BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Dnipro-Lazio (1-1): i voti della partita (Europa League 2015-2016, girone G)

Foto Infophoto Foto Infophoto

Lazio

MARCHETTI 6 - Un paio di suoi interventi decisivi nella ripresa, poi si fa sorprendere anche lui come tutti gli altri sul gol di Seleznyov.

KONKO 5 - La prolungata assenza dal terreno di gioco si è fatta sentire, soprattutto nella ripresa.

HOEDT 5,5 - Giovane ma ancora troppo ingenuo per giocare ad alti livelli.

GENTILETTI 5 - L'ottimo difensore intravisto lo scorso anno è solo un lontano ricordo e anche stasera ne ha dato un saggio.

RADU 4,5 - Troppo lento, sovrastato atleticamente da Matheus e Matos.

ONAZI 5 - Indovina un passaggio su dieci, quando stoppa il pallone non si sa che fine farà.

PAROLO 5,5 - Anche lui ancora lontano dalla condizione ottimale.

FELIPE ANDERSON 5,5 - Ogni volta che prende palla si intestardisce e vuole andare in porta con tutto il pallone.

MILINKOVIC-SAVIC 6,5 - Segna il gol del momentaneo 0-1, si fa sempre trovare vicino dalle parti di Boyko, molto forte fisicamente, i contrasti li vince quasi tutti lui. Esordio europeo (con la maglia della Lazio) più che buono per Sergej.

MAURI SV - Entra a tempo quasi scaduto, impossibile giudicarlo.

KISHNA 5,5 - Propositivo ma niente di più, non lascia il segno sulla partita.

CANDREVA 5 - Pioli lo manda in campo nel tentativo di riportare il match sui binari giusti per la Lazio, ma a parte un debolissimo tiro non fa nulla.

MATRI 5,5 - Si fa sempre quasi trovare in fuorigioco, a differenza della partita con l'Udinese non trova la porta.

KEITA 4,5 - Entra a pochi minuti dalla fine e provoca prima la punizione dalla quale nascerà poi il corner che porterà al pareggio del Dnipro.

PIOLI 5 - Discutibile la scelta di operare i cambi a un quarto d'ora dalla fine, con la squadra sulle gambe. Candreva, Keita e Mauri non hanno così modo di entrare in partita, creando anche qualche problema ai compagni.

 

(Stefano Belli)

© Riproduzione Riservata.