BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Volley femminile/ Qualificazioni olimpiche e Serie A1: il punto di Sara Anzanello (esclusiva)

Pubblicazione:

Immagine d'archivio  Immagine d'archivio

VOLLEY FEMMINILE: QUALIFICAZIONI OLIMPICHE E SERIE A1, IL PUNTO DI SARA ANZANELLO (ESCLUSIVA) – Tempo di qualificazioni per le Olimpiadi di Rio per l'Italia del volley femminile, che da domani al 9 gennaio prossimo disputerà il torneo preolimpico. Ci sono state molte novità nella scelta delle 14 atlete da portare in Turchia, dove si disputa la competizione: un grande ricambio rispetto alle precedenti competizioni, con diverse giocatrici del Club Italia e l'esclusione invece di Lo Bianco e Piccinini. Solo chi vince si qualifica, per la seconda e la terza ci sarà l'ultima chance a maggio in Giappone. Intanto prosegue il campionato con molta lotta al vertice, Dopo tredici giornate, alla fine del girone d'andata, ci sono in testa alla classifica con 27 punti Conegliano e Casalmaggiore, a 26 Novara e Piacenza. Per un commento sulla Nazionale e un punto sul campionato abbiamo sentito Sara Anzanello. Eccola in questa intervista esclusiva per IlSussidiario.net.

Scelte le quattordici azzurre per Ankara con diverse giovani, cosa ne pensa? C'è stato un ricambio rispetto alle precedenti competizioni. Sono scelte secondo me che Bonitta ha effettuato anche in base alla sua esperienza, alla sua bravura di tecnico che conosce nel modo migliore le sue atlete. Quindi ritengo che l'abbia fatto in modo intelligente.

Fuori Lo Bianco e Piccinini, potranno rientrare? Sono valutazioni che spetteranno allo stesso Bonitta, non so sinceramente il motivo per cui siano assente. Certo sono atlete di grande esperienza che potrebbero essere sempre utili in futuro, magari a Rio...

Buone possibilità per l'Italia di qualificarsi? Non sarà semplice perché in Europa c'è veramente grande concorrenza, in molte nazioni si gioca una grande pallavolo e ci sono pochi posti. In ogni caso l'importante sarà che l'Italia vada a Rio, questo è l'auspicio di tutti e naturalmente anche il mio, vedere le azzurre alle Olimpiadi anche attraverso eventualmente il torneo preolimpico di maggio in Giappone.

Parliamo del campionato: la sorprende la leadership di Conegliano? No perché Conegliano ha costruito una squadra forte, molto competitiva, che potrà andare lontano. Bisogna poi dire che tutte le squadre di vertice sono racchiuse in pochi punti.

Buono il campionato di Casalmaggiore? Anche Casalmaggiore sta disputando un ottimo campionato, è lì come Conegliano a lottare per le prime posizioni.

Al di sotto delle attese Novara? Non direi, visto che è a un solo punto da Conegliano e Casalmaggiore. Certo non domina come l'anno scorso, che però sappiamo come andò a finire...

Qual è la sorpresa del campionato? Sicuramente mi sta piacendo il campionato che sta disputando il Club Italia, che sta facendo vedere delle ottime cose.

La delusione, forse Busto Arsizio? No visto che Busto Arsizio ha costruito una squadra di giovani, piuttosto mi aspettavo di più da Firenze.

Com'è il livello di gioco? E' migliorato rispetto alla scorsa stagione, c'è più spettacolo, è molto più bella la pallavolo che si vede nelle varie partite.

Qual è la sua favorita per lo scudetto? Direi che è troppo presto per dare dei giudizi definitivi, c'è troppo livellamento ai vertici del campionato con tante squadre pronte a fare cose importanti. (Franco Vittadini)



© Riproduzione Riservata.