BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Italia-Polonia/ World Cup volley 2015, il pronostico di Luca Cantagalli (esclusiva)

Pubblicazione:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

ITALIA-POLONIA WORLD CUP VOLLEY 2015: IL PRONOSTICO DI LUCA CANTAGALLI (ESCLUSIVA) - Una partita da brividi, così è stata Italia-Argentina nella World Cup volley 2015: è finita 3-2 al tie break e ora gli Azzurri, che hanno sempre vinto se non contro gli Stati Uniti, hanno la grande possibilità di battere la Polonia (alle ore 3:30 della notte italiana) di mettere le mani sulla qualificazione per le Olimpiadi di Rio 2016. Gianlorenzo Blengini ci crede: certo non sarà affatto semplice superare i campioni del mondo ma questa Italia ha già entusiasmato ed è andata oltre i propri limiti (per esempio con il 3-0 sulla Russia) e per dirla tutta anche in caso di sconfitta la qualificazione olimpica potrebbe arrivare con una vittoria dell'Argentina sugli Stati Uniti. Insomma due incroci importanti per una nazionale che in ogni caso in Giappone ha fatto vedere grande volley. Per presentare questa Italia-Polonia della World Cup 2015 IlSussidiario.net ha contattato in esclusiva Luca Cantagalli.

Una partita da brividi quella con l'Argentina... E' stata una partita dura, ostica; conosciamo bene Julio Velasco e il modo in cui sa motivare le sue nazionali e farle giocare in un certo modo. Non è stato semplice, ma abbiamo vinto.

E' emerso il carattere degli Azzurri? Sì, sono stati bravi a crederci e non mollare mai, nemmeno nei momenti più difficili del quinto set. Tutto questo è sintomo di maturità, di un Italia che c'è fino in fondo.

La World Cup dell'Italia è stata dunque di ottimo livello? Sicuramente è così, quando una squadra vince così tanto il suo livello è massimo. Certo abbiamo perso contro gli Stati Uniti; ma intanto si tratta di una grande nazionale, e in più non si può certo pensare di vincere tutte le partite in una competizione con così tante sfide. E' un'esperienza che ha fatto parte anche della mia carriera di giocatore.

La nazionale di Blengini è in notevole progresso: è la condizione fisica il segreto di questi successi? C'è la condizione fisica, ma è anche importante l'aspetto mentale, la concentrazione che devi avere partita dopo partita. Ci sono stati spostamenti, tanti incontri, cose che l'Italia ha sempre affrontato al meglio in questa World Cup.

Ora la Polonia: come dovremo fare per batterla? Dovremo semplicemente giocare bene, giocare palla su palla, non mollare mai il risultato e approfittare delle varie situazioni contingenti che avverranno durante la partita.

Quali sono i punti forti e quelli deboli della nazionale campione del mondo? La Polonia è forte in attacco e a muro; ha dei centrali e un opposto molto validi. Diciamo così: non dobbiamo metterla sul piano fisico e cercare di tirare più forte di loro, perchè su quello sono superiori. Bisognerà avere molta pazienza e anche un po' d'astuzia per vincere quest'incontro.

Nel caso la nostra qualificazione dipendesse da Argentina-Stati Uniti pensa che la nazionale argentina possa battere gli americani? Meglio puntare sulle nostre forze che affidarci ad altre partite. L'Argentina poi non ha più motivazioni importanti in questa World Cup, anche se Velasco è uno che non vuole mai perdere. Cerchiamo di battere la Polonia quindi...

Il suo pronostico finale sulla World Cup 2015? Non è importante chi vincerà, quello che conta è chi si qualificherà per Rio, quali saranno le due squadre che andranno in Brasile.

E se accadesse potremo anche sognare di vincere l'oro a Rio? Aspettiamo, è troppo presto per pensare queste cose; prima pensiamo a qualificarci, poi si vedrà al momento giusto.

(Franco Vittadini)



© Riproduzione Riservata.