BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Risultati Serie A/ Diretta gol livescore e classifica aggiornata. Finali! Inter sempre più sola (oggi 23 settembre 2015, 5^ giornata)

Risultati Serie A, diretta gol livescore e classifica aggiornata: va in scena oggi il primo turno infrasettimanale della stagione, siamo alla quinta giornata del torneo (23 settembre)

Foto Infophoto Foto Infophoto

Sono finite le partite della quinta giornata del campionato di Serie A, in attesa del posticipo di domani sera Empoli-Atalanta. E' la giornata dell'Inter: i nerazzurri vincono con un gol di Felipe Melo e approfittano del mezzo passo falso di tutte le big. La Roma cade a Genova, battuta 2-1 dalla Sampdoria (clamoroso autogol di Manolas dopo il pareggio di Salah), il Napoli dopo i 10 gol in due partite non segna a Carpi e viene frenato dal Carpi, la Juventus domina il Frosinone ma non la chiude e subisce il pareggio-beffa al 92'. Dunque l'Inter vola a +7 sulla Roma, +9 sul Napoli e +10 sulla Juventus, oltre ad avere 6 punti di vantaggio sul Milan: volano con il vento in poppa i nerazzurri, che domenica sfidano quella che è la prima inseguitrice e cioè la Fiorentina, che con Blaszczykowski e Kalinic ottiene la quarta vittoria in cinque partite e ora si prepara ad agganciare la vetta. Le sorprese non finiscono: terza e quarta sono Sassuolo e Chievo, che vincono ancora e ribadiscono il loro ruolo di favole in questo ottimo avvio di stagione, mentre crollano il Palermo e il Genoa (alla terza sconfitta consecutiva) che perdono colpi e risale la Lazio, che in casa non ne sbaglia una ma deve ritrovare continuità per fare definitivamente il salto di qualità. 

Nella quinta giornata di Serie A anche l'Inter capolista sblocca la partita: al 56' minuto di gioco Felipe Melo trova il colpo di testa vincente sul calcio d'angolo di Alex Telles e la coppia arrivata dal Galatasaray confeziona il gol che per ora significa fuga nerazzurra. Al 69' invece la Roma pareggia a Marassi: Pjanic pesca in area Mohamed Salah, grande conclusione dell'egiziano che trova il secondo gol consecutivo dopo quello (splendido) realizzato al Sassuolo e riporta in equilibrio la partita. Roma al momento a 9 punti in classifica, gli stessi della Lazio che sta battendo il Genoa, la Sampdoria salirebbe a 8. Sblocca anche la Fiorentina: al 72' minuto primo gol in Serie A di Kuba Blaszczykowski. 

Cambiano due risultati in avvio di secondo tempo: vantaggio della Juventus che dopo tante occasioni sblocca la partita grazie al gol realizzato da Simone Zaza, il primo ufficiale con la maglia bianconera. E' invece il sesto in questo campionato per Eder, che al 50' minuto di gioco calcia una punizione dai 24 metri e beffa De Sanctis con una conclusione imparabile alla sinistra del portiere. 

Due gol in 45 minuti e otto partite: questo il magro bilancio nella quinta giornata del campionato di Serie A, almeno per quanto riguarda i primi tempi. Hanno sbloccato soltanto la Lazio (Filip Djordjevic) e il Sassuolo (Sergio Floccari), entrambi al 35' minuto; pareggiano senza reti Inter (contro il Verona), Juventus (contro il Frosinone) e Napoli (a Modena, contro il Carpi). Speriamo che nel secondo tempo le cose possano migliorare e possiamo assistere a più gol in questa quinta giornata finora avara di reti (ma non di emozioni). 

35 minuti senza gol, poi cambiano contemporaneamente due risultati nella quinta giornata di Serie A. La Lazio si porta in vantaggio contro il Genoa, primo gol in campionato di Filip Djordjevic che stacca benissimo sul cross dalla sinistra di Lulic e infila Lamanna. Allo stesso minuto, ma a Palermo, arriva il vantaggio del Sassuolo: Sergio Floccari per due volte va vicino al bersaglio grosso con il tiro da fuori, alla terza occasione non sbaglia mandando il pallone all'angolino alla sinistra di Colombi. 

