BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

VIDEO / Verona-Torino (risultato finale 2-2): gol e highlights, info streaming e diretta tv. Le dichiarazioni (Serie A, 3a giornata)

Diretta Verona-Torino, info streaming video e tv: le quote, il risultato live e la cronaca della partita del Bentegodi, valida per la terza giornata del campionato di Serie A 2015-2016

Foto Infophoto Foto Infophoto

Verona-Torino 2-2. Un pareggio che non lascia contenti gli allenatori, entrambi con motivi di lamentarsi della propria squadra dopo il fischio finale. Andrea Mandorlini è rammaricato per le due rimonte subite: "E' troppo facile per gli altri recuperare". Forse però ancora più deluso Giampiero Ventura, che dopo le ottime prime due giornate dei granata forse sperava in qualcosa in più: invece il Torino non gli è piaciuto a causa di "mollezza mentale e presunzione". Ci sarà da lavorare in settimana... 

Termina 2-2 l'anticipo delle ore 12.30 tra il Verona di Andrea Mandorlini e il Torino di Giampiero Ventura. Passano in vantaggio i padroni di casa all'inizio della ripresa con un calcio di rigore realizzato da Luca Toni. Il gol del pareggio lo segna Baselli sfruttando una respinta corta di Rafael. Nuovo vantaggio messo a segno da Gomez sugli sviluppi di una punizione di Viviani. Un minuto più tardi arriva la rete del secondo pari con Acquah che sfrutta una respinta sgangherata di Rafael. Andiamo ad analizzare la partita dal punto di vista dei numeri. I granata fanno girare più palla con maggiore equilibrio e un possesso palla superiore, 52% contro il 48% dei padroni di casa. Equilibri sui tiri e se il Verona ci prova di più, dodici conclusioni a dieci, è il Torino a inquadrare più la porta, cinque volte a tre. Molte interruzioni e tanti falli, 17 a 20, con quattro cartellini gialli per gli scaligeri e 3 per i granata. Risultato alla fine giusta col Verona che però ha giocato meglio dei suoi avversari nel computo finale.

Termina con un pareggio una splendida partita che vede tutte le marcature prendere luce nella ripresa. Prima il gol di Toni su rigore e poi il pari immediato di Belotti sembrano portare la partita sui binari dell'1-1. Arriva la rete di Gomez a riportare in vantaggio gli scaligeri con il Torino che si fa riprendere subito dopo da Acquah, bravo a sfruttare un'uscita strampalata di Rafael, sopreso da un pallone dentro che arrivava dalla sinistra calciato da Molinaro. Alla fine l'epilogo è giusto con il risultato di pari che non penalizza nessuno.

Quando siamo al minuto numero 75 la gara Verona-Torino è sul risultato di 2-2. Accade tutto nell'arco di due minuti. Prima Viviani mette dentro una bella punizione e Juanito Gomez riporta avanti gli scaligeri. Poco dopo il Toro trova di nuovo il pari. Palla dentro di Molinaro, respinta da Rafael. Arriva da fuori Acquah che fa il gol del 2-2. 

Quando siamo al minuto numero 70 la gara Verona-Torino è sul risultato di 1-1. Dopo il gol segnato da Toni su rigore è importante la reazione degli ospiti. Ventura decide di inserire Maxi Lopez al posto di Andrea Belotti. Il pareggio arriva al solito Daniele Baselli che segna il terzo gol in altrettante partite di campionato. Palla dentro per Fabio Quagliarella che calcia in diagonale, la palla respinta da Rafael viene messa dentro dal centrocampista ex Atalanta. I granata cambiano la partita e ora la prendono in mano provando a ribaltare il risultato. Il Verona è in difficoltà, Mandorlini ha inserito Jankovic per Siligardi.

Quando siamo al minuto numero 50 la gara Verona-Torino è sul risultato di 1-0. Andrea Mandorlini e Giampiero Ventura decidono di tornare in campo con gli stessi ventidue effettivi che avevano lasciato il rettangolo verde alla fine della prima frazione di gioco. Nell'intervallo però si è scaldato molto Acquah che potrebbe a breve fare il suo ingresso in campo. Pronti via commette un errore di valutazione Jansson che atterra in area Juantio Gomez. Dal dischetto non fallisce Luca Toni che sblocca così la partita. 

