BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

US OPEN 2015 / Diretta Seppi-Gabashvili: info streaming video e tv. Fognini e Vinci ok, vince anche Serena Williams (Tennis, 31 agosto)

Diretta Us Open 2015: info streaming video e tv, l'orario e il programma delle partite della terza giornata a Flushing Meadows. Sono tre gli italiani impegnati oggi nel secondo turno

(dall'account ufficiale facebook.com/usopentennis)(dall'account ufficiale facebook.com/usopentennis)

Serena Williams ce la fa: la numero 1 del mondo si qualifica per il terzo turno degli Us Open 2015 battendo Kiki Bertens con il risultato di 7-6 6-3. Se per Serena l’esordio contro Vitalia Diatchenko era stato senza problemi (la giovane russa si è anche ritirata), il secondo turno contro l’olandese del ’91 ha rischiato di trasformarsi in una maratona a causa di un primo set terribile, con la Bertens che ha servito sul 5-4 ed è stata avanti 4-2 nel tie break. Poi la minore delle Williams ha ingranato la marcia e nel secondo set ha preso un break di vantaggio; ha avuto ancora qualche problema facendosi rimontare, ma poi non si è più voltata indietro e ha chiuso in un’ora e 32 minuti. Per lei ora il terzo turno prevede il derby americano contro l’eccentrica Bethanie Mattek-Sands, che ha demolito CoCo Vandeweghe: attenzione perchè Serena dovrà essere concentrata per superare l’insidia. 

Grande fatica per Serena Williams: la numero 1 del mondo, a caccia del quarto Slam stagionale che le permetterebbe di completare il Grande Slam di calendario, sta sudando ben più delle proverbiali sette camicie per avere ragione dell'olandese Kiki Bertens, numero 110 del mondo. Non è inusuale nei primi turni vedere Serena penare; questa volta però anche più del dovuto. La Bertens ha preso subito un break di vantaggio; ha servito sul 5-4 per chiudere il primo set ma poi ha avuto il solito "timore" di vincere e si è fatta rimontare, riuscendo comunque ad arrivare al tie break. Qui si è portata in vantaggio per 4-2, ma ancora una volta ha perso l'attimo giusto e ha finito per perdere (5-7). Adesso la Williams è avanti, ma riuscirà a confermarsi accedendo così al secondo turno (dove la attende Bethanie Mattek-Sands)?

Due italiani si qualificano al terzo turno degli Us Open 2015. Esiti diversi nonostante le vittorie: per Fabio Fognini tutto facile contro il numero 40 del mondo Pablo Cuevas: 6-3 6-4 6-4 per il sanremese e ora probabile incrocio con Rafa Nadal, con tanta fiducia in più visti gli ultimi risultati centrati contro l’ex numero 1 del mondo. Ha superato il turno anche Roberta Vinci, che ha carburato tardi: per lei vittoria in rimonta contro la ceca Denise Allertova, 2-6 6-3 6-1 il risultato a conferma di come la tarantina, che ora giocherà contro Mariana Duque-Marino o Oceane Dodin (comunque un turno agevole) abbia avuto bisogno di tempo per entrare in partita. Ha vinto anche David Goffin, che però ha avuto bisogno del quinto set per superare il lituano Ricardas Berankis; terzo turno anche per Marin Cilic, per il croato vittoria agevole contro Evgeny Donskoy (6-2 6-3 7-5). Si chiude invece la carriera di Mardy Fish, che aveva già annunciato il ritiro al termine degli Us Open: la sua corsa si interrompe al secondo turno contro Feliciano Lopez, ma se non altro il veterano americano ha dato tutto e perso al termine di cinque straordinari set (6-2 3-6 6-1 5-7 3-6).

Per un italiano che vince ce n'è un'altra che sta soffrendo un po' di più del previsto nei match odierni degli US Open 2015. Fabio Fognini è in vantaggio sull'uruguaniano Cuevas e dopo aver vinto i primi due set sta conducendo anche il terzo. Qualche problema in più per Roberta Vinci che sta soffrendo contro la ceca Allertova e per ora è sotto di un set. Negli altri campi il numero nove al mondo, il croato Cilic sta dominando contro il russo Donskoy, dimostrando di potersi candidare a un posto più alto nella classifica finale degli US Open 2015 rispetto a quanto preventivato dagli esperti prima dell'inizio della competizione.

E’ Madison Brengle la prima a qualificarsi per il terzo turno degli Us Open 2015: battuta in due set, sul Grandstand, la connazionale (naturalizzata) Anna Tatishvili con il punteggio di 6-3 6-2. Mardy Fish ha vinto il primo set contro Feliciano Lopez, ma il match si prospetta comunque molto lungo; bel colpo invece di Ricardas Berankis che, con il punteggio di 7-5, ha strappato il primo set alla testa di serie numero 14 David Goffin. Primo set anche per Pablo Carreno Busta (6-4) nel derby spagnolo contro Roberto Bautista Agut, mentre è vicina alla vittoria sul campo centrale Madison Keys, 6-1 5-2 su Tereza Smitkova.

Inizia un’altra lunga giornata agli Us Open 2015: si apre il secondo turno, parte alta dei rispettivi tabelloni del singolare. Il campo centrale, intitolato ad Arthur Ashe, vede impegnate Madison Keys, una delle atlete di casa e testa di serie numero 19, contro la ceca Tereza Smitkova; sul Louis Armstrong invece il veterano Mardy Fish ha un incontro per niente semplice contro la testa di serie numero 18 Feliciano Lopez. Sul GrandStand, terzo campo per ordine di importanza a Flushing Meadows, giocano Madison Brengle e Anna Tatishvili, un derby americano da quando la Tatishvili ha abbandonato la nazionalità georgiana; sul campo numero 17 è invece impegnato David Ferrer, settima testa di serie del seeding maschile, contro il serbo Filip Krajinovic.

Ivo Karlovic e gli ace. Il tennista croato è impegnato domani nel suo match di secondo turno degli Us Open 2015, contro Jiry Vesely (che ha fatto fuori il nostro Paolo Lorenzi); testa di serie numero 21, per lui l’obiettivo non è solo arrivare il più in là possibile nel tabellone ma anche quello di raggiungere e superare il connazionale Goran Ivanisevic, diventando il giocatore ad aver servito più ace nella storia del tennis. Le cifre al momento ci dicono che Ivanisevic ha messo a segno 10237 ace in 895 partite, una media di 11,4 a partita; Karlovic lo supera ampiamente come media (19 a match), una cifra sensazionale) ma è dietro nel totale, siamo a 10107. Una differenza di 130 ace: con la media attuale Karlovic andrebbe ad operare il sorpasso in 7 incontri. Significa questo: alzando leggermente i numeri degli ace (ieri ne ha serviti 21 contro Delbonis, ma nei Master 1000 del Nord America è arrivato anche a 35) il croato potrebbe diventare il numero 1 nella storia arrivando in finale agli Us Open 2015. In terza posizione troviamo Roger Federer (9308) che sta servendo benissimo in questi mesi; quarto Andy Roddick che precede Pete Sampras, mentre in sesta posizione troviamo Ivan Ljubicic. Croato pure lui: ce ne sono tre nei primi sei. Solo un caso?

Serena Williams non ha mai incrociato Kiki Bertens nella sua carriera; l’olandese di Wateringen, classe ’91, è la seconda delle sette potenziali avversarie che la numero 1 del mondo deve affrontare per vincere gli Us Open per il quarto anno consecutivo (eguagliando la striscia di Chris Evert negli anni Settanta) e soprattutto completare il Grande Slam stagionale. La Bertens oggi è numero 110 del ranking WTA, ma è stata anche numero 41 (due anni fa); nella sua carriera figura un titolo WTA della categoria International, a Fes in Marocco battendo in finale Laura Pous Tio (7-5 6-0). Quest’anno ha fatto parte della nazionale olandese di Fed Cup che ha sconfitto a sorpresa l’Australia nel playoff, garantendosi l’accesso al Gruppo Mondiale per il 2016; nei due match di singolare ha sconfitto Jarmila Gajdosova (6-1 6-3) e Casey Dellacqua (6-2 6-3), gli altri punti dell’Olanda sono arrivati da Arantxa Rus (0-6 7-5 7-5 alla Gajdosova) e dal doppio Richel Hogenkamp-Michaella Kraijcek (6-2 7-6 contro Dellacqua e Olivia Rogowska).

E’ pari il bilancio dei match tra Fabio Fognini e Pablo Cuevas, che si sfidano oggi nel secondo turno degli Us Open 2015. I due tennisti, oggi rispettivamente numero 32 e numero 40 del ranking ATP, si sono sfidati lo scorso anno: a Rio De Janeiro, negli ottavi di finale, Fognini ebbe la meglio con il risultato di 7-6 4-6 6-3, mentre nella semifinale di Umago, in Croazia, era stato Cuevas a imporsi per 6-3 6-4. Entrambe le partite si sono disputate sulla terra, dove i due giocatori sono al loro meglio; oggi la superficie è il cemento, e dunque vedremo chi dei due sarà maggiormente favorito. Andreas Seppi è invece in vantaggio su Teymuraz Gabashvili: 2-1 ma i due non si affrontano da ben quattro anni, quando al primo turno del Roland Garros Seppi vinse 6-3 7-5 7-5. Nel 2007 Seppi vinse 6-1 6-3 nel Masters Series di Monaco, fu invece Gabashvili a imporsi (6-3 6-1) ad Amburgo nel 2009. Anche in questo caso tutti gli incontri si sono giocati sulla terra.

Sono tre gli italiani impegnati oggi nel secondo turno degli Us Open 2015. Aprono, come secondo match sul campo numero 5 e il campo numero 11, Fabio Fognini e Roberta Vinci; per il primo c’è l’insidia Pablo Cuevas, uruguayano che in età matura ha trovato il suo miglior tennis e, pure in calo rispetto a qualche mese fa, può dare fastidio al nostro tennista che non è stato perfetto nella prima giornata. La tarantina invece sfida Denise Allertova: la ceca ha eliminato Carla Suarez Navarro ed è certamente un merito, ma va anche detto che in questo periodo la spagnola perde sostanzialmente da tutte, dunque Roberta favorita. Così come dovrebbe esserlo Andreas Seppi, che affronta l’ultimo match di giornata (il quarto) sul campo numero 13: Teymuraz Gabashvili non va sottovalutato ma l’altoatesino ha ampie chance di raggiungere il terzo turno di Flushing Meadows.

Alle ore 11 di New York, le 17 in Italia, prende il via un’altra lunga e intensa giornata agli Us Open 2015. Il programma ufficiale ci dice che a Flushing Meadows inizia il secondo turno: tornano in campo i giocatori che sono inseriti nella parte alta dei rispettivi tabelloni, già impegnati lunedì nel giorno inaugurale. Le sorprese non sono mancate: in campo maschile ha già perso il finalista 2014 Kei Nishikori e Gael Monfils si è arreso a un problema fisico, mentre tra le donne sono già fuori Ana Ivanovic, Karolina Pliskova e Carla Suarez Navarro oltre a Jelena Jankovic. I big in campo oggi sono i due numeri 1 del mondo, Novak Djokovic che se la deve vedere contro l’austriaco Andreas Haider-Maurer, e Serena Williams che è a soli sei match dal completare il Grande Slam di calendario (sarebbe la prima dopo 27 anni e solo la quarta giocatrice nella storia del tennis femminile) e oggi sfida l’olandese Kiki Bertens. E ancora: Rafa Nadal dopo essere scampato a Borna Coric - che lo aveva battuto a Basilea - si trova di fronte Diego Schwartzman, David Ferrer sfida Filip Krajinovic, il campione in carica Marin Cilic affronta la sorpresa russa Evgeny Donskoy (che ha approfittato del ritiro di Lu). Nel torneo WTA in campo Belinda Bencic, una delle possibili grandi sorprese (quarti lo scorso anno) contro Misaki Doi, Venus Williams che ha vinto due volte gli Us Open e va caccia del tris (affronta un derby contro Irina Falconi) e Agnieszka Radwanska che ha in Magda Linette la sua avversaria, oltre a Eugenie Bouchard che prova a riscattare un 2015 fin qui nerissimo (gioca contro Polona Hercog). Tre gli italiani impegnati nella giornata odierna: Fabio Fognini, che ha faticato all’inizio del suo match contro Steve Johnson, guarda già all’incrocio contro Rafa Nadal, ma prima deve liberarsi dell’insidioso uruguayano Pablo Cuevas (che tuttavia è in calo rispetto agli ultimi mesi), per Andreas Seppi - lui pure non impeccabile contro il qualificato Tommy Paul - l’impegno è contro Teymuraz Gabashvili, mentre al terzo turno l’incrocio eventuale sarebbe contro Djokovic, per un tabellone non certo fortunato. C’è anche Roberta Vinci, che si è presentata a New York in forma e con la speranza di replicare i quarti centrati nel 2012 e 2013: la tarantina non ha un impegno troppo probante contro Denise Allertova. Vero che la ceca ha fatto fuori la Suarez Navarro, ma la spagnola di queste ultime settimane è la controfigura di se stessa. Attenzione perchè Roberta ha eventualmente un tabellone spalancato: Bouchard e Cibulkova sono insidie ma sono anche battibili, contro la Makarova (o la Svitolina) ai quarti il primo eventuale grosso impegno. 

La diretta tv degli Us Open 2015 è affidata ai canali Eurosport ed Eurosport 2; li trovate disponibili sia sul digitale terrestre che all’interno del pacchetto Sport della televisione pay tv satellitare. In questo secondo caso, attivando senza costi aggiuntivi l’applicazione Sky Go, potrete seguire gli incontri di New York anche in diretta streaming video; in alternativa il servizio Eurosport Player, attivabile previo pagamento di una quota per abbonarsi, è disponibile per tutti. Non mancate inoltre di consultare le pagine ufficiali del torneo, con particolare riferimento ai social network che aggiornano costantemente sui match fornendo notizie utili sugli Us Open: cercate gli indirizzi facebook.com/usopentennis e, su Twitter, @usopen. Anche i canali ufficiali dei due circuiti, quello ATP e quello WTA, sono ricchi di informazioni e notizie: facebook.com/ATPWorldTour e @ATPWorldTour per gli uomini, facebook.com/WTA e per le donne.

© Riproduzione Riservata.