BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAGELLE/ Torino-Frosinone (4-2): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2015-2016 20^ giornata)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Infophoto - immagine di repertorio  Infophoto - immagine di repertorio

TORINO-FROSINONE: I VOTI DEI CIOCIARI

LEALI 6,5: L'estremo difensore è stato impegnato spesso e lui ha sempre risposto con sicurezza quando gli è stato possibile. Incolpevole in occasione dei gol degli avversari, sta meritando il posto da titolare che Zappino prova ad insidiargli.

ROSI 5,5: Il laterale destro è rientrato dopo un piccolo problema fisico che gli ha fatto saltare l'ultima partita. Non riesce mai a proporsi nella metà campo avversaria ma riesce comunque a gestire la sua fascia di competenze impedendo a Molinaro e ad Avelar di affondare.

AJETI 5: L'albanese viene schierato nuovamente da Stellone che punta forte su di lui vista anche la probabile partenza di Diakitè verso la Sampdoria. Non riesce a contenere la velocità e la potenza del duo Immobile-Belotti anche in area di rigore.

BERTONCINI 4,5: Bruttissima gara per il giovane difensore centrale lanciato a sorpresa da mister Stellone. Ha la responsabilità del rigore concesso da Irrati visto che è proprio lui a commettere il fallo sanzionato su Glik. Non riesce a contenere le iniziative del duo Belotti-Immobile che hanno deciso l'incontro.

(CIOFANI M. 6: Entra al posto del deludente Bertoncini e prova a mettere un pò di ordine in una retroguardia che ha faticato non poco a contenere gli attacchi avversari).

PAVLOVIC 6: Buon primo tempo sulla fascia sinistra da dove ha il merito di far partire il gran cross che ha innescato il pareggio di Sammarco. Nella ripresa viene arrettrato sulla linea dei tre difensori centrali ed in quella posizione inedita fatica, non riuscendo a sfuttare le sue grandi doti di corsa.

SAMMARCO 6,5: L'esperto centrocampista sta vivendo una seconda giovinezza visto che anche oggi è riuscito a segnare un super gol con un gran colpo di testa sul cross di Pavlovic. Anche nella ripresa si fa notare per un gran inserimento col quale ha sfiorato il gol. Lotta fino all'ultimo cercando di trascinare i suoi compagni.

GUCHER 5: Il capitano austriaco non riesce mai ad organizzare la manovra della sua squadra limitandosi alla fase difensiva nella quale non è comunque riuscito a coadiuvare la propria retroguardia che ha sofferto tremendamente le folate degli avversari.

(FRARA 5: Entra per dar ordine alla manovra, ma in realtà si fa notare solo per i tanti falli che commette a centrocampo. Non riesce ad organizzare il gioco della squadra di Stellone).

KRAGL 5,5: Il nuovo acquisto della squadra di Stellone fatica nell'inedita posizione di interno che gli assegna l'allenatore, mentre cresce un pò alla distanza quando viene allargato sulla fascia dove prova a sfruttare la sua grande corsa.

(CIOFANI S.V.: Cambio della disperazione per Stellone che manda in campo il centravanti nel disperato tentativo di riaprire un incontro che Benassi aveva appena chiuso).

TONEV 6: Due belle iniziative personali per il bulgaro che ha provato a scardinare la retroguardia granata soprattutto nella ripresa quando Ichazo gli ha negato il gol. Le qualità non mancano, fatica però ad entrare negli ingranaggi della squadra anche per i tanti cambi di posizione decisi da mister Stellone.

DIONISI 5: L'attaccante è abbandonato nel primo tempo contro tutta la difesa granata. Perde la palla che innesca il terzo gol segnato da Belotti ma nella ripresa prova almeno a rendersi pericoloso soprattutto dalla distanza senza però riuscirci.

SODDIMO 5: Il fantasista ciociaro aveva il compito di dare un pò di qualità e fantasia all'attacco ospite. Il numero dieci però non è mai riuscito a creare pericoli anche nella ripresa quando Stellone lo ha avanzato vicino a Dionisi. 

ALL. STELLONE 5: Inizio troppo titubante per una squadra che deve cercare punti su tutti i campi. Discutibile la scelta di schierare l'inedita coppia Bertoncini-Ajeti che ha fatto acqua da tutte le parti. Prova il tutto per tutto nella ripresa schierando i suoi in un super-offensivo 3-4-3 che però non produce pericoli, anzi apre solo spazi agli attacchi granata.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.