BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni/ Manchester City-Juventus: quote, le ultime novità. Gli assenti (oggi 15 settembre 2015 Champions League girone D)

Probabili formazioni Manchester City-Juventus: le quote e le ultime novità sulla partita dell'Etihad Stadium, valida per la prima giornata del girone D della Champions League 2015-2016

Foto InfophotoFoto Infophoto

Tanti giocatori saranno assenti in Manchester City-Juventus. Scorrendo le probabili formazioni della partita di Champions League si nota come nella Juventus siano ai box due centrocampisti come Sami Khedira, che ha vinto il trofeo nel 2014 con la maglia del Real Madrid e che non ha ancora giocato partite ufficiali con la maglia bianconera, e Claudio Marchsio che si è infortunato 45 minuti dopo essere tornato a disposizione di Allegri; nel Manchester City invece spicca l'assenza di Sergio Aguero, infortunatosi sabato scorso al ginocchio; fuori causa anche i due terzini Pablo Zabaleta e Gael Clichy, la loro indisponibilità era già nota da tempo.

In Manchester City-Juventus Massimiliano Allegri torna a giocare con il 3-5-2. Un modulo che il tecnico livornese aveva abbandonato, schierando la sua formazione con la difesa a quattro e il centrocampo a rombo; la prima volta in cui si era visto il cambio eravamo proprio in Champions League, nella partita di ritorno contro l'Olympiacos. Asamoah era stato arretrato a terzino con Lichtsteiner, Marchisio e Pogba accompagnavano Pirlo in mediana e Vidal era avanzato a supporto di Morata e Tevez. Era arrivato un 3-2 in rimonta, fondamentale per la qualificazione agli ottavi; da allora la Juventus non aveva più cambiato, salvo sporadici momenti nel corso della stagione. Un passaggio contrario rispetto a quanto fatto da Antonio Conte, che era partito con il 4-2-4 per poi passare al 4-3-3 e infine al 3-5-2; quest'anno però Allegri è ripartito con il vecchio modulo anche a causa degli infortuni, giocando con il rombo soltanto in occasione del pareggio interno contro il Chievo (Caceres e Alex Sandro esterni, Hernanes trequartista).

Dall'Etihad Stadium arrivano conferme circa le probabili formazioni di Manchester City-Juventus. Per quanto riguarda la squadra che Massimiliano Allegri metterà in campo, stando agli aggiornamenti dell'inviato di Sky Sport, salgono sempre più le quotazioni di Andrea Barzagli e Paulo Dybala. Il primo sarà titolare nella difesa a tre prendendo il posto di Caceres, dunque giocando sul centrodestra al posto di Caceres; il secondo, autore di tre dei quattro gol realizzati dalla Juventus in stagione (e di entrambe le reti in Serie A), sarà invece il compagno d'attacco di Mario Mandzukic, spedendo così in panchina Alvaro Morata che però potrebbe trovare spazio nel secondo tempo.

Quella che Massimiliano Allegri manda in campo questa sera in Manchester City-Juventus è la quinta formazione diversa in altrettante uscite. Il tecnico livornese deve fronteggiare emergenze infortuni e gioco latitante; per questo cambia in continuazione. Contro la Lazio in Supercoppa Italiana si era visto il 3-5-2 con Pogba regista, Marchisio e Sturaro ai lati e Coman al fianco di Mandzukic; alla prima di campionato stesso modulo ma con Chiellini per Caceres, Pereyra e Padoin a centrocampo insieme a Pogba e il resto invariato. Poi la Roma: ancora Caceres per Chiellini, la prima di Dybala da titolare (al fianco di Mandzukic) e Sturaro preferito a Pereyra, con Marchisio infortunato. Contro il Chievo si è rivisto Marchisio, ma a rimanere fuori è stato Pogba; inoltre è stata la prima con il 4-3-1-2, Hernanes trequartista e coppia Morata-Dybala per la prima volta. Sturaro e Pereyra in mediana, Caceres a destra e l’esordio di Alex Sandro sulla sinistra. Questa sera, vada come vada, ci sarà una quinta versione della Juventus in campo.

In Manchester City-Juventus c'è una sorpresa in campo, se saranno confermate le indiscrezioni della vigilia: Massimiliano Allegri dovrebbe lanciare dal primo minuto Mario Lemina. Classe ’93, Lemina è arrivato dall’Olympique Marsiglia lo scorso 31 agosto; prestito gratuito e obbligo di riscatto a 9,5 milioni di euro. A Marsiglia non ha giocato tantissimo; la stagione migliore è quella 2014-2015, chiusa con 25 presenze (23 in campionato e due nelle coppe nazionali) con 2 gol; è però uno dei giocatori che hanno vinto la medaglia d’oro ai Mondiali Under 20 con la Francia, la nazionale di cui facevano parte anche Pogba, Kondogbia e Thauvin. Vero che ha giocato solo due partite nella fase a gironi, ma il suo profilo è stato studiato a lungo dalla Juventus che ha deciso di provare a ripetere l’operazione Pogba (anche se qui ci sarà un eventuale costo). Intanto, questa sera Lemina si prepara a giocare titolare; viste le difficoltà di casa Juventus, chissà che non sia lui a togliere le castagne dal fuoco.

Torna in campo la Juventus. Questa sera il club bianconero affronterà il Manchester City all’Etihad Stadium per il primo turno del Girone D della Champions League 2015-2016. Una sfida complicata quella dei bianconeri, chiamati al primo successo di questo 2015-2016 dopo le due sconfitte e il pareggio in campionato nelle prime tre giornate. Il tecnico della Juventus, Allegri, cerca la scossa dai suoi questa notte, e nella conferenza stampa di ieri ha spiegato: «Ho la squadra da pochi giorni, Marchisio e Khedira sono fermi per infortunio, Hernanes è arrivato all'ultimo, a volte certi giocatori non arrivano per vari motivi e il mercato fa anche questo, non serve preoccuparsi: nel calcio conta il risultato e ora tutti guardano alla Juventus in modo diverso rispetto ai tempi recenti». Nella conferenza stampa il Conte Max ha anche accennato all’11 che scenderà in campo questa sera, svelando: «Ho un dubbio solo da sciogliere, dieci col portiere li ho già in mente. A centrocampo? Può essere».

Si gioca all’Etihad Stadium questa sera alle ore 20:45; è valida per la prima giornata del girone D di Champions League 2015-2016. Esordio europeo per le due squadre, che arrivano da momenti diversi: il Manchester City ha sempre vinto in Premier League (cinque partite) e non ha mai subito gol, mentre la Juventus ha ottenuto un solo punto in tre partite. Bianconeri dunque a caccia di riscatto in quello che è il girone di ferro di Champions League; arbitra questa partita lo sloveno Damir Skomina, andiamo allora a scoprire nel dettaglio quali sono le probabili formazioni di Manchester City-Juventus.

Le quote Snai per Manchester City-Juventus, valida per la prima giornata del girone D di Champions League 2015-2016, ci forniscono le seguenti informazioni: vittoria Manchester City (segno 1) a 1,78; pareggio (segno X) a 3,65; vittoria Juventus (segno 2) a 4,85.

Manuel Pellegrini ha a disposizione una rosa di grande qualità soprattutto nel reparto avanzato, ma deve registrare l’assenza di Sergio Aguero che non si è allenato per il problema al ginocchio rimediato sabato in campionato; per sostituire il Kun ci sarà con tutta probabilità Bony, a meno che il tecnico cileno non decida di lanciare Sterling come prima punta inserendo dal primo minuto sia Nasri che Jesus Navas, con David Silva che non sta benissimo e potrebbe partire dalla panchina (come lo stesso Sterling, che non ha giocato in Premier League). Se così fosse, spazio per il nuovo arrivato Kevin De Bruyne; il resto della formazione appare confermato, ci sarà il solito Yaya Touré ad agire in mediana con i compiti da tuttofare, all’impostazione della manovra pensa Fernandinho che in questo inizio di stagione sta trovando anche i gol completando così il suo bagaglio. In difesa qualche possibile ballottaggio: certa ovviamente la presenza di capitan Kompany, davanti ad Hart potrebbe esserci l’occasione per l’altro nuovo acquisto Otamendi (che è in vantaggio su Mangala e Demichelis, pretoriano di Pellegrini), sulle corsie invece le scelte sono forzate a causa degli infortuni e dunque saranno Bacary Sagna e Kolarov a spingere laterlamente.

Anche la Juventus si presenta a questa partita con infortunati e acciaccati: Marchisio non ce la fa, Khedira non ha recuperato, Padoin e Asamoah sono addirittura fuori dalla lista UEFA. Massimiliano Allegri dovrebbe allora tornare al 3-5-2, perchè i problemi in cabina di regia iniziano a farsi sentire e il giocatore con la qualità per distribuire il gioco dalla zona mediana è Hernanes. Preso per fare il trequartista, ma in questo momento più utile come playmaker basso; il Profeta dunque dovrebbe essere al centro di una linea sulla quale a trovare spazio sulla corsia destra potrebbe essere Cuadrado (mossa offensiva, ma il colombiano ha dato buone risposte) al posto di Lichtsteiner, a sinistra sembra favorito Alex Sandro mentre in mezzo Pogba e Pereyra dovrebbero essere le mezzali. In attacco Dybala e Mandzukic per il momento sono favoriti, ma nelle ultime ore potrebbero salire le quotazioni di Morata che lo scorso anno ha tolto spesso e volentieri le castagne dal fuoco alla Juventus e che anche per questo merita di essere tenuto in considerazione sempre e comunque.