BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Risultati Ligue 1/ Partite, marcatori e classifica aggiornata (26^ giornata, 12-13-14 febbraio 2016)

Pubblicazione:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

RISULTATI LIGUE 1: PARTITE, MARCATORI E CLASSIFICA AGGIORNATA (26^ GIORNATA, 12-13-14 FEBBRAIO 2016) - Una giornata molto sorprendente, la ventiseiesima della Ligue 1 2015-2016, caratterizzata in particolare dal pareggio strappato dal Lille sul campo del Paris Saint Germain, ma non solo.

La giornata è stata inaugurata venerdì sera, quando il Rennes ha sconfitto l'Angers per 1-0, per effetto di un'autorete di Bouka Moutou, all'ultimo minuto di una gara senza grandissime emozioni. Grazie al risultato ottenuto, il Rennes ha superato i rivali e può guardare con fiducia ad un possibile ingresso nelle coppe europee del prossimo anno.

Nella giornata di sabato, proprio la partita del Parco dei Principi ha inaugurato la serie delle sorprese, con uno 0-0 che ha confermato ancora una volta l'importanza di Ibrahimovic per la squadra parigina. Assente lo svedese, infatti, la squadra di Blanc ha incontrato grandi difficoltà a creare occasioni contro una squadra che vanta la seconda difesa del campionato. Molto deludente Edinson Cavani, che sembra ormai un corpo estraneo e per il quale si vocifera di una partenza sicura alla fine della stagione, magari in direzione Manchester.

Ancora più clamorosa la vittoria del Troyes, capace di espugnare il campo dell'Ajaccio. La gara si era messa subito male per l'ultima in classifica, con i padroni di casa in rete al primo assalto, grazie a Jacques Zoua. La matricola non si è però persa d'animo e ha iniziato a ribattere colpo su colpo, trovando il pareggio all'ottavo, con Chaouki Ben Saada. Nella parte finale del tempo sono poi arrivate le reti di Karim Azamoum a ribaltare del tutto la gara. La ripresa ha visto l'Ajaccio in costante proiezione offensiva, con Roderic Filippi pronto a sfruttare un calcio d'angolo al dodicesimo per riaprire la gara, ma da quel momento il Troyes è riuscito a resistere al forcing dei padroni di casa, conquistando tre punti che potrebbero però essere inutili.

Grande spettacolo anche nella gara tra Guingamp e Bordeaux, vinta dagli ospiti per 4-2. La gara è stata caratterizzata da una lunga serie di capovolgimenti, con le due squadre pronte ad affrontarsi a viso aperto e senza eccessivi accorgimenti tattici. Il Bordeaux è andato avanti grazie alle reti di Ounas e Rolan, per poi essere raggiunto dai padroni di casa, a segno con Giresse e Coco. Alla metà della ripresa, però, è stato Chantome a riportare avanti i girondins, che poi hanno chiuso la pratica allo scadere, con la quarta segnatura di Diabatè.

Vittoria anche per il Montpellier, un 2-0 sul Tolosa arrivato grazie alle reti messe a segno da Yatabarè, alla metà della prima frazione di gioco, e Camara, quando mancava poco allo scadere del secondo tempo. Una vittoria molto preziosa, che consente al Montpellier di sorpassare l'Ajaccio e concedersi un minimo di respiro.

Preziosa anche l'affermazione del Nantes sul Lorient, un 2-1 firmato da Adryan e Sala nel primo tempo, che hanno reso inutile la segnatura di Moukandjo, su rigore, arrivata a una decina di minuti dal termine. Per effetto di questa vittoria il Nantes ha consolidato la sua posizione nella zona alta, sorpassando l'Angers e raggiungendo la quinta posizione.

Il sabato è stato poi chiuso dalla sconfitta interna del Reims, contro il Bastia, in quello che poteva essere considerato uno scontro diretto. L'autorete di Traore, giunta in apertura di ripresa, ha condannato i Remois, ancora una volta incapaci di far vedere un gioco offensivo adeguato e ora quartultimi in classifica, affiancati anche dal Montpellier. 

Infine le partite della domenica, in cui spicca il sonoro 4-1 rifilato dal Lione al Caen. La gara si è subito messa in discesa per i padroni di casa, passati in vantaggio all'ottavo minuto con Umtiti. Al quarto d'ora è stato il ritrovato Lacazette a raddoppiare, mentre Cornet ha portato a tre le reti pochi secondi prima dello scadere della prima frazione di gioco. Andy Delort ha provato a riaprire la contesa, ma a sette minuti dallo scadere del novantesimo è stato Tolisso a mettere una pietra tombale sulle speranze del Caen. Per effetto dei tre punti conquistati il Lione è ora quarto in classifica, insieme a Nizza e Nantes.

La gara clou tra Saint Etienne e Monaco si è invece conclusa sull'1-1, con i padroni di casa che possono recriminare per essere stati raggiunti solo nel finale dai monegaschi. La rete del Saint Etienne è giunta all'inizio della ripresa, con Sall, mentre il pareggio è stato messo a segno dal redivivo Vagner Love, a cinque minuti dal termine. Il pareggio consente agli ospiti di rafforzare la loro posizione, mentre il Saint Etienne mantiene la sua terza piazza.

Infine pareggio nell'ultimo posticipo domenicale, quello tra Nizza e Marsiglia, un 1-1 che non accontenta nessuno e siglato dalle reti di Isla, nel primo tempo, e di Germain, al quarto d'ora della ripresa. Per effetto di questo risultato il Nizza tiene il passo del Saint Etienne, mentre il Marsiglia rimane in undicesima posizione.

Il protagonista positivo della giornata può essere considerato Alexandre Lacazette, tornato nelle ultime giornate ad un rendimento più in linea con le grandi aspettative di inizio anno. La sua nona rete annuale conferma la sua crescita e potrebbe dare al Lione un'arma decisiva in questo finale di stagione.

Il protagonista negativo è stato invece Serge Aurier, il laterale difensivo del Paris Saint Germain, che dopo essere finito ai margini della squadra negli ultimi tempi ha pensato bene di attaccare il suo allenatore e Ibrahimovic, con un tweet a base di insulti sessuali, venendo sospeso dalla società parigina.

CLICCA SUL PULSANTE > QUI SOTTO PER I RISULTATI E LA CLASSIFICA DI LIGUE 1 2015-2016 (26^ GIORNATA)



  PAG. SUCC. >