BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Pagelle/ Chievo-Juventus (0-4): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2015-2016, 22^ giornata)

Foto InfophotoFoto Infophoto

Si conferma una sicurezza nelle uniche due occasioni in cui viene chiamato in causa. Se manterrà questa condizione il Mondiale 2018 rappresenta un obiettivo ampiamente alla sua portata.

Soprattutto nel primo tempo impressiona per senso della posizione ed eleganza. Il leader difensivo in assenza di Chiellini è senza dubbio lui.

Inglese lo mette alla prova e lui risponde presente: nel finale si proietta in avanti e per poco non trova il gol.

Una certezza: Allegri decide di dare fiducia all'uruguayano per fare riposare Chiellini e non si pente della sua scelta.

Grande partita per l'esterno ex Lazio che confeziona l'assist per l'1 a 0 di Morata ed entra nell'azione del gol del 3 a 0 di Alex Sandro. Avrebbe anche l'opportunità di trovare la soddisfazione personale, ma il troppo altruismo lo penalizza. (dal 81' PADOIN: s.v.)

I suoi inserimenti costituiscono un pericolo costante per la difesa clivense: è suo l'assist del 2 a 0 di Morata.

(dal 46' STURARO 6,5: Inserito ad inizio ripresa da Allegri per far rifiatare Khedira, l'ex Genoa dà vita alla solita prestazione mix di quantità di e qualità. Nel finale da un suo pallone nasce l'opportunità per la doppietta personale di Alex Sandro ma la sfera si infrange sulal traversa).

Se la Juventus sembra una macchina oleata perfettamente grande merito è proprio del suo lavoro in mezzo al campo. Tenta un paio di conclusioni dal limite ma oggi la mira non lo assiste.

(dal 69' HERNANES 6: Allegri lo butta nella mischia per gestire il vantaggio e lui si fa trovare pronto.)

Prestazione da top player per il francese che illumina il Bentegodi dosando alla perfezione tocchi di classe e potenza fisica. Trova l'assist per Alex Sandro e cinque minuti dopo si prende gli applausi di tutto lo stadio per il gol del 4 a 0. Solo il palo nel recupero gli impedisce di festeggiare la doppietta.

La migliore prestazione dall'arrivo in Italia dell'ex Porto. L'esterno sinistro segna e si propone continuamente sulla fascia. A pochi minuti dal fischio finale va vicino alla doppietta, ma la traversa gli è nemica. Oggi si è capito perché la Juventus ha speso tanto per acquistarlo.

Giocatore ritrovato: la cura Allegri ha dato i suoi frutti. Tante bastonate e qualche carota restituiscono alla Vecchia Signora un protagonista importante. Due gol da attaccante di razza fanno ben sperare anche in vista della sfida di Champions al Bayern.

Per una volta non va a segno ma i suoi tocchi di classe saziano comunque l'appetito dei tifosi juventini. Anche in una giornata non fortunata dal punto di vista realizzativo è in grado di essere determinante per i suoi. Imprescindibile.

La dirigenza bianconera farà bene ad allontanare le sirene inglesi che vogliono il livornese in procinto di passare al Chelsea. Ha tenuto a galla la nave in mezzo alla bufera e oggi raccoglie la riconoscenza del suo equipaggio. In questo momento è lui il migliore allenatore del campionato.

(Dario D'Angelo)

© Riproduzione Riservata.