BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Risultati Liga / Le partite i marcatori e la classifica aggiornata (4^giornata, 18-20 settembre 2015)

Risultati Liga, le partite i marcatori e la classifica aggiornata (4^giornata, 18-20 settembre 2015). Facciamo il punto sul campionato spagnolo dopo la quarta giornata stagionale

Lionel Messi, attaccante Barcellona (Infophoto) Lionel Messi, attaccante Barcellona (Infophoto)

Nella Liga spagnola le due formazioni di Madrid, Real ed Atletico, portano il loro attacco alla capolista Barcellona che reagisce da par suo e si mantiene in testa alla classifica a punteggio pieno dopo 4 giornate. Una classifica che vede due belle sorprese al secondo posto a pari punti, 10, con la formazione di Rafa Benitez, il Villareal ed il Celta Vigo, che in questo turno si sono imposte contro l’Athletic Bilbao ed il Siviglia, la prima in casa e la seconda in trasferta. Situazione curiosa anche in coda alla classifica dove a 2 punti sono rimaste appaiate ben 5 squadre, Las Palmas, Levante, Malaga, Real Sociedad e lo stesso Siviglia, autore di una partenza di campionato deficitaria e non degna di una formazione che prende parte alla Champions League. Sopra di loro troviamo tre formazioni a 3 punti, Granada, Getafe ed Athletic Bilbao; poi a 4 si trova il Rayo Vallecano ed a 5 punti un altro terzetto, composto dal Betis Siviglia, Sporting Gijon e Deportivo al Coruna. Alle spalle dell’Atletico Madrid, che ha 9 punti, si trovano l’Eibar con 7 ed il Valencia con 6. Il Real Madrid vince con il Granada, ma facendo molta fatica e rischiando anche di andare in svantaggio prima del vantaggio di Benzema che toglie le castagne dal fuoco alla squadra di Benitez. L’1-0 consente di mantenere inviolata la rete dei blancos e Keylor Navas raggiunge così Casillas nel record di imbattibilità che era detenuto con 450 minuti da Casillas dalla stagione 2008 – 2009. Dopo aver segnato 8 reti in solo 4 giorni, Cristiano Ronaldo è rimasto all’asciutto, ma tutto il Real ha stentato dopo aver realizzato 15 reti in totale nelle ultime 3 gare disputate, compresa quella di Champions League. Keylor Navas ha dovuto fare due parate decisive ed il Real è stato salvato anche da alcune chiamate dubbie dei guardalinee sui fuorigioco degli avversari e principalmente in una occasione, sulla rete annullata ad El Arabi. Il Real non ha ripetuto così la goleada con la quale sommerse il Granada nell’incontro giocato in aprile nella scorsa edizione della Liga, 9–1, e deve anche ringraziare le occasioni sprecate dall’attaccante avversario Success. Benitez in questa gara ha dovuto fare a meno sia di Bale, quanto di Ramos, James Rodriguez e Danilo, ma Kovacic è rimasto ancora una volta in panchina ed il tecnico ha schierato i suoi uomini con il 4-4-2. Il vantaggio del Real è arrivato nella ripresa, con Benzema che ha messo in rete con un colpo di testa su un bel cross che Isco aveva eseguito dalla sinistra. Poi il Granada ha messo di nuovo in pericolo la porta difesa da Keylor Navas e dall’altra parte Ronaldo ha continuato a cercare la rete personale, ma non ci sono state altre reti e la gara si è chiusa sull’1–0 a favore dei blancos. Anche l’Atletico Madrid vince nella ripresa, passando con il risultato di 2–0 sul terreno dell’Eibar. Per la formazione allenata da Diego Simeone ancora una volta a segno l’ex milanista Torres, autore della rete del raddoppio, al 32esimo, mentre 15 minuti prima aveva aperto le marcature Correa. Nella formazione locale in campo anche l’italiano Simone Verdi. Il Valencia ha pareggiato per 0–0 la partita casalinga con il Betis Siviglia, nella quale è sceso in campo per gli ospiti anche l’ex viola Joaquin. Dopo la pesante sconfitta contro il Real Madrid, l’Espanyol si è rifatto alla grande, andando a vincere per 3–2 la gara di san Sebastiano sul terreno della Real Sociedad. Un match che ha visto i locali passare in vantaggio con Agirrexte dopo 20 minuti di gioco, subire il capovolgimento di fronte con le due reti di Gerard Moreno su rigore e di Roco, poi pareggiare con Jonathas al 41esimo della ripresa. Quando tutto sembrava fatto, arriva al 45esimo la rete della vittoria dell’Espanyol, segnata da Hernan Perez. Nel corso della gara, 5 ammoniti ed un espulso, il portiere della Real Sociedad, Rulli. Nell’anticipo del venerdì sera il Getafe aveva battuto il Malaga per 1–0 con una rete messa a segno da Scepovic dopo appena 2 minuti di gioco. Anche in questa gara molti cartellini gialli, 7, mostrati dall’arbitro. La gara più importante della domenica era quella che opponeva il Barcellona al Levante e che i catalani si sono aggiudicati per 4-1, con Messi che ha realizzato una doppietta, ma ha anche sbagliato un calcio di rigore. La prima rete del Barcellona è stata realizzata da Bartra, poi è arrivato il raddoppio da parte del brasiliano Neymar e le due reti di Messi. Per la formazione ospite è andato in rete Casadeus. Per il Barcellona si è trattato quasi di una formalità, ma nel primo tempo, che si è chiuso sullo 0–0 ha giocato troppo sotto ritmo. Diverso il canovaccio in apertura di ripresa con le prime due reti in 11 minuti. Il rigore sbagliato da Messi aggiorna una statistica poco felice per il bomber argentino, 2 sbagliati su 3 calciati da quando è iniziata la stagione 2015–2016. Nel Barcellona era assente Piquè per squalifica. Il Siviglia subisce un sconfitta casalinga per 2–1 ad opera del Celta Vigo, che nel primo tempo segna 2 reti con Nolito e Wass prima che sia scoccata la mezzora. Nella ripresa il Siviglia reagisce e segna con l’ex juventino Llorente dopo 9 minuti ma poi non riesce a pareggiare. Partita molto combattuta con 8 ammoniti ed un espulso, Jonny del Celta Vigo. Vittoria esterna anche dello Sporting Gijon sul campo del Deportivo La Coruna. Gli ospiti si impongo per 3–2 con le reti segnate tutte nel primo tempo. Passa in vantaggio la formazione ospite che si trova sul 2–0 in suo favore dopo 8 minuti con una doppietta di Sanabria, poi la reazione dei padroni di casa che pareggiano con reti di Juanfran e Luis Alberto. La rete decisiva segnata dopo 34 minuti da Alex Menendez. Il Villareal vince per 3–1 contro l’Athletic Bilbao, passando in vantaggio con Bruno alla fine del primo tempo e segnando la seconda e terza rete con Mario e Leo Baptistao nella ripresa. Goal della bandiera per gli ospiti a tempo quasi scaduto con il subentrato Aduriz. Nell’ultima gara della giornata altra vittoria in trasferta con il Rayo Vallecano che sbanca il campo di Las Palmas per 1–0 con una rete di Javi Guerra al 42esimo del primo tempo.