BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Pagelle/ Carpi-Fiorentina (0-1): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2015-2016, 4^ giornata)

Pubblicazione:domenica 20 settembre 2015 - Ultimo aggiornamento:domenica 20 settembre 2015, 21.14

Foto Infophoto Foto Infophoto

CARPI-FIORENTINA: I VOTI DEI VIOLA

TATARUSANU 7,5: Man of the match indiscusso: salva i suoi in almeno 3 occasioni. Mostra alcune delle qualità che hanno convinto Paulo Sousa a puntare su di lui in avvio di campionato.

TOMOVIC 5,5: Non sempre attento in chiusura; nel primo tempo rischia di regalare a Borriello il gol del momentaneo vantaggio.

GONZALO RODRIGUEZ 5,5: Così come Tomovic è vittima di vistosi cali d'attenzione nel primo tempo. Un suo disimpegno errato costringe Tatarusanu al prodigio su Borriello.

RONCAGLIA 6,5: Il migliore del reparto arretrato viola. Partita grintosa come sempre, l'argentino si rende protagonista di una scivolata tanto rischiosa quanto bella nel finale di match sul solito Borriello scongiurando il pareggio.

GILBERTO 6: Si limita al compitino. Soffre spesso l'intraprendenza di Gabriel Silva, ma nel finale si spinge in avanti lasciando intravedere le sue potenzialità SUAREZ 6,5: Una delle migliori prestazioni dello spagnolo dall'arrivo in Italia. Detta i tempi al centrocampo ed è sempre presente in fase d'interdizione. In crescita.

BORJA VALERO 7: Tocchi sopraffini, dinamismo, inserimenti intelligenti e generosità. Acclamato dal pubblico viola presenta a Modena, è il vero leader della squadra.

PASQUAL 6,5: Esce dopo soli 45 minuti per un acciacco: nel primo tempo confeziona il cross da cui nasce il gol di Babacar.(dal 46' MARCOS ALONSO 6: Soffre la spinta di Letizia ma lo costringe spesso al ripiegamento. Come sempre dà il meglio nella fase offensiva.)

BERNANRDESCHI 6: Da lui ci si aspetta sempre la giocata da fenomeno, e a volte si resta delusi. Si accende a sprazzi, ma quando lo fa sono dolori per tutti. (dal 76' VERDU' s.v.)

G. ROSSI 5: Assente durante tutto il primo tempo: è ancora l'ombra del giocatore che tutta Italia ha amato. Ha ancora da lavorare sulla condizione prima di poter tornare ad essere "Pepito". (dal 58' KALINIC 6: Tanti movimenti per la squadra, sponde e inserimenti: il croato sarà meno appariscente di Rossi, ma in attesa del vero "Pepito", il suo apporto è fondamentale.)

BABACAR 6,5: Così come i grandi attaccanti, inizia a segnare anche i gol meno belli. Sul cross di Pasqual si fa beffe di Romagnoli dando dimostrazione di tecnica e forza fisica. Decisivo.

ALL. PAULO SOUSA 6,5: I suoi non esprimono un gioco "champagne", ma se chiederete ad un allenatore qual è la qualità più importante per una squadra di calcio lui vi risponderà: "la concretezza". Il portoghese non fa eccezione.

(Dario D'Angelo)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.