BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Pagelle/ Benfica-Zenit (1-0): i voti della partita (Champions League 2015-2016, andata ottavi)

Le pagelle di Benfica-Zenit San Pietroburgo 1-0: i voti della partita di Champions League disputata all'Estadio Da Luz martedì 16 febbraio 2016, valida per l'andata degli ottavi 

Nicolas Gaitan, 27 anni, centrocampista argentino (dall'account Twitter ufficiale @ChampionsLeague)Nicolas Gaitan, 27 anni, centrocampista argentino (dall'account Twitter ufficiale @ChampionsLeague)

Un epilogo a sopresa, dopo 90 minuti più sonnolenti che intriganti: il Benfica supera lo scoglio Zenit grazie al suo cannoniere Jonas – bomber principe d'Europa dietro a Higuain – che insacca di testa proprio al 90° l'1-0, risultato finale. Match noioso e "deciso" dall'espulsione di Criscito per doppio giallo; il secondo, in particolare, ha originato la punizione del gol di Jonas. Il ritorno tra 3 settimane in Russia.

Un punto in più per l'importanza capitale del sigillo di Jonas. Fino a quel momento, forse sarebbe stato più simile al 5 secco che al 5,5 il voto corretto... Troppo possesso palla fine a se stesso.

Cede in maniera rovinosa nel finale, forse compromettendo l'equilibrio nella doppia sfida, che fino al 75° era stato evidente. La lunga sosta dell'inverno russo si fa sentire.

Non pienamente convincente, troppo severo in diversi casi e su tante ammonizioni. Da rivedere anche un contatto Eliseu-Hulk in area.

Vince la tattica (e un po' anche la noia) all'Estadio Da Luz di Lisbona dopo i primi 45' di gioco, realmente poveri di emozioni e palle gol. Il muro eretto da Villas-Boas regge senza crepe ed il lungo possesso palla dei padroni di casa non è mai riuscito a liberare in area "l'ariete" greco Mitroglu (voto 5,5). Zenit sempre