BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Pagelle/ Atalanta-Verona: Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2015-2016, 4^ giornata)

Pubblicazione:domenica 20 settembre 2015 - Ultimo aggiornamento:domenica 20 settembre 2015, 18.03

Foto Infophoto Foto Infophoto

LE PAGELLE DEL VERONA

GOLLINI 6 - Esordio convincente per il portiere classe 1995 che ha preso il posto di Rafael. Non si rende protagonista né di miracoli né di papere.

E. PISANO 7 - Oltre a realizzare il gol del definitivo 1 a 1, in difesa è sempre abbastanza attento.

MARQUEZ 6 - Riesce ad arginare l'avanzata degli avversari con la sua classe e la sua esperienza, poi nella ripresa si fa male e deve lasciare il campo.

BIANCHETTI 6 - Entra in azione a venti mintui dalla conclusione, eseguendo il suo dovere senza lode e senza infamia.

MORAS 6,5 - Controlla bene la sua zona di competenza senza sbavature, più sicuro del suo compagno di reparto.

SOUPRAYEN 6 - Primo tempo negativo per il difensore, che rimedia anche un giallo, un po' meglio nella ripresa.

SALA 5,5 - Giornata non proprio memorabile per il centrocampista, che nel finale lascia il posto a Siligardi.

SILIGARDI 6,5 - Mandorlini lo fa entrare nel recupero e si guadagna la punizione che varrà l'1 a 1.

VIVIANI 6 - Si rende pericoloso su soprattutto su calcio piazzato, riuscendo a impegnare in un paio di frangenti Sportiello.

L. GRECO 6,5 - Mette a dura prova Grassi, che per marcarlo a dovere è costretto a compiere qualche fallo di troppo.

JANKOVIC 4,5 - Lascia la sua squadra in inferiorità numerica nel momento più delicato per la formazione di Mandorlini.

TONI SV - Un infortunio al ginocchio lo mette fuori gioco a metà primo tempo, in un contesto dove avrebbe potuto fare la differenza

PAZZINI 5,5 - Si ritrova tra i piedi la palla dell'1 a 0 per il Verona, ma la sciupa malamente.

JUANITO GOMEZ 6 - Tanta buona volontà, ma di concreto non combina granché.

ALL. ANDREA MANDORLINI 6,5 - In svantaggio e con un uomo in meno, azzecca la mossa di far entrare Siligardi a pochi minuti dallo scadere. Con la squadra più sbilanciata in avanti, il Verona guadagna la punizione dalla quale nascerà il gol dell'1 a 1.

(Stefano Belli)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.