Risultati Serie A: finalmente siamo pronti a vivere le partite di questa quinta giornata del campionato di Serie A 2015-2016. Dopo aver assistito alla vittoria con brivido del Milan sul campo dell'Udinese torniamo per altre otto partite molto interessanti: la possibile fuga dell'Inter, il riscatto della Juventus, le conferme del Napoli, la risalita della Lazio e la caccia del Torino alla vetta della classifica. Questo e non solo nelle gare della quinta giornata che, ricordiamo, si chiuderà con Empoli-Atalanta che è il posticipo di domani sera (ore 20:45). E dunque, buon campionato a tutti. 

Risultati Serie A: dopo l’anticipo di ieri sera fra l’Udinese e il Milan, match chiusosi con la vittoria rossonera per tre reti a due, oggi in campo tutte le formazioni di Serie A, al di là del posticipo di domani sera fra Empoli e Atalanta. Un turno, il quinto del campionato 2015-2016, decisamente favorevole all’Inter, la capolista indiscussa con 12 punti conquistati sui 12 disponibili. La compagine nerazzurra ospiterà a San Siro l’Hellas Verona, squadra decisamente alla portata degli uomini meneghini. Dietro, invece, si registrano sfide alquanto ostiche, come quella del Torino (seconda in classifica), che giocherà contro il Chievo a Verona. La Roma, è impegnata invece in trasferta contro la Sampdoria, mentre la Juventus, che giocherà in casa contro il Frosinone, per ora non sembra impensierire più di tanto. L’unico club che non dovrebbe avere grossi problemi, oltre all’Inter, potrebbe essere la Fiorentina, che ospiterà al Franchi la neo-promossa Bologna 

Primo turno infrasettimanale nel campionato di Serie A 2015-2016: dopo aver assistito all’anticipo Udinese-Milan (2-3 il risultato finale), prosegue questa sera il programma della quinta giornata che si concluderà domani con il posticipo Empoli-Atalanta. Tutte le partite si giocano alle ore 20:45; gare interessanti per confermare uno stato di forma particolarmente brillante o per rilanciarsi da un periodo buio, al termine del turno si andrà a vedere come sarà cambiata una classifica nella quale al momento l’Inter veleggia in testa a punteggio pieno 

Dunque andiamo a vedere quali sono le partite che ci attendono: si tratta di Carpi-Napoli, Chievo-Torino, Fiorentina-Bologna, Inter-Verona, Juventus-Frosinone, Lazio-Genoa, Palermo-Sassuolo e Sampdoria-Roma, mentre come detto domani sera (sempre alle 20:45) ci sarà Empoli-Atalanta. Inter impegnata contro un Verona che sarà senza Luca Toni e che fino a oggi non ha ancora vinto in questo campionato; per di più gli scaligeri non sono mai usciti dalla San Siro nerazzurra con una vittoria. Prima inseguitrice in classifica è il sorprendente Torino di Giampiero Ventura, che però deve vedersela in casa di un Chievo che ha subito soltanto 3 gol e che rimane nelle prime posizioni della classifica. La Fiorentina, terza, non può lasciarsi sfuggire i tre punti al Franchi, dove ospita un Bologna reduce dalla prima vittoria; i viola hanno più potenziale qualitativo e più soluzioni nella rosa, per Paulo Sousa una partita da non sbagliare. La Roma fermata dal Sassuolo all’Olimpico (per la terza volta consecutiva) va a Marassi: campo difficile dove la Sampdoria ha sempre vinto dando anche spettacolo, partita da tripla e aperta a qualunque risultato. Ad approfittarne potrebbe essere proprio il Sassuolo, ancora imbattuto; tuttavia gli emiliani giocano in casa di un Palermo che per il momento intravede l’Europa. La Juventus ha finalmente vinto la prima partita e sembra essere in ripresa; Massimiliano Allegri e i suoi non possono sbagliare la partita contro il Frosinone, che dal canto suo va ancora a caccia del primo storico punto in Serie A e darà il tutto per tutto allo Stadium. Definitivamente guarito anche il Napoli, che ha segnato 10 gol nelle ultime due partite giocate: per Maurizio Sarri conferme in vista al Braglia di Modena, dove il Carpi cerca la prima vittoria della sua stagione. Chi ha bisogno di immediato riscatto è la Lazio, 9 gol subiti nelle due trasferte giocate: troppo brutta per essere vera, la squadra di Stefano Pioli ospita un Genoa reduce da due sconfitte consecutive ma che nell’Olimpico biancoceleste ha sempre fatto risultato negli ultimi anni. Il posticipo Empoli-Atalanta è una sfida diretta per la salvezza: toscani reduci dalla prima vittoria stagionale, Atalanta frenata in extremis dal Verona e ora a caccia di tre punti pesanti.