BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Pagelle/ Genoa-Juventus (0-2): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2015-2016, 4^ giornata)

Pubblicazione:domenica 20 settembre 2015 - Ultimo aggiornamento:domenica 20 settembre 2015, 17.35

Foto Infophoto Foto Infophoto

PAGELLE GENOA-JUVENTUS (RISULTATO FINALE 0-2): FANTACALCIO, I VOTI DELLA PARTITA (SERIE A 2015-2016, 4^ GIORNATA) - Genoa-Juventus termina 2-0 in favore dei bianconeri grazie all'autogol di Lamanna e alla rete di Pogba su calcio di rigore. Il migliore in campo è sicuramente Pereyra seguito a ruota da Cuadrado. Tra gli uomini di Allegri delude Mandzukic. Nel Genoa buona prova di Laxalt, malissimo invece Izzo. VOTO ARBITRO (Valeri) 6,5 - Rigore ed espulsione ok. Il Genoa si lamenta per un mancato penalty nella ripresa ma le immagini sembrano dar ragione al direttore di gara. CLICCA QUI PER LE PAGELLE DEL GENOA - CLICCA QUI PER LE PAGELLE DELLA JUVENTUS

PAGELLE GENOA-JUVENTUS: FANTACALCIO, I VOTI DELLA PARTITA (SERIE A 2015-2016, 4^ GIORNATA). IL PRIMO TEMPO - La sfida di Marassi rappresenta il crocevia stagionale della Juventus. Lo ha dichiarato ieri in conferenza stampa Massimiliano Allegri che, dopo aver ottenuto l'importante vittoria in Champions contro il temibile Manchester City, pretende i tre punti. L'inizio di campionato non è stato avvincente per i bianconeri con un solo punto conquistato nelle ultime tre gare: urge quindi invertire tendenza al più presto. Il Genoa, pur avendo fin qui offerto un rendimento altalenante, è un ostacolo complicato, soprattutto quando gioca tra le mura amiche del Ferraris. Veniamo subito alle formazioni iniziali delle due squadre. Rispetto alla trasferta di Manchester, la Juventus propone due modifiche: non ci sono Bonucci ed Hernanes, sostituiti rispettivamente da Barzagli e Lemina, all'esordio ufficiale in Serie A. Evra e Lichtsteiner sono gli esterni con Sturaro davanti alla difesa e Pogba interno di centrocampo; davanti Mandzukic è supportato da Cuadrado e Morata.

Nel Genoa Gasperini propone un 4-3-3 iniziale in grado, all'occorrenza, di trasformarsi in un 3-4-3 o anche in un 4-3-1-2. La sorpresa principale è rappresentata dalla scelta di tenere Pandev in panchina; nel tridente offensivo trovano spazio Ntcham, Capel e il recuperato Perotti. Izzo e Cissokho sono i due terzini con Rincon, Dzemaili e Laxalt in mediana. Burdisso guida la difesa assieme a De Maio. L'inizio è tutto di stampo bianconero con la Juventus subito pericolosa con Morata. Iniziativa di Cuadrado sulla destra, pallone che arriva allo spagnolo che dal limite cerca il tiro: Lamanna para senza troppi problemi. Il Genoa fatica a costruire il suo gioco complice l'alto pressing degli avversari. Le vie centrali sono chiuse; qualcosa si inizia a vedere quando gli uomini di Gasperini si affidano alle corsie esterne. All'11 traversone di Perotti (5) dalla sinistra e colpo di testa di Capel appostato nel cuore dell'area di rigore: pallone alto di non molto e brivido per Buffon e compagni. Al 18' Mandzukic (5,5) supera in velocità Burdisson(5,5) e serve in area un bell'assist per Cuadrado: il colombiano viene murato dalla difesa genoana. A metà primo tempo guai per Allegri che perde Morata per un presunto problema muscolare all'inguine: al suo posto entra, senza scaldarsi, Pereyra (6,5). Emergenza che poco dopo si ripete quando anche Cuadrado sembra accusare un problema serio al ginocchio. L'ex Chelsea resiste e fin qui resta in campo. Quando il primo tempo si sta per avviare verso la sua naturale conclusione a reti inviolate ecco l'episodio che non ti aspetti. Minuto 36: iniziativa di Pereyra sulla sinistra che in area apre dalla parte opposta per Pogba (5) che, sotto porta, interviene in spaccata. Il gol sembra scontato ma il pallone colpisce incredibilmente la traversa prima di impattare sul petto di Lamanna (5) e finire in fondo alla rete. Questa rocambolesca autorete decide fin qui il match. La gara per il Genoa si complica ulteriormente quando al 43' Izzo (4,5) abbatte Cuadrado (6,5) lanciato verso la porta: il difensore genoano era già ammonito e Valeri non può far altri che estrarre il secondo giallo. Genoa in dieci uomini.

VOTO PARTITA 6 - Gara piuttosto priva di spunti. Ci pensa un incredibile autogol di Lamanna a ravvivare il match. L'espulsione di Izzo potrebbe regalare una ripresa scoppiettante. VOTO GENOA 5 - Goffo autogol di Lamanna che regala il vantaggio alla Juventus; errore da matita blu per Izzo che lascia i suoi in inferiorità numerica per tutta la ripresa. Questi due errori di singoli giocatori vanificano tutta la tattica preparata da Gaspeirni. MIGLIORE GENOA RINCON 6 - Uno dei più propositivi. Cerca sempre la giocata più semplice e spesso risulta efficace alla causa. PEGGIORE GENOA IZZO 4,5 - In difficoltà fin dai primi minuti. Si prende un giallo evitabile poi combina la frittata abbattendo Cuadrado. Lascia i suoi in dieci uomini. VOTO JUVENTUS 6,5 - Nonostante il ko di Morata gli uomini di Allegri non si scompongono e trovano il meritato vantaggio. Con l'uomo in più dovrebbe essere un gioco da ragazzi mantenere almeno l'1-0. MIGLIORE JUVENTUS CUADRADO 6,5 - Le sue accelerazioni mandano in tilt una difesa piuttosto allegra. Causa l'espulsione di Izzo. PEGGIORE JUVENTUS POGBA 5 - Prestazione piuttosto anonima per il centrocampista. Il francese entra nell'azione del gol ma commette un grave errore: uno come lui deve segnare da quella posizione e non sperare che sia un rimpallo fortuito a spingere il pallone in fondo alla porta. VOTO ARBITRO (Valeri) 6 - Giusta l'espulsione di Izzo. Avrebbe potuto ammonire Lemina autore di molti falli.


  PAG. SUCC. >