BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Risultati Premier League / Le partite, i marcatori e la classifica aggiornata (6^ giornata, 19-20 settembre 2015)

Risultati Premier League. Le partite, i marcatori e la classifica aggiornata alla sesta giornata del 19-20 settembre 2015. Chelsea batte Arsenal, prima sconfitta per il Manchester City

Infophoto Infophoto

Nella sesta giornata della Premier League si ferma la corsa del Manchester City che dopo la sconfitta contro la Juventus in Champions League, inciampa nuovamente in casa, perdendo per 1 – 2 contro il West Ham United. La formazione di pellegrini incassa anche i primi due goal stagionali in Premier. La sconfitta dei Citizens permette ai "cugini" del Manchester United di portarsi a due soli punti di distanza in classifica, 13, precedendo una coppia formata da due rivelazioni, il West Ham United ed il Leicester City, con la formazione di Ranieri che anche in questa giornata ha effettuato una rimonta pareggiando 2 – 2 in casa dello Stoke City.

Rialza la testa anche il Chelsea che vince per 2 – 0 il derby londinese contro l’Arsenal, e si porta a quota 7 in classifica insieme al Bournemouth. Delude anche il Liverpool fermato in casa sull’1 – 1 dal Norwich City, in uno dei pareggi di giornata. Ora la formazione di Roger è a 8 punti in classifica, insieme agli stessi avversari ed è preceduta da un gruppo di squadre a quota 9, con l’atra squadra di Liverpool, l’Everon, insieme ai gallesi dello Swansea, al Watford, al Tottenham ed al Crystal Palace. L’Arsenal, nonostante la sconfitta a Stamford Bridge, resta a 10 punti in classifica in quinta posizione. Nelle retrovie Sunderland e Newcastle sono le ultime, a quota 2, precedute da Stoke City a 3, Aston Villa a 4 e Southampton a 6 punti. Una classifica che potrebbe vedere presto altre variazioni, visto che è in programma un turno infrasettimanale. La capolista Manchester City non ha ancora smaltito la sberla che le ha rifilato la Juventus ed ha incasellato la prima sconfitta, per giunta casalinga, contro il West Ham United. La sconfitta della formazione di pellegrini rappresenta la vera sorpresa della Premier League ed il West Ham continua nel suo filotto di vittorie contro le grandi del campionato, battendo la squadra di Pellegrini dopo aver fatto lo stesso con Liverpool ed Arsenal. Gli ospiti passano all’Ethiad mettendo a segno la prima rete al sesto minuto con Moses e raddoppiando alla mezzora con Sakho. Il Manchester City reagisce e dimezza le distanze prima di andare negli spogliatoi con una rete di De Bruyne, ma nella ripresa, nonostante il continuo arrembaggio alla porta del West Ham, non riesce a raggiungere ilo pareggio. Alla fine per il gioco espresso il City non ha meritato la sconfitta, ma gli uomini di Pellegrini sono partiti troppo a rilento e si sono svegliati solo dopo essere andati sotto di due reti. Un’altra partita da segnalare in questa giornata è quella vinta dal Bournemouth per 2 – 0 sul Sunderland, visto che si tratta della prima vittoria casalinga della sua storia nel massimo campionato inglese. Ancora una buona prestazione del Leicester di Ranieri, squadra che va sotto ma che non muore veramente mai. Lo svantaggio iniziale del Leicester è causato da una rete messa a segno dopo 13 minuti dall’ex Barcellona e Roma, Bojan, poi lo Stoke raddoppia con Walters che approfitta di un errore difensivo. La riscossa dei ragazzi di Ranieri avviene nella ripresa grazie alle reti di Mahrez su rigore e di Vardy che mette in rete un assist dello stesso Mahrez.

Per ottenere il 2 – 0 sul Sunderland, al Bournemouth bastano solo 9 minuti con 2 reti segnate prima Wilson e poi da Ritchie. Il Sunderland poi si vede anche espellere Kaboul e la partita fila via liscia sino al finale. Anche il Watford fa una impresa, vincendo in trasferta per 2 – 1 sul campo del Newcastle. Odlio Ighalo, ex Udinese, con una doppietta, è il massimo protagonista della gara; la sua prima rete arriva dopo 10 minuti di gioco grazie ad un assist ricevuto da Capouè, mentre la seconda, dopo altri 18 minuti, è frutto di una azione personale del giocatore nigeriano, che deposita in rete dopo aver dribblato anche il portiere avversario. Nella ripresa il Newcastle riesce ad accorciare le distanze con Janmaat, ma deve arrendersi al Watford. Il derby londinese premia il Chesea contro l’Arsenal. Come di consueto il match tra la formazione di Mourinho e quella di Wenger non è stato esente da polemiche come quelle sull’espulsione di Gabriel a fine primo tempo, dopo una litigata con Diego Costa che costa un’ammonizione a tutti i due giocatori, ed un successivo calcetto che fa estrarre all’arbitro il cartellino rosso. Il vantaggio per i Blues di Mourinho arriva nella ripresa con Zouma, che ribatte in rete una respinta su punizione calciata da Fabregas. In seguito viene espulso anche Cazorla e con 2 uomini in più il Chelsea non deve far altro che controllare la gara e riesce anche a raddoppiare alla fine, con una rete di Hazard. L’ultima partita disputata sabato è stata chiusa in pareggio, a reti inviolate, tra Swansea ed Everton.

Nelle gare della domenica Pellè disputa una grande gara, realizzando una doppietta per il suo Southampton in casa contro il Manchester United, ma i Red Devils si prendono la partita ed il secondo posto in classifica per 3 – 2 con una doppietta dell’ex Monaco Martial, a cui si aggiunge una rete messa a segno da Mata. Per la formazione di Van Gaal dopo aver subito al seconda rete di Pellè, c’è anche una grande parata del portiere spagnolo, De Gea, che salva il risultato per i suoi colori. Il Tottenham risale in classifica ed ora si trova a metà gruppo grazie alla vittoria casalinga sul Crystal Palace. La rete decisiva per gli Spurs è di Son quando mancano 22 minuti alla fine della partita, e con i tre punti c’è anche l’aggancio agli odierni avversari. A pari merito, ad 8 punti, anche Norwich e Liverpool, con i primi che ottengono un buon pareggio ad Anfield pareggiando con Martin la rete del vantaggio dei Reds, messa a segno da Ings.