BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Atalanta-Sampdoria (2-1): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2015-2016, 6^ giornata)

Foto Infophoto Foto Infophoto

Non ha responsabilità sui due gol, quando può neutralizza sempre gli attaccanti dell'Atalanta.

Il più giovane giocatore in Serie A, classe 1998, paga tutta la sua inesperienza commettendo diversi errori, poi migliora col passare dei minuti ma, essendo già ammonito, Zenga decide di toglierlo dal campo.

Lotta spesso con Migliaccio, con il quale si scontra più volte in mezzo al campo.

Autore del grottesco autogol che regala l'1-0 all'Atalanta, uno svarione imperdonabile che di fatto compromette la partita della Sampdoria. È comunque bravo a non perdere la testa e a fare altre gravi leggerezze.

Qualche errore di troppo per lui che dovrebbe garantire più solidità in mezzo alla difesa.

Viene messo a dura prova dal tridente offensivo dell'Atalanta, ed è costretto ad intervenire duro per fermarlo.

Zenga si aspetta molto di più da lui, che invece si limita a fare il compitino e sbaglia pure qualche disimpegno.

Si guadagna qualche punizione, ma anche lui commette falli, contribuendo a spezzettare il gioco.

Meno incisivo del solito, ma è l'unico a impegnare seriamente Sportiello e in zona Cesarini segna il gol del 2-1, ormai completamente inutile.

Leggero passo indietro per lui dopo l'ottima prestazione contro la Roma.

Esordio in Serie A per il giovane classe 1996, che però sbaglia subito il primo pallone, ma nei minuti successivi sa disimpegnarsi piuttosto bene.

Va spesso vicino al gol del pari, ma quando il pallone non vuol saperne di entrare c'è poco da fare.

Meno pimpante rispetto al suo compagno di reparto, ma qualche volta lo si è comunque visto dalle parti di Sportiello.

Entra nel finale cercando di cambiare la partita, ma non trova la giocata vincente.

È evidente che non fosse la sua serata, neanche con i cambi riesce a raddrizzare la partita.

(Stefano Belli)

© Riproduzione Riservata.