BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Risultati Serie A / Diretta gol livescore e classifica aggiornata. Sampdoria-Bologna 2-0 (oggi 13 settembre 2015, 3^ giornata)

Risultati Serie A 2015-2016, diretta gol livescore e classifica aggiornata: si completa oggi la terza giornata, occhi puntati sul derby di Milano e sul ritorno di Sarri nella "sua" Empoli

Foto InfophotoFoto Infophoto

Conclusa la terza giornata del campionato di Serie A 2015-2016 con il recupero Sampdoria-Bologna: i blucerchiati vincono 2-0 e si portano a quota 7 punti in classifica. Dopo un primo tempo di marca felsinea (traversa di Brienza su punizione) la Sampdoria sale di colpi e, favorita anche dall'espulsione dell'ex Rizzo, trova la vittoria nel giro di quattro minuti: al 75' quinto gol in campionato di Eder assistito da Muriel, al 79' botta da fuori di Roberto Soriano. A segno dunque due giocatori della Nazionale, proprio nella sera in cui Antonio Conte era seduto in tribuna; il Bologna resta ancorato a zero punti e proverà domenica, in casa contro il Frosinone, a smuovere la sua classifica. 

E' finito anche il derby: Inter batte Milan 1-0 grazie al gol di Fredy Guarin nel secondo tempo. I nerazzurri scattano così in solitaria in testa alla classifica, in quanto unica squadra a punteggio pieno dopo le prime tre giornate. I rossoneri invece rimangono a quota 3. Questo il programma della prossima giornata, la quarta di campionato: sabato 19 settembre ore 18:00 Udinese-Empoli, ore 20:45 Milan-Palermo; domenica 20 settembre ore 12:30 Chievo-Inter, ore 15:00 Atalanta-Verona, Bologna-Frosinone, Genoa-Juventus, Roma-Sassuolo, Torino-Sampdoria; ore 18:00 Carpi-Fiorentina, ore 20:45 Napoli-Lazio. 

Il derby della Madonnina si sblocca al 58' minuto. dalla fascia destra Santon serve Fredy Guarin che lascia scorrere il pallone, se lo porta sul sinistro e dai 20 metri circa lascia partire un bel tiro d'interno imparabile per Diego Lopez. Primo gol in questo campionato per il centrocampista colombiano che dedica la rete al figlio Max. Poco dopo entra in campo Mario Balotelli al posto di Carlos Bacca: fischi della San Siro nerazzurra.

Fine primo tempo a San Siro: il derby tra Inter e Milan non si è sbloccato dal risultato di 0-0. Partita dal buon ritmo, entrambe le squadre provano a prendere l'iniziativa ma per il momento non trovano la via della rete. Le occasioni migliori in capo e coda: il Milan ha avuto un'ottima chance al 3' con Luiz Adriano, destro di prima intenzione sull'assist di Bacca ma bravo Handanovic nella respinta con il corpo. Nell'unico minuto di recupero concesso l'occasione per l'Inter: bel servizio di Jovetic per Icardi che da dentro l'area riesce però solo a sparare contro Diego Lopez, puntuale nell'uscita così come lo era stato il suo collega ad inizio frazione.

Un altro gol di Alessandro Matri ha regalato alla Lazio la seconda vittoria in campionato: i biancocelesti abbattono l'Udinese con un secco 2-0 e si portano a 6 punti, lasciando i friulani a quota 3. Ora è tutto pronto per il derby di Milano, la sfida tra Inter e Milan che concluderà la 3^giornata di Serie A.

Al 64' minuto di gioco la Lazio si porta in vantaggio contro l'Udinese: gol di Alessandro Matri, il primo con la maglia biancoceleste: cambi azzeccati da parte di Pioli perchè sono proprio i due uomini subentrati nel secondo tempo a costruire l'azione vincente. Grande accelerazione di Felipe Anderson sulla fascia sinistra: cross basso dentro l'area dove Matri esegue un perfetto movimento da prima punta anticipando il suo marcatore e toccando di piatto battendo l'incolpevole Karnezis. In questo momento la Lazio si trova a 6 punti in classifica.

Terminate le tre partite delle ore 15:00. I risultati sono tutti di 2-2: primo punto in Serie A per il Carpi, che ha strappato il pareggio a Palermo (nel finale gol di Uros Djurdjevic per i rosanero), e in questo campionato per l'Empoli che al Castellani ha fermato il Napoli dell'ex Maurizio Sarri. A Reggio Emilia anche due rigori sbagliati, o meglio parati durante Sassuolo-Atalanta: il nerazzurro Sportiello ha neutralizzato Nicola Sansone, nella ripresa l'ex Andrea Consigli ha ipnotizzato l'argentino Maxi Moralez. Serie A no-stop: alle 18:00 il via a Lazio-Udinese

Dentro e gol: Marco Borriello debutta come meglio non potrebbe con la maglia del Carpi. L'attaccante sfrutta al meglio l'assist di Matos per girare col sinistro alle spalle del portiere Sorrentino, portando in vantaggio i modenesi.

In corso i secondi tempi delle partite cominciate alle ore 15:00. La prima novità giunge da Empoli: nuovo pareggio del Napoli grazie al brasiliano Allan, che sfrutta la buona sponda di Gabbiadini per inserirsi in area e battere Skoprupski con il destro. Nel frattempo espulso l'atalantino Pinilla per somma di ammonizioni: nerazzurri in dieci sul campo del Sassuolo.

Un altro gol dal Mapei Stadium: è quello di Antonio Floro Flores che al 40' ristabilisce nuovamente la parità fra Sassuolo ed Atalanta. Destro di grande potenza dell'attaccante campano che si accentra da sinistra e spara sul primo palo, senza lasciare scampo al portiere Sportiello. Anche per Floro Flores si tratta del terzo gol in 3 partite.

Altri due gol dai campi della Serie A: prima quello del Sassuolo che al 22' minuto riacciuffa il pareggio contro l'Atalanta, grazie ad un destro da favola del capitano Francesco Magnanelli. Il centrocampista pesca l'incrocio dei pali dai 25 metri, con una sventola di destro che Sportiello riesce solo a sfiorare. Poi arriva anche il gol del Carpi: giocata di Mbakogu che entra nel lato destro dell'area palermitana e passa in mezzo, deviazione all'indietro di Roberto Vitiello che in scivolata batte il proprio portiere. 1-1 anche a Palermo. Al 33' altra notizia da Reggio Emilia: Atalanta di nuovo in vantaggio dopo l'autogol dell'ex Andrea Consigli, sfortunato nella doppia deviazione che dirotta in rete un tiro di Pinilla.

Colpisce ancora: altra rovesciata vincente dell'attaccante cileno ed Atalanta in vantaggio a Reggio Emilia. Cross dalla fascia sinistra di Alejandro Gomez ed acrobazia di Pinilla che da centro area gira in rete con il destro. Poco dopo annullato un gol a Floro Flores per fuorigioco: decisione giusta. Aggiornamento anche da Empoli: altro gol dell'Empoli con Manuel Pucciarelli, che sfrutta il tocco di Saponara per insaccare sottomisura. Napoli di nuovo sotto al Castellani.

Al terzo minuto si sblocca la partita del Carlo Castellani. Empoli in vantaggio sul Napoli: passaggio in profondità di Zielinski per lo scatto di Riccardo Saponara che parte in posizione regolare, s'invola in area e supera Reina con un tocco d'interno sinistro. Terzo gol in altrettante partite per Saponara, il decimo in Serie A. Si sblocca anche Palermo-Carpi: iniziativa di Quaison che brucia il marcatore sulla fascia sinistra e crossa al centro, deviazione di un difensore e Oscar Hiljemark mette dentro nell'area piccola. Al 7' minuto pareggio del Napoli: Gabbiadini appoggia al limite dell'area per Lorenzo Insigne che scaglia un gran destro sul palo opposto, 1-1 e palla al centro. Novità anche da Reggio Emilia dove il Sassuolo ha sbagliato un calcio di rigore: bella parata di Sportiello sull'interno destro di Nicola Sansone.

Verona-Torino è terminata sul risultato di 2-2. In classifica gli scaligeri salgono a 2 punti mentre i granata raggiungono momentaneamente Chievo e Roma in vetta a quota 7. Alle 15:00 al via tre partite: Empoli-Napoli, Palermo-Carpi e Sassuolo-Atalanta (Sampdoria-Bologna rinvista a domani, orario ancora da stabilire).

Nel giro di pochi minuti arrivano altri due due gol in Verona-Torino. Prima i padroni di casa (72'): punizione dalla trequarti centrale, cross di Viviani in mezzo all'area del Torino e girata di testa vincente di Juanito Gomez, al primo gol in campionato. Passano pochi secondi e il Torino pareggia: cross di Molinaro dal lato sinistro, uscita di Rafael che allontana con un pugno ma il ghanese Afriyie Acquah, subentrato al nigeriano Obi nel corso della ripresa, infila in rete con un tiro al volo di piatto destro.

Al 67' minuto arriva un altro gol al Bentegodi, ma questa volta lo realizza il Torino: diagonale di Quagliarella dal lato destro dell'area veronese, respinta in tuffo basso del portiere Rafael ma la palla resta lì e Daniele Baselli è pronto a ribadirla in rete. Terzo gol in tre partite per il centrocampista granata.

Verona-Torino si sblocca al 49' minuto di gioco. Calcio di rigore concesso dall'arbitro Irrati per contatto tra Jansson e Juanito Gomez: dal dischetto va Luca Toni che realizza centralmente, Hellas in vantaggio e primo gol in questo campionato per il numero 9 gialloblù.

Inizia con Verona-Torino, alle ore 12:30, la domenica dedicata alla terza giornata del campionato di Serie A 2015-2016. Archiviati gli anticipi del sabato si riparte dal Bentegodi dove i granata hanno la possibilità di confermarsi a punteggio pieno balzando così in testa alla classifica, mentre il Verona cerca ancora la prima vittoria stagionale. Intanto è stata ufficialmente rinviata Sampdoria-Bologna, sfida di Marassi che, in programma alle ore 15, non si giocherà a causa dell'allerta maltempo. Da stabilire la data del rinvio, ma nel pomeriggio a questo punto avremo soltanto Empoli-Napoli, Palermo-Carpi e Sassuolo-Atalanta.

La Juventus non riesce a vincere nemmeno alla terza giornata di campionato, dopo aver collezionato due sconfitte nelle prime due gare di campionato. Un inizio così difficile per i bianconeri risale alla stagione 1962/63 quando anche in quell'occasione, come ricorda La Gazzetta dello Sport, ci furono un pareggio e due sconfitte. I bianconeri hanno giocato tutto sommato una buona partita contro il Chievo Verona che ha iniziato il campionato ad alto ritmo. La squadra di Massimiliano Allegri è andata subito sotto con il gol di Hetemaj, rincorrendo per un'intera gara il pareggio. La rete è arrivata solo negli ultimi minuti quando Juan Cuadrado si è guadagnato un calcio di rigore che poi Paulo Dybala ha realizzato con grande freddezza. Numerose le polemiche arbitrali per un gol annullato a Cesar che avrebbe portato i clivensi sul due a zero. Anche la Juventus protesta per un rigore non concesso a Paul Pogba trattenuto vistosamente in area di rigore da Dario Dainelli. I bianconeri ora sono attesi da una sfida importante che aprirà il girone di qualificazione di Champions League all'Etihad contro il Manchester City di Pellegrini.

Dopo la sosta per le partite delle nazionali il campionato di Serie A 2015-2016 torna a riempire il weekend con la terza giornata. La prossima settimana iniziano le coppe, e dunque il format torna a essere quello consueto con anticipi e posticipi; ieri se ne sono giocati tre (Frosinone-Roma, Fiorentina-Genoa e Juventus-Chievo) mentre oggi sono previste le altre sette partite che chiudono il turno. Andiamo subito a vedere cosa ci aspetta: Verona-Torino segna il ritorno dell’anticipo dell’ora di pranzo, si gioca infatti alle ore 12:30 al Bentegodi. Alle ore 15 abbiamo invece Empoli-Napoli, Palermo-Carpi, Sassuolo-Atalanta e Sampdoria-Bologna; alle 18 è di scena Lazio-Udinese, mentre la chiusura delle ore 20:45 è con il botto perchè abbiamo il derby Inter-Milan. Una giornata molto interessante di fatto; il campionato è partito con tante sorprese e oggi Sassuolo e Palermo possono confermarsi a punteggio pieno in testa alla classifica, rappresentando una grande novità che va a sopravanzare le grandi, apparse invece in difficoltà in questo avvio di stagione. A parte l’Inter, che delle big è l’unica ad aver sempre vinto; i nerazzurri ora sono chiamati alla prima delle prove del nove, il derby è sempre il derby e nelle due sfide di precampionato non è andata benissimo. Bella anche Verona-Torino; anche i granata sono a punteggio pieno e la conferma del gruppo che ha fatto tanto bene negli ultimi due anni sembra essere stata una strategia vincente per una squadra che si sta confermando, mentre la falsa partenza del Verona pone qualche dubbio sulle scelte estive. Da vedere anche se arriveranno i primi punti stagionali del Carpi: sarebbero i primi in Serie A nella storia, e dunque al Barbera c’è un motivo in più per osservare un Palermo che non avrà convinto sotto l’aspetto del gioco ma che intanto ha sempre vinto e soprattutto si è dimostrato molto cinico, segnando due gol e non incassandone. Ha divertito di più il Sassuolo che sta mostrando grande concretezza offensiva, anche se il miglior attacco della stagione è della Sampdoria, che può aspirare all’Europa ma deve registrare la difesa. La Lazio è chiamata al riscatto dopo aver perso malissimo sul campo del Chievo; la squadra di Stefano Pioli vuole anche farsi trovare pronta all'appuntamento con l'Europa League. La parte emozionale della terza giornata è rappresentata dal ritorno di Maurizio Sarri al Castellani: per lui ci saranno grandi applausi da parte dei tifosi dell’Empoli, ma oggi dovrà chiedere strada al suo passato perchè il Napoli è partito male e cerca il riscatto unito alla prima vittoria in campionato.