BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

AFL 2015/ Football australiano news, al via le Finals: pronostici e previsioni

Prendono il via le AFL Finals, le fasi finali del football austrailano. Campioni in carica gli Hawthorn Hawks che hanno vinto gli ultimi tre campionati, la Grand Final si gioca a Melbourne

I Sydney Swans, una delle squadre qualificate (dall'account facebook.com/sydneyswans) I Sydney Swans, una delle squadre qualificate (dall'account facebook.com/sydneyswans)

AFL FINALS: FOOTBALL AUSTRALIANO, AL VIA LE FINALI - Ci siamo. Settembre è arrivato e con esso anche il momento delle Finals AFL (Australian Football League), vale a dire il momento sportivo più importante in terra d'Australia. Nove partite disputate nell'arco di tre settimane, che culmineranno nella Grand Final che si disputerà a Melbourne, nello storico MCG, l'impianto più grande del paese, davanti a 100mila spettatori.

Quest'anno, come l'anno precedente, la caccia è agli Hawthorn Hawks, che daranno l'assalto alla terza Premiership di fila, dopo quelle vinte nel 2013 e nel 2014. Rispetto allo scorso anno, c'è stata qualche novità, ma non più di tanto. La stagione si è rivelata molto combattuta ed equilibrata ma nel complesso si può dire che i pronostici siano stati rispettati. Cinque delle otto squadre qualificate (le cosiddette "Best Eights") avevano centrato l'obiettivo anche lo scorso anno. Tre le "novità" (West Coast Eagles, Western Bulldogs, Adelaide Crows) e una sola grande delusione, i Geelong Cats, fuori dalle Finals per la prima volta in dieci anni. Il dato più significativo, forse, è quello geografico: di queste otto, la metà esatta proviene da stati diversi dal Victoria. Se consideriamo che questo sport è storicamente nato a Melbourne, che solo negli ultimi decenni si è aperto anche ad altre zone del paese, e che su 18 squadre della Lega, ben 10 provengono da questa città, capiamo che non è un elemento da sottovalutare. Passiamo dunque ad introdurre le prime quattro sfide che si giocheranno in questi giorni, non senza una necessaria ripassata alle regole, che in effetti non sono così scontate. Dicevamo, solo le prime otto squadre si qualificano per le finali. Di queste, le prime quattro si affrontano tra loro secondo lo schema "Prima vs Quarta", "Seconda vs Terza" (con quella davanti in classifica che ha il diritto di avvalersi del fattore campo).

Queste sono le cosiddette "Qualifying Finals": partita secca, chi vince va direttamente alle "Preliminary Finals (le semifinali), chi perde non viene eliminato ma si gioca la cosiddetta "Double Chance", vale a dire la possibilità di affrontare la vincente di una delle due "Elimination Finals". Queste sono appunto le altre due partite, che vedono opposte la Quinta e l'Ottava classificata e la Sesta contro la Settima (anche qui, chi arriva prima gioca in casa). Qui la situazione è differente: chi perde va a casa e la sua stagione è finita. Il meccanismo è dunque semplice e ragionevole: chi arriva tra le prime quattro avrà bisogno di vincere due partite consecutive per arrivare in finale ma potrà anche permettersi il lusso di perdere la prima e di giocarne una in più. Chi si piazza tra la quinta e l'ottava posizione, avrà bisogno di tre vittorie per giocarsi la Grand Final ma non potrà perdere nemmeno una gara, pena l'eliminazione. Detto questo, ecco brevemente che cosa ci aspetta.

West Coast Eagles - Hawthorn Hawks (venerdì 11 settembre, Domain Stadium, Perth, 12.20 ora italiana): difficilmente si sarebbe potuto pensare ad un migliore inizio per queste Finals 2015. Quella tra le Aquile di Perth e i Falchi di Melbourne è infatti a tutti gli effetti una finale anticipata, tanto che l'opinionista ed ex giocatore Terry Wallace ha dichiarato nei giorni scorsi che secondo lui, chi vincerà questa sfida si porterà anche a casa la coppa. In effetti, guardando tutti i fattori, queste sembrano essere le due squadre da battere. Hawthorn viene da due Premiership consecutive vinte e non fa mistero di inseguire la terza, impresa che negli ultimi anni è riuscita solo ai Brisbane Lions. I requisiti li hanno tutti: al momento sono ancora quelli che esprimono il miglior football e, nonostante quest'anno abbiano subito qualche sconfitta di troppo e siano stati al centro di qualche polemica (l'allenatore Alaistar Clarkson accusato di aver aggredito un tifoso fuori dall'albergo, dopo una brutta sconfitta con Port Adelaide, la squalifica di Luke Hodge per un'entrata molto scorretta su un avversario), rimane l'impressione che quando sono in forma siano praticamente impossibili da battere. Tra l'altro, nello scontro diretto di un mese fa, sono andati a vincere a Perth, in rimonta ma senza eccessiva fatica. Rimangono quindi favoriti, anche se il fatto che il loro capitano Luke Hodge sia stato fermato settimana scorsa per guida in stato d'ebbrezza, ha messo un po' di nervosismo nell'ambiente. West Coast Eagles, da parte sua, ha disputato una stagione quasi perfetta, impresa ancora più incredibile se si pensa alla delusione dello scorso anno, quando era rimasta ben lontana dalle prime otto. La squadra allenata da Adam Simpson è seconda solo a Hawthorn come numero di goal realizzati in Regular Season, ma ha in squadra Josh Kennedy, che è risultato il miglior marcatore della stagione, oltre quello che ha totalizzato il più alto numero di "mark" (la presa al volo del pallone, che di fatto garantisce il possesso alla propria squadra) all'interno dell'area dei 50 metri. Altra grande star è Matt Priddis, che è in cima alla classifica dei passaggi giusti realizzati (anche in Australia, come in America, vanno matti per le statistiche). Nel complesso, i Gialloblù di Perth sono la squadra, tra le migliori quattro, ad aver dimostrato maggior solidità nel corso della stagione, soprattutto nella sua parte finale. C'è però qualche preoccupazione in merito alle condizioni di Chris Masten, infortunatosi durante l'ultima gara contro St. Kilda, che molto probabilmente non riuscirà ad essere in campo venerdì. Anche un'altra pedina fondamentale come Jeremy Mc Govern non è al top della condizione e questo, effettivamente, potrebbe essere un fattore chiave nel risultato finale. Rimane che questa è la partita in assoluto più equilibrata. Il nostro pronostico, se proprio fossimo costretti a esprimerci, darebbe però Hawhtorn vincitore di misura, proprio perché i Golden Browns raramente falliscono i momenti decisivi.

Freemantle Dockers-Sydney Swans (sabato 12 settembre, Domain Stadium, Perth, 7.20 ora Italiana): si tratta della riedizione della Final dello scorso anno, sebbene a campi invertiti, visto che fu Sydney ad arrivare prima e quindi a guadagnarsi il diritto di giocare in casa. In quell'occasione non ci fu storia e i Biancorossi vinsero senza troppi problemi, guadagnandosi l'accesso alla semifinale poi vinta contro North Melbourne. Quest'anno la situazione è un po' diversa: Freemantle ha giocato una grandissima stagione, partendo fortissimo all'inizio e perdendo la prima partita solo alla decima giornata. In seguito, pur rimanendo sempre salda al vertice, ha accusato qualche battuta d'arresto e ha sofferto problemi di forma che ne hanno un po' mitigato l'impressione di invulnerabilità iniziale. In questi giorni alcuni opinionisti hanno ricordato, in modo un po' cinico, che solo sei volte negli ultimi 15 anni la Premiership è stata vinta da una squadra che avesse anche vinto la Regular Season. Resta che i Dockers rimangono favoriti in questa partita, e non solo perché giocano in casa. Unica incognita: lo stato di forma della superstar Nathan Fyfe, uno dei migliori giocatori della Lega, assente per infortunio da diverse settimane. Al momento non è ancora chiaro se recupererà in tempo per essere in campo sabato. Non dovesse essere così, la squadra di Perth potrebbe avere dei problemi in più. Per quanto riguarda Sydney, la sua stagione non è stata brillante come quella dello scorso anno, quando terminò prima e arrivò fino alla Grand Final, poi persa malamente contro Hawthorn. Decisivi si sono rivelati i guai fisici sofferti da Adam Goodes e da Lance Franklin, due giocatori che se sono in forma fanno sempre e comunque la differenza. Ad ogni modo, gli Swans non si sono dimostrati letali come al solito: soprattutto nella parte centrale della stagione hanno perso un bel po' di punti per strada e hanno blindato il quarto posto solo grazie ad un calendario particolarmente favorevole, che li ha portati nelle ultime quattro giornate ad affrontare squadre che avevano già perso ogni speranza di accedere alle Finals. Oltretutto, non depone a favore dei ragazzi di John Longmire, il fatto che in stagione abbiano perso praticamente tutti gli scontri diretti con le altre Top Eight. Aggiungiamoci pure l'infortunio patito dal vice capitano Keiran Jack nell'ultima giornata contro Gold Coast, che quasi certamente lo costringerà a saltare la gara. Il pronostico quindi è saldamente a favore di Freemantle, anche se lo stato di forma invertito di queste ultime giornate potrebbe provocare qualche sorpresa...