BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Pagelle/ Empoli-Atalanta (0-1): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 5^giornata)

Edoardo Reja, 69 anni, allenatore dell'Atalanta (INFOPHOTO)Edoardo Reja, 69 anni, allenatore dell'Atalanta (INFOPHOTO)

Empoli

Nonostante il gol subito rimane attento e concentrato per tutti i 90 minuti di gioco.

Si perde la marcatura di Toloi sullo 0-1 e anche nelle altre fasi in cui bisogna difendere si macchia di errori che non ci si aspetta da lui.

Il migliore in difesa, anche se non può far nulla per evitare il gol di Toloi.

Assieme a Tonelli forma la coppia di centrali in difesa, il tridente d'attacco dell'Atalanta gli dà parecchio filo da torcere e a fine gara esce dal campo quasi col mal di testa.

Poco appariscente in campo, di lui si ricordano partite migliori di questa.

Spesso arretra in difesa a dare una mano, per questo si affaccia poco in attacco.

Dopo essere andato in gol contro l'Udinese, stasera mostra qualche altra bella giocata: in futuro potrebbe essere una delle colonne portanti di questo Empoli.

Nel primo tempo ci prova dalla distanza, ma a parte questo in campo non combina granché. Nell'intervallo Giampaolo decide di sostituirlo.

Prende il posto di Ronaldo, ma non è esente da errori, perdendo qualche pallone di troppo che poteva costare caro alla formazione toscana.

Il migliore dei suoi per distacco: veloce, intraprendente, in grado di spiazzare la difesa avversaria, gli manca il gol solo perché Sportiello fa un intervento prodigioso.

Nonostante l'età, è uno di quelli che corre di più in campo, ma anche lui non vede la porta. Nel finale, esausto, lascia il posto a Pucciarelli.

Entra nel finale sebbene non fosse in condizioni fisiche ottimali, eppure rischia di guadagnarsi un calcio di rigore anticipando Toloi che lo spinge, l'arbitro Gavillucci però non vede.

Il centravanti classe 1996, al debutto in Serie A, inizia bene proponendosi spesso nell'area di rigore dell'Atalanta, ma cala col passare dei minuti fino a sparire quasi dal campo, nell'intervallo Giampaolo decide di sostituirlo. Avrà bisogno di altre occasioni per mettersi in mostra.

Protagonista degli scambi con Saponara, arriva vicino al tiro senza però inquadrare lo specchio della porta.

Forse troppo affrettati i due cambi a inizio ripresa (e se si fosse fatto male qualcuno nel finale?), fa giocare Mario Rui in una posizione a lui non congeniale.