BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Pagelle/ Palermo-Torino (1-3): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2015-2016, 25^ giornata)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

PALERMO-TORINO: I VOTI DEI GRANATA

PADELLI 7: Finalmente una gara convincente per l'estremo difensore granata che, dopo molte critiche e qualche panchina, ha finalmente giocato una partita sicura respingendo alla grande i tentativi di Gilardino e Vazquez dimostrando la voglia di conquistarsi un posto all'europeo.

MAKSIMOVIC 6: Partita diligente del difensore serbo che non commette grossi errori anche se concede un pò troppo spazio a Gilardino in area di rigore. Fatica a contenere Vazquez quando lo punta sul suo lato.

GLIK 5,5: Il capitano granata fatica un pò a contenere un Gilardino voglioso di segnare. Si fa ammonire nel corso del primo tempo e rischio anche il doppio cartellino giallo nei minuti finali per un inutile fallo su Vazquez.

MORETTI 6: Il difensore centrale sbaglia completamente in occasione del vantaggio siciliano nel quale si fa infilare facendosi anticipare nettamente da Gilardino. Cresce alla distanza sfiorando il gol in apertura di ripresa quando solo un disperato intervento di Andelkovic gli nega sulla riga di porta.

ZAPPACOSTA 6: Gioca sulla sua fascia di competenza, obbligando Bruno Peres ad adattarsi sul lato opposto ma non riesce a spingere tanto viste anche le prateria lasciate dai siciliani. Esce nel corso del secondo tempo per un problema muscolare. (GASTON SILVA 6: Entra a sorpresa al posto dell'infortunato Zappacosta cercando di gestire la fascia quando ormai la partita era definitivamente chiusa).

BENASSI 6,5: Il capitano dell'Under 21, gioca una gran partita di quantità e qualità nella quale ha provato a sfruttare al meglio i tanti spazi concessi dagli avversari. Sfiora il gol nel corso del secondo tempo quando un super intervento di Alastra gli nega la gioia della rete.

VIVES 5,5: Il regista preferito a Gazzi sbaglia molti passaggi nel corso del primo tempo, poi si limita a contenere le avanzate degli avversari sfruttando la grande velocità dei suoi attaccanti che a campo aperto sono devastanti.

BASELLI 6: A differenza di Benassi, l'ex giocatore dell'Atalanta non riesce a rendersi pericoloso nell'area avversaria. Gioca una partita diligente nella quale non ha mai sofferto le iniziative degli avversari che hanno subito il gioco fatto di ripartenze dei granata.

BRUNO PERES 6: Dopo aver commesso una clamorosa ingenuità in occasione del vantaggio siciliano, ha il merito di effettuare il bel cross che ha costretto Gonzalez a deviare nella propria rete. Riesce a sfondare diverse volte sulla fascia seppur non sia la sua abituale, poi sfiora anche il gol con un potente tiro che Alastra gli ha parato con un gran tuffo. Esce nel corso del secondo tempo per far spazio al più difensivo Molinaro (MOLINARO 6: Entra per garantire un pò più di copertura rispetto a Bruno Peres ma viene subito ripreso da Ventura in occasione della palla gol capitata a Chochev nella quale è apparso in ritardo sulla chiusura).

BELOTTI 6,5: Mezzo voto in meno per i gol sbagliati, soprattutto nel corso del primo tempo quando mette fuori a porta vuota da posizione invintate. Nella ripresa, dopo aver servito un super assist a Immobile, sfiora nuovamente la rete mettendo però fuori dopo una gran discesa. Sfrutta al meglio la sua gran arma della velocitò.

IMMOBILE 8: Super partita per l'ex capocannoniere della Serie A che decide praticamente da solo la sfida del Barbera. Si procura e segna il rigore del pareggio, costringe Gonzalez a deviare nella propria rete quando lui era pronto a colpire dal centro dell'area di rigore, serve a Belotti la palla del possibile terzo gol che il Gallo mette fuori a porta vuota ed infine chiude la pratica segnando con una gran azione personale conclusa con una gran botta sotto la traversa. Esce stremato nel finale di partita. (J. MARTINEZ S.V.: Pochi minuti per far uscire lo stremato Immobile)

ALL. VENTURA 7: Ottima vittoria per il Torino che riesce così a mettersi alle spalle un periodo tutt'altro che positivo. Gioca la partita ideale per la sua squadra, fatta di ripartenze nelle quali i suoi attaccanti diventano devastanti.

(Marco Guido)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.