta fisica e mentale degli uomini di Rudi Garcia. Poi quando evidentemente i carichi di allenamenti sono stati più intensi sono giunte le vere fatiche, evidenziate dalle sconfitte contro Sporting Lisbona e appunta Barcellona, con 5 gol presi e nessuno fatto. Di contro il Valencia non è che stia molto meglio: sconfitta ai rigori contro il Werder Brema all'esordio, scoppola contro il Bayern di Guardiola per 4-1 e sconfitta di misura per 3-2 contro un ottimo Colonia. Di mezzo la vittoria contro il Psv ha permesso qualche sorriso in più in questo difficile pre campionato: per questo motivo la Roma dovrà fare attenzione se non vorrà essere inghiottito dalla voglia di rivalsa della squadra di Nuno Espirito Santo 

I motivi tecnici di interesse di Roma-Valencia sono tanti. Il tecnico francese ha dovuto cambiare qualche elemento dalla sconfitta con i blaugrana, cercando di inserire forze fresche in grado di supportare l'ossatura solida della squadra, confermando però i pochi positivi come Szczesny e Florenzi. Interessante sarà vedere la sfida nella sfida dei bomber in campo: in attesa per l'imminente esordio del neo acquisto Edin Dzeko, che già fa sognare il popolo giallorosso, anche questa sera titolatissimo sarà l'eterno capitano Francesco Totti che con i suoi movimenti dentro-fuori l'area libera lo spazio per le imbucate dei due esterni e di Nainggolan. La difesa spagnola dovrà dunque stare molto attenta contro questo "vecchietto" considerato dal numero 1 mondiale Lionel Messi come un autentico «fenomeno». Dall'altra parte, Castan e Manolas dovranno invece fare estrema attenzione non solo ai movimenti iperattivi di Pablito Piatti, ma anche alla forza d'urto di Paco Alcazer, la vera punta di diamante dell'attacco valenciano, grazie al suo straordinario movimento di centroboa in grado di approfittare di ogni minima disattenzione dei centrali avversari. Con le invenzioni di Muniain e Eraso dietro, quest'anno tutte dovranno tenere d'occhio il Valencia di mister Nuno che si presenta in grandi condizioni per l'imminente inizio del campionato

Roma e Valencia, un altro appuntamento amichevole contro una squadra spagnola per l'undici di Rudi Garcia dopo la proibitiva gara conto i "mostri" del Barcellona. Nella sfida con i blaugrana davvero la Roma ci ha capito ben poco, con il gioco che non è mai decollato e non solo per colpe proprie ma anche per la evidente momentanea superiorità dell'avversario che con il trio delle meraviglie davanti ha davvero scardinato la debole resistenza romana. Cosa può sistemare Garcia oggi contro i valenciani? Di certo De Rossi e Nainggolan dovranno prendere subito le redini del gioco, provando a scambiarsi spesso per non dare punti di riferimento e per muovere il centrocampo non molto fisico degli spagnoli. E poi davanti, con le ali che dovranno essere più incisive per aiutare l'esordio del neo bomber dei sogni Edin Dzeko; di contro ci sarà un Valencia già pronto per l'inizio del campionato e leggermente più avanti di condizione. Il mister Nuno punta tutto sulla super coppia di centrali Feghouli e Parejo che daranno grossi grattacapi alla Roma molto più solida ma con poco smalto ancora nelle gambe, a differenza dei rapidi centrocampisti spagnoli. Davanti i movimenti di Piatti daranno filo da torcere a Castan e Manolas, probabilmente lì si deciderà la gara 

Sabato 8 agosto 2015 è in programma un altro appuntamento di prestigio dell'estate giallorossa. Nella cornice dello stadio Mestalla la Roma affronterà il Valencia in una partita valida per il trofeo amichevole 'Naranja Estrella Damm', che la società spagnola organizza tutte le estati dal 1959 (unica pausa dal 1964 al al 1970, i capitolini vi hanno già partecipato nel 2006 e nel 2011). Il calcio d'inizio di Roma-Valencia è previsto per le ore 21:30 italiane.

Grande entusiasmo in casa giallorossa dopo gli ultimi sviluppi di calciomercato, che hanno portato a Trigoria Mohamed Salah e sopratutto Edin Dzeko, l'uomo che dovrebbe risolvere il problema-centravanti.

Il nazionale bosniaco ha già prenotato la maglia romanista con il numero 9 ma non farà il suo esordio contro il Valencia: pur essendosi regolarmente allenato con il Manchester City nei giorni scorsi deve completare le visite mediche e i controlli di rito.

Per la Roma quella contro il Valencia sarà la terza di quattro amichevoli agostane contro formazioni iberiche (la quarta si terrà venerdì 14 all'Olimpico, avversario il Siviglia): nelle prime due la squadra allenata da Rudi Garcia ha perso a Lisbona con lo Sporting (2-0) e al Camp Nou con i campioni d'Europa del Barcellona (3-0); in entrambe le partite sono arrivate buone indicazioni da un altro volto nuovo, il portiere polacco Wojciech Szczesny, che ha offerto diverse parate di rilievo nelle sue prime apparizioni con la casacca giallorossa. Anche il Valencia ha perso gli ultimi due test-match disputati contro Porto (4-5 ai rigori) e Colonia (3-2). 

Nell'ultima stagione la squadra allenata dal portoghese Nuno Espirito Santo ha concluso la Liga al quarto posto, guadagnando l'accesso al turno playoff di Champions League; il Valencia ha totalizzato 77 punti realizzando 70 gol e subendone solo 32, terza miglior difesa dopo quelle di Barcellona (21) ed Atletico Madrid (21). Rispetto alla stagione scorsa sono partiti solamente il difensore ex Napoli Victor Ruiz (al Villarreal) e il centrocampista messicano Guardado (PSV), mentre il giovane esterno Federico Cartabia è stato nuovamente ceduto in prestito, al Deportivo La Coruna.

In compenso la società ha investito molto nei riscatti di tre giocatori dal Benfica: il terzino Joao Concelo, il centrale André Gomez e l'attaccante Rodrigo, acquistati a titolo definitivo per un totale di 60 milioni di euro. In più è stato confermato 'Lo Squalo' Alvaro Negredo che il Manchester City aveva prestato a gennaio; altri 10 milioni sono finiti nelle casse del Celta Vigo per la giovane promessa Santi Mina, esterno d'attacco classe 1995. Valencia che nella stagione entrante punta a consolidarsi nell'elité del calcio spagnolo e a fare più strada possibile nelle coppe europee; il debutto in campionato è in programma domenica 23 agosto quando Diego Alves e compagni faranno visita al Rayo Vallecano.

L'amichevole del Mestalla tra Roma e Valencia sarà trasmessa in diretta tv dal canale tematico Roma Tv, che dallo scorso 1 agosto è visibile per tutti gli abbonati Sky al numero 213 del Box; il match si potrà seguire anche in diretta streaming video tramite l'applicazione Sky Go, disponibile per pc tablet e smartphone. Aggiornamenti sul risultato di Roma-Valencia saranno disponibili sui siti e i social network ufficiali delle due squadre: le pagine Facebook As Roma e Valencia CF e gli account Twitter @officialASRoma e @valenciacf.