BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Serie A/ Il pronostico di Antonio Di Gennaro: Inter meglio del Milan, la Juventus stia attenta al Chievo (3^ giornata, analisi esclusiva)

Serie A 3^ giornata: il pronostico di ANTONIO DI GENNARO sulle partite del turno. Spicca il derby Inter-Milan, punti già pesanti in palio per Juventus, Roma, Napoli e Lazio

Lo stadio di San Siro (Infophoto) Lo stadio di San Siro (Infophoto)

Terza giornata di serie A che si apre con i due anticipi alle 18 di oggi tra Fiorentina e Genoa e il derby laziale inedito Frosinone-Roma. Per la formazione giallorossa l'occasione di confermare la bella prestazione contro la Juventus, che stasera alle 20,45 incontrerà in casa il Chievo. Dopo due sconfitte non potrà sbagliare contro una formazione a punteggio pieno. Domenica incontri delicati per Lazio e Napoli che non hanno iniziato bene la stagione, ma soprattutto ci sarà alle 20,45 il derby tra Inter e Milan con la squadra di Mancini che se vincesse potrebbe andare in fuga e quella di Mihajlovic pronta a smentire i pronostici che la vedono sfavorita. Per presentare la terza giornata di campionato abbiamo sentito Antonio Di Gennaro, ex calciatore e ora opinionista di Mediaset Premium. Eccolo in questa intervista esclusiva per IlSussidiario.net.

Come vede il derby inedito tra Frosinone e Roma? Il Frosinone è inferiore per qualità tecnica alla Roma, che ha un grande potenziale offensivo. La formazione giallorossa partirà favorita e non potrà certamente concedersi il lusso di perdere punti. Il Frosinone darà l'anima per conquistare almeno un punto. In ogni caso non sarà una partita semplice per la squadra di Rudi Garcia.

Nell'altro anticipo delle 18 chi avrà la meglio tra Fiorentina e Genoa? Sono due squadre che fanno del bel gioco una loro peculiarità. In questo senso la Fiorentina di Paulo Sousa prosegue la concezione di Montella. Il Genoa è forte in casa, ma ci ha abituato anche l'anno scorso a disputare delle ottime partite pure in trasferta. Sarà sicuramente un match molto interessante.

Juventus contro il Chievo con una classifica 'rovesciata', la formazione bianconera si sbloccherà? Il Chievo con Sassuolo e Torino è una delle squadre che sta giocando meglio in questo inizio di campionato. Ha fatto sette gol in due partite, è una formazione in piena salute guidata da un allenatore, Maran, che ha firmato per tre stagioni. Vuol dire che c'è un progetto importante al club scaligero. Di solito in squadre di questo genere un tecnico firma solo per un anno. Questo Chievo è veramente una bella realtà...

E la Juventus? La Juventus non potrà perdere altro tempo, se no la situazione si farebbe difficile, un'altra battuta d'arresto dopo le prime due sconfitte sarebbe pesante. Ci sono stati cambiamenti, con la Roma la sconfitta è stata netta mentre con l'Udinese la squadra di Allegri aveva sprecato tante occasioni da rete. Dovrà stare in ogni caso attenta al Chievo, che è in buona condizione fisica.

Inter-Milan match clou della giornata, cosa si aspetta dal derby? Come tutti i derby sarà aperto a ogni risultato, ma credo che l'Inter abbia qualcosa in più. Con gli arrivi di Felipe Melo e Perisic la squadra nerazzurra si è completata. L'Inter della scorsa stagione non avrebbe vinto negli ultimi minuti come è successo con Atalanta e Carpi. Il Milan invece è dietro, si sta formando come squadra con il suo allenatore che qualche volta si arrabbia con i giocatori perché vorrebbe un rendimento migliore.

Cosa inventeranno Mancini e Mihajlovic? Intanto penso che le due squadre giocheranno in attacco, non saranno certamente attendiste. Al di là del fatto che i due allenatori si conoscano e siano amici, penso che la partita si svolgerà normalmente.

Il Torino a Verona saprà confermare il suo ottimo momento? Il Torino sta facendo bene, Ventura guida da cinque anni la formazione granata, ha sempre lavorato bene, è uno dei migliori tecnici italiani. Ha fatto pure un ottimo mercato acquistando Belotti e tenendo Bruno Peres, ha tanti giovani e si annuncia come la possibile rivelazione di questo campionato.

E la formazione di Mandorlini? Deve ringraziare proprio il suo allenatore che ha preso la squadra in Lega Pro e l'ha riportata ai vertici. Un tecnico quindi importante per l'Hellas che deve ringraziare anche Toni e i suoi 40 gol in due stagioni, di cui potrà prendere ora l'eredità Pazzini.

Per il Napoli ci sarà il riscatto ad Empoli?