BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Empoli-Napoli (2-2): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2015-2016, 3^ giornata)

Gonzalo Higuain (sinistra), 27 anni e Lorenzo Insigne, 24 (INFOPHOTO) Gonzalo Higuain (sinistra), 27 anni e Lorenzo Insigne, 24 (INFOPHOTO)

Napoli

Entrambi i gol arrivano quasi in uno contro uno e lui non riesce ad ipnotizzare gli attaccanti avversari. Nelle altre occasioni non servono sue parate trascendentali per salvare la porta.

Quando mette fuori la testa e prova a spingere, trova in Mario Rui un dirimpettaio quasi insuperabile. Partita opaca.

Sul primo gol sbaglia il movimento del fuorigioco e poi non raggiunge Saponara. Sul raddoppio empolese paga dazio anche per il fallo di mano non sanzionato dall'arbitro.

Non sbaglia nulla in particolare ed è sempre presente, ma in più occasioni sembra un po' lento e non brillante quanto servirebbe nel disimpegno.

Il gol di Saponara nasce nella sua porzione di competenza e sul 2-1 di Pucciarelli non segue fino in fondo il movimento in diagonale che gli permetterebbe di salvare la porta o almeno provarci.

Non è il giocatore straripante dell'ultima stagione ad Udine ma il gol è indubbiamente importante, anche a livello psicologico. Può crescere molto.

Sarri continua giustamente a difenderlo, ma lo specchio della sua partita e del suo stato di forma è la trattenuta quasi infantile su Saponara prima di essere sostituito, dopo una sofferenza infinita e pochissimi palloni di qualità giocati.

Resta nel grigiore che troppo spesso l'ha avvolto in queste ultime stagioni. Il tiro finale poteva sbloccarlo ma non può bastare per uno come lui.

Fino a quando ha birra nelle gambe, è imprendibile. Peccato non riesca a trovare maggiore continuità, il gol è una meraviglia

Si vede poco e non trasforma la fiducia che gli accorda Sarri in una prestazione all'altezza.

Si muove come uno squalo all'interno dell'area e rischia anche stavolta di piazzare la stoccata. Ma la partita nel complesso non è da Pipita e il suo nervosismo lo prova.

 

Ci prova sempre e porta vivacità sull'esterno, proponendo vari cross interessanti per Higuian. Non arriva però alla giocata che risolve i problemi dei suoi.

Certamente meglio di Valdifiori, probabilmente sarebbe il caso di insistere – per il momento – su di lui, come regista.

 

All.SARRI 6: Aggiusta un potenziale pomeriggio da incubo grazie a Insigne e poi guidando la squadra a colpi di sostituzioni verso il 3-2, pur senza raggiungerlo. Il limite principale e più evidente è figlio del periodo non ottimale (eufemismo) di Valdifiori e Allan in mezzo.

 

(Luca Brivio)

© Riproduzione Riservata.