Quando siamo al minuto numero 45 la gara Verona-Torino è sul risultato di 0-0. I padroni di casa continuano a giocare ad alto ritmo fino alla fine del primo tempo. E' molto pericoloso Luca Toni cercato dentro da Greco, il suo colpo di testa viene però respinto con un grande guizzo da Padelli. Poco dopo sugli sviluppi di un calcio d'angolo la palla viene deviata tre volte al centro dell'area piccola, nessuno riesce a trovare la deviazione giusta e Padelli ne approfitta. Nel finale Luca Toni reclama un calcio di rigore su trattenuta di Cesare Bovo. L'arbitro Irrati però lascia correre e si va all'intervallo sul risultato di uno a uno. 

Quando siamo al minuto numero 25 la gara Verona-Torino è sul risultato di 0-0. Il Verona di Andrea Mandorlini continua a pungere, provando ad arrivare in gol. Pericoloso due volte Viviani che mette su calcio di punizione due palloni tagliati dentro, trovando le deviazioni di testa che però non inquadrano la porta avversaria. Problema per Giampiero Ventura che è costretto a effettuare la prima sostituzione della giornata. Esce infatti Avelar e al suo posto entra Jansson. Il terzino ex Cagliari ha accusato un problema al ginocchio, anche se non è noto al momento l'entità del suo problema.

Quando siamo al minuto numero 10 la gara Verona-Torino è sul risultato di 0-0. I padroni di casa sono scesi con l'approccio giusto, provando subito a portarsi avanti e a cercare la rete che sblocchi la partita. Pronti via è pericoloso Rafa Marquez che si porta avanti su un calcio d'angolo e colpisce di testa appena al lato. Il vento però si alza forte e potrebbe condizionare lo svolgimento della partita, anche perchè la traiettoria del pallone sembra essere comunque in parte condizionata.

Ci siamo: la domenica della Serie A 2015-2016 prende il via con Verona-Torino, anticipo delle ore 12:30. Gli scaligeri vanno ancora a caccia della prima vittoria in questo campionato mentre i granata si presentano a questa terza giornata a punteggio pieno, con l’occasione di volare da soli in testa alla classifica almeno per qualche ora. Andiamo allora a vedere quali sono le formazioni ufficiali di Verona-Torino, diretta dall’arbitro Massimiliano Irrati. Rafael A.; E. Pisano, Marquez Moras, Souprayen; Sala, Viviani, L. Greco; Siligardi, Toni, Juanito Gomez. In panchina: Gollini, Coppola, Albertazzi, Helander, Bianchetti, Winck, Romulo, Ionita, Wszolek, Pazzini, Zaccagni, Jankovic. Allenatore: Andrea Mandorlini.  Padelli; C. Bovo, GlikJanssonBruno Peres, Obi,Vives, Baselli, Molinaro; Quagliarella, Belotti. In panchina: Ichazo, Castellazzi,Mantovani, Avelar, Benassi, Prcic, Zappacosta, Acquah, Maxi Lopez, J. Martinez, Amauri. Allenatore: Giampiero Ventura 

Al Marc'Antonio Bentegodi di Verona i padroni di casa ricevono il Torino di Ventura, ancora a punteggio pieno dopo le prime due giornate e non ha alcuna intenzione di arrestare la propria ascesa, con l'obiettivo di rimanere nelle parti alte della classifica il più a lungo possibile. La squadra di Mandorlini, dopo aver impattato all'esordio con la ben più quotata Roma, è stata sconfitta 2-0 in casa del Genoa. Nella scorsa stagione, all'andata (21 settembre 2014 a Torino) il Verona ottenne una vittoria esterna con il gol di Ionita; al ritorno (7 febbraio 2015 a Verona) il Torino restituì il favore espugnando il Bentegodi per 3-1, a segno per i granata Martinez, Quagliarella ed El Kaddouri, per gli scaligeri in rete Toni. Dalla stagione 1998/1999 a oggi, tra Serie A e B, Verona e Torino si sono affrontate 18 volte, con 10 vittorie per i granata, 4 per i veneti e 4 pareggi. Il successo più largo per il Torino nei confronti del Verona è un 5-1 maturato al Delle Alpi il 25 novembre 2001. L'ultimo pareggio tra le due squadre risale, invece, al 25 settembre 2013, quando al Comunale di Torino finì 2-2 (doppietta di Cerci per i padroni di casa, Gomez e Jorginho per gli ospiti). 

Si gioca oggi pomeriggio alle ore 12:30, primo anticipo dell’ora di pranzo in questa stagione e partita valida per la terza giornata del campionato di Serie A 2015-2016; allo stadio Bentegodi va in scena una partita tra due squadre che fanno parte della fascia che possiamo considerare “media” del campionato, ma con tendenza ad andare verso l’alto. Dal punto di vista della classifica il Torino è partito benissimo: si trova infatti tra le formazioni in testa a punteggio pieno, avendo vinto le prime due partite del campionato.

Il Verona invece è scattato male; un pareggio tutto sommato positivo alla prima giornata ma poi una sconfitta senza appelli. Dunque, il Torino in caso di vittoria metterebbe otto lunghezze di vantaggio tra sè e il Verona; potrebbe contare poco visto che le due squadre non sono in competizione diretta per uno specifico obiettivo, ma sarebbe comunque significativo.

Il Verona aspira innanzitutto alla salvezza; sesta stagione consecutiva con Andrea Mandorlini in panchina, un anno fa campionato altalenante che non ha dato seguito a una brillante stagione da neopromossa nella quale gli scailgeri erano stati in corsa per le posizioni utili per l’Europa League. Il pareggio interno contro la Roma sarebbe potuto essere una vittoria con maggior sorte, ma lo 0-2 incassato dal Genoa ha evidenziato qualche limite in una squadra che chiede i gol a due veterani come Toni e Pazzini, che peraltro non sembrano poter coesistere nel modulo di Mandorlini. 

Il Torino ha battuto in rimonta il Frosinone per poi fare lo stesso contro la Fiorentina. Simbolo di una squadra che non molla mai ed esce alla distanza; al quinto anno consecutivo in panchina Giampiero Ventura è ormai di casa, i granata hanno cambiato tanto nel corso dell’estate ma i nuovi acquisti si sono inseriti subito, soprattutto Baselli che ha già segnato due gol. La squadra c’è e ambisce a qualificarsi in Europa League per la seconda volta in tre stagioni; non ce l’ha fatta l’anno scorso ma ha lottato fino all’ultimo, e anche in questo campionato può fare lo stesso a patto di ritrovare i gol di Quagliarella e avere un buon rendimento da parte di Belotti, che potrebbe fare molto bene.

Adesso si tratta solo di capire in che modo finirà questa partita del Bentegodi; il Verona va a caccia della prima vittoria stagionale e non vuole perdere terreno già nelle prime giornate, mentre il Torino dopo 270 minuti potrebbe trovarsi ancora a punteggio pieno e sognare per un po’. La parola passa dunque senza altri indugi al campo e noi ci mettiamo comodi per assistere alla sfida del pomeriggio: la diretta di Verona-Torino, valida per la terza giornata del campionato di Serie A 2015-2016, sta per cominciare…

Per Verona-Torino le quote Snai ci dicono che il segno 1 (vittoria Verona) vale 3,00, il segno X (pareggio) vale 3,25 mentre il segno 2 (vittoria Torino) vale 2,40 volte la somma giocata. Lo scorso anno si giocò alla seconda giornata, sempre in avvio di stagione: finì 0-0 con protagonista un grande Mattia Perin.

La diretta tv di Verona-Torino è affidata a Sky SuperCalcio (numero 206) e Sky Calcio 1 (numero 251) sulla televisione satellitare pay tv, mentre non sarà trasmessa sui canali della pay tv di Mediaset Premium. Per gli abbonati al pacchetto Calcio di Sky ci sarà la possibilità di assistere alla partita di oggi in diretta streaming video, attivando senza costi aggiuntivi l'applicazione Sky Go su PC, tablet e smartphone; in alternativa potrete consultare le pagine che le due società mettono a disposizione sui social network, in particolare Facebook e Twitter. A proposito: anche la Lega Serie A offre aggiornamenti costanti tramite i suoi profili ufficiali, li trovate agli indirizzi facebook.com/serieatim e @SerieA_TIM.