BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAGELLE/ Inter-Carpi (1-1): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2015-2016, 21^ giornata)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

INTER
Handanovic 5: comanda con carisma la linea difensiva, ma oggi non deve compiere grandi interventi fino all'ultimo quando si lascia infilare da un diagonale violento di Kevin Lasagna;
Montoya 4: Primo tempo nel quale l'ex Barca spinge bene e soffre molto in fase difensiva, messo sempre alle strette dall'avversario di turno. Nella ripresa però, quando Mancini passa al 3-4-1-2, non ne azzecca più una e viene cambiato un po' troppo tardi senza però aver fatto almeno danni irreparabili; (76' Nagatomo sv)
Murillo 6: gioca con grande intelligenza al centro della difesa anche se a volte va in difficoltà;
Juan Jesus 6: alterna cose buone ad altre che lo sono meno. E' comunque un giocatore duttile e molto utile per gli equilibri di questa squadra;
Telles 6: il terzino ex Galatasaray aveva giocato un buon primo tempo con ritmo e grande velocità soprattutto in fase offensiva. Nella ripresa però viene lasciato fuori per far spazio a un giocatore più fisico e che possa dare più affidabilità; (46' Miranda 6.5): entra e come al solito alza la saracinesca, ottima seconda parte di gara;
Perisic 6.5: grande sacrificio per la causa, sacrificandosi anche in un ruolo di copertura che va al di là delle sue qualità;
Brozovic 5.5: non riesce a far girare palla con grande rapidità, giocando una partita insufficiente;
Melo 6: giocatore di grande intensità e personalità, si muove con grinta e determinazione anche se a volte è un po' troppo irruento nelle entrate;
Ljajic 6: si da molto da fare, correndo e muovendosi in ogni direzione. Anche se non riesce ad essere molto pericoloso gioca una buona partita;
Palacio 7: un Palacio come non lo si vedeva davvero da troppo tempo. Prima colpisce di testa e solo Crimi gli dice di no in spaccata, poi segna da opportunista nell'area piccola il gol che decide la partita. Nei minuti finali potrebbe anche raddoppiare, ma è bravissimo a dirgli di no Belec. Esce sotto gli applausi di San Siro; (84'Jovetic sv)
Icardi 4.5: lento, involuto, sciupone non si riconosce più Maurito. Nel finale si divora anche un regalo lanciato da solo verso la porta avversaria;

All. Mancini 4: il suo cambio nell'intervallo invece di migliorare le cose le peggiora. L'Inter è in balia del piccolo Carpi nella ripresa, affidandosi alle ripartenze. Quando sembra però che sia andata bene lo stesso e anche in superiorità numerica la squadra prende anche il gol del pari.



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >