BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Serie A/ News, tombola di Capodanno 2016: il campionato dall'1 al 31

Pubblicazione:

(INFOPHOTO)  (INFOPHOTO)

21. Sono i gol segnati nel corso dell'anno solare 2015 da Mauro Icardi. Un ottimo bottino per l'attaccante dell'Inter, anche se 14 sono stati segnati da gennaio alla fine dello scorso campionato contro i 7 di questo torneo. Bisogna però anche dire che nelle ultime settimane Maurito è tornato a segnare con continuità: il suo rendimento potrebbe essere la variabile determinante per le speranze scudetto di Mancini.

22. E' la percentuale dei giocatori del vivaio nella rosa dell'Empoli: la più alta in un campionato di Serie A che sta cercando di ringiovanirsi sempre più. L'Empoli è anche la squadra con l'età media più bassa di tutto il torneo, un numero che supera di poco i 24 anni.

23. Gli anni di differenza tra Francesco Totti, nato il 27 settembre 1976, e Gianluigi Donnarumma, nato il 25 febbraio 1999; rispettivamente il più anziano e il più giovane ad aver messo piede in campo in questa parte di stagione. La palma del più "vecchio" spetterebbe a Luca Castellazzi, che è nato il 19 luglio 1975; il terzo portiere del Torino però non ha ancora giocato un singolo minuto quest'anno.

24. I gol realizzati nell'anno solare da Gianluca Lapadula, il calciatore italiano con più reti nei 12 mesi; le ha divise tra Teramo (13) in Lega Pro e Pescara (11) in Serie B dove è capocannoniere. Non siamo in Serie A, ma possiamo esserlo tra poco: sull'attaccante torinese c'è la Juventus (e non solo) e il diretto interessato non ha nascosto che la possibilità non lo disturba affatto.

25. Le parate che, fonte la Lega Serie A, ha effettuato Ciprian Tatarusanu: è il portiere che ha dovuto sporcarsi meno i guantoni tra i colleghi. La Fiorentina ha la quarta miglior difesa del campionato con 15 gol incassati (come il Sassuolo).

26. Le conclusioni aeree effettuate da Luca Toni nel corso dell'anno solare 2015. Nel campionato attuale il centravanti dell'Hellas è a quota 3 gol (9 presenze) e le residue speranze gialloblu passano soprattutto dai suoi... colpi di testa. 

27. Inteso come 27 luglio 2015: una data a suo modo storica, perchè in quel giorno è stato ufficialmente presentato l'inno ufficiale della Serie A. Titolo: "O Generosa", compositore Giovanni Allevi. Il brano risuona negli stadi di tutta la Serie A prima delle partite; accoglienza da parte del pubblico, freddina.

28. I punti di differenza tra l'Inter, capolista a quota 36, e il Verona fanalino di coda con 8. Sono meno dell'anno scorso, quando il dato parlava di 31 lunghezze tra Juventus (40) e Parma (9) anche se sarebbero state 30 visto che i ducali avevano già ricevuto un punto di penalizzazione.

29. Il 29 agosto Carlos Bacca e Luiz Adriano segnarono entrambi in Milan-Empoli (2-1), anticipo della seconda giornata. Sembrava l'inizio di una grande stagione per il nuovo tandem dell'attacco rossonero, poi invece le cose non sono andate benissimo, soprattutto per il brasiliano. Bacca infatti è già arrivato a quota 8 gol, mentre Luiz Adriano non è andato oltre quota 3 reti. Il 2016 segnerà il riscatto oppure l'addio?

30. Sarebbe, esattamente, 30,69: è l'età media della rosa del Chievo, la più alta di tutta la Serie A. Il Chievo è l'unica squadra a superare i 30 anni in questa particolare statistica, e anche in questa stagione sembra destinato a centrare la salvezza. Quando si dice che l'esperienza conta...

31. Il 31 ottobre il big-match Inter-Roma ebbe un protagonista a sorpresa: il gol della vittoria nerazzurra (1-0) fu infatti segnato da Gary Medel e fino ad oggi questa resta l'unica rete nell'esperienza italiana del centrocampista cileno.

32. Numero jolly: i secondi passati dall'ingresso in campo all'espulsione di Giulio Migliaccio in Atalanta-Palermo 3-0 del 6 dicembre. E' il più rapido cartellino rosso del decennio: supera di 11 secondi Mattia De Sciglio, in Napoli-Milan del 3 maggio. Il record assoluto appartiene a Giuseppe Lorenzo: in Parma-Bologna del 1990 centrò Apolloni con una gomitata al volto e fu cacciato dopo 10 secondi dal suo ingresso in campo. La curiosità? Anche allora era il 6 dicembre.

(Claudio Franceschini - Mauro Mantegazza - Carlo Necchi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.