BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Inter-Fiorentina: quote e ultime novità. La sorpresa dalla panchina (domenica 27 settembre 2015, Serie A 6^ giornata)

Probabili formazioni Inter-Fiorentina: quote, le ultime novità sui moduli e i titolari della partita di Serie A valida per la sesta giornata (oggi domenica 27 settembre 2015)

Infophoto Infophoto

Manca ormai pochissimo all'inizio del big match della sesta giornata di Serie A tra la capolista Inter e la Fiorentina, entrambe tra le migliori formazioni di queste prime giornate. In attesa di avere l'ufficialità delle formazioni, nei probabili titolari non figurano Palacio e Pepito Rossi ma potrebbero rivelarsi molto utili a partita in corso, trasformandosi nella classica sorpresa dalla panchina. Mancini e Paulo Sousa sanno di avere in panchina dei campioni incredibili ma che in questo momento per svariati  motivi non riescono a trovare spazio tra i titolari. Per Rodrigo Palacio il motivo è spiegato dall'esplosione di Jo Jo Jovetic che ovviamente in questo momento non può essere tolto dagli undici perché troppo determinate: eppure per El Trenca una possibilità nel secondo sarà certamente provata, dove potrà cercare di elevare la squadra che sarà stanca e con il suo gioco di sponda potrà essere molto molto utile. Per Pepito la situazione è diversa: deve solo ritrovare la condizione dopo mesi di difficoltà e infortuni terribili: sta giocando con il contagocce ma anche stasera contro l'Inter potrebbe entrare e cambiare il ritmo alla viola permettendogli un gioco d'attacco che nessun degli altri attaccanti può garantire.

Probabili formazioni Inter-Fiorentina: per quanto riguarda la formazione nerazzurra mister Roberto Mancini recupera Juan Jesus e Murillo ma entrambi dovrebbero partire dalla panchina. Rispetto alla formazione che ha sconfitto a San Siro l'Hellas Verona ci saranno un paio di cambi con Brozovic che giocherà al posto di Guarin e Jovetic per Ljajic. A trequarti campo confermato Perisic. In casa viola Sousa opta per Kalinic al centro dell'attacco, con Babacar destinato alla panchina. Ballotaggio Bernardeschi-Ilicic a trequarti campo, sicuro invece di un posto fisso Borja Valero. In difesa Astori è in vantaggio su Tomovic, a sinistra confermato Alonso. 

Tra le partite della sesta giornata di campionato spicca senz'altro il big match tra Inter e Fiorentina. Due squadre che al momento occupano la testa della classifica, con l'Inter di Mancini ancora a punteggio pieno dopo le primi cinque giornate di campionato e la Fiorentina di Paulo Sousa subito dietro, a tre punti di distanza. Lo scorso anno la sfida non sapeva affatto di scudetto, considerando l'annata negativa dei nerazzurri: all'andata (5 ottobre 2014 al Franchi di Firenze) i viola trionfarono 3 a 0 grazie alle marcature di Babacar, Cuadrado e Tomovic; al ritorno (1 marzo 2015 al Meazza di Milano) la Fiorentina, allora allenata da Vincenzo Montella, espugnò il campo dell'Inter battendola 0-1, il gol vittoria portò la firma di Salah, oggi alla Roma. Il bilancio degli scontri diretti tra Inter e Fiorentina, considerando la finestra temporale dal 1998 a oggi, è il seguente: venti successi per i nerazzurri, otto vittorie per i viola e appena quattro pareggi su trentadue precedenti. 

Alle ore 20.45 di questa sera si chiuderà la domenica della sesta giornata di Serie A con il big match meneghino. In diretta dallo stadio Meazza, i padroni di casa dell’Inter ospiteranno la Fiorentina, scontro fra prima e seconda in classifica. Una partita che registra praticamente il gran completo visto che sono solo due, uno da ambo le parti, i giocatori che non potranno scendere in campo. Roberto Mancini ha recuperato tutti gli infortunati ad eccezione del solo terzino sinistro Dodò. In casa Fiorentina, invece, non ce la fa Bakic, che dovrebbe tornare fra circa due mesi.

Grande sfida in programma questa sera allo stadio San Siro, alle ore 20.45. La prima in classifica, i padroni di casa dell’Inter, ospiteranno la Fiorentina, che insegue in seconda posizione, distanziata di tre lunghezze. Per il match in questione, valevole per il sesto turno del campionato di Serie A 2015-2016, i nerazzurri dovranno fare a meno del terzino Danilo D’Ambrosio. L’ex Torino è stato vittima di un incidente stradale mentre stava tornando a casa dopo l’allenamento alla Pinetina. Il calciatore se l’è cavata con solo tanto spavento ma le sue condizioni fisiche verranno monitorate nelle prossime ore, e di conseguenza non ci sarà per la gara di oggi.

Inter-Fiorentinasi gioca oggi alle ore 20.45 presso lo stadio Giuseppe Meazza di San Siro. Il posticipo serale della sesta giornata del campionato di Serie A 2015-2016 è senza dubbio il big-match di questo turno. Basta dare uno sguardo alla classifica per capire il perché: l'Inter è prima a punteggio pieno, la Fiorentina è seconda e insegue con un ritardo di tre lunghezze. Finora il punto di forza delle due squadre è stato lo stesso: solidità e pochi gol subiti, ma speriamo che lo spettacolo possa avere la meglio in una partita così importante, che per i nerazzurri potrebbe significare l'inizio di una fuga vera e propria mentre i viola sognano l'aggancio. Andiamo allora a studiare più da vicino quelle che sono le probabili formazioni di Inter-Fiorentina.

Le quote Gazzabet per Inter-Fiorentina, partita valida per la sesta giornata del campionato di Serie A 2015-2016, ci forniscono le seguenti informazioni: vittoria Inter (segno 1) a 1,76; pareggio (segno X) a 3,50; vittoria Fiorentina (segno 2) a 4,50.

Roberto Mancini riproporrà il modulo 4-3-2-1 con cui ha vinto le prime cinque di campionato. Per quanto riguarda la difesa l'impiego di Murillo rimane in forse, il colombiano non è ancora al cento per cento dopo l'elongazione dell'adduttore destro e quindi torna a disposizione ma dovrebbe restare in panchina. Per questo Medel potrebbe essere confermato in mezzo alla retroguardia, dove ha agito nelle ultime partite con ottimi risultati; al suo fianco Miranda. Torna a disposizione anche Juan Jesus ma pure lui sembra destinato alla panchina: i terzini quindi dovrebbero essere di nuovo Santon e Telles. A centrocampo Felipe Melo è ormai inamovibile ed anche Kondogbia dovrebbe mantenere il posto da titolare, mentre come mezzala potrebbe essere la volta di Brozovic. Davanti dovrebbe esserci il grande ex Jovetic, mentre difficilmente ci sarà Ljajic perché è probabile che con il montenegrino ci sia Perisic alle spalle della punta centrale, naturalmente Icardi.

Nella probabile formazione viola si può ipotizzare qualche cambiamento significativoe. In porta giocherà sempre Tatarusanu, davanti a lui difesa a quattro con Tomovic a destra, Marcos Alonso a sinistra e la coppia centrale formata con ottimi risultati finora da Gonzalo Rodriguez e Astori. A centrocampo Paulo Sousa non rinuncerà a Borja Valero, al suo fianco probabilmente Mario Suarez (che era stato seguito dall'Inter): con il modulo 4-2-3-1 sulla trequarti Gilberto a destra, Ilicic centrale e Bernardeschi a sinistra dietro all'unica punta Kalinic che ha avuto un ottimo inizio di stagione. Una possibile variabile potrebbe naturalmente essere l'inserimento del polacco Blaszczykowski, che mercoledì è stato decisivo.