BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Pagelle/ Italia-Bulgaria (1-0): i voti della partita (qualificazioni Euro 2016, gruppo H)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Giorgio Chiellini, 31 anni (INFOPHOTO)  Giorgio Chiellini, 31 anni (INFOPHOTO)

Bulgaria

MITREV 6,5: Qualche intervento e disimpegno non particolarmente brillante, nel primo tempo. Un salvataggio ai limiti del miracoloso su Parolo, nella ripresa.

Y. MINEV 5,5: Soffre molto le ali azzurre, si fa ammonire ed esce prima del tempo, anche per evitare guai peggiori.

A. ALEKSANDROV 6: Duello particolarmente fisico con Pellè, che impegna lui ed il compagno di reparto, capaci però di disinnescarlo almeno nel tiro in porta.

BODUROV 6: Come Aleksandrov e anzi ancor di più è aggressivo al limite del fallo, arrampicandosi sulle spalle di Pellè e stendendo chi gli capita a tiro, a più riprese.

V. MINEV 5: Causa il rigore con un fallo ingenuo e inutile. El Shaarawy gli fa girare la testa senza però affondare definitivamente il coltello nel burro.

DYAKOV 6: Uno dei pochi a salvarsi per tecnica e geometrie, quando salta il pressing di Verratti può pensare anche a impostare qualche azione, senza però essere seguito dai compagni.

CHOCHEV 5: Nel suo stadio, lui che è un palermitano "acquisito", delude, fallendo quasi totalmente nei compiti tattici in mezzo al campo.

NEDELEV 5: Prova nel secondo tempo a coprire la brutta partita con un affondo con tiro che sfiora l'incrocio. Per il resto è in ritardo e impreciso.

POPOV 5,5: Tecnicamente potrebbe e dovrebbe essere il leader offensivo, come il numero 10 sulle sue spalle suggerisce. Resta troppo a lungo nell'ombra.

MILANOV 5,5: La sua incursione palla al piede, nel recupero, mette i brividi a Conte. Un piccolo "plus" rispetto agli altri, ma è comunque ben al di sotto del 6.

MITSANSKI 5: Il più pericoloso dei suoi nel primo tempo, pare avere le capacità per impegnare ancora la difesa azzurra ma l'espulsione interrompe la sua partita dopo meno di un'ora.

 

BANDALOVSKI 5,5 – Spinge più del compagno sostituito sulla destra ma non trova mai particolare efficacia.

RANGELOV 6 – Sia lui che Aleksandrov ci mettono voglia e determinazione, provando qualche buono spunto palla al piede nel finale.

M. ALEKSANDROV 6 – Si fa apprezzare per tecnica e inventiva sulla trequarti avversaria. Perchè tenerlo in panchina fino a metà secondo tempo?

 

All.PETEV 5: I cambi sembrano un po' tardivi, la sua squadra si fa schiacciare e con un secondo gol (sarebbe stato meritato) per l'Italia, il match sarebbe andato in archivio molto prima.

 

(Luca Brivio)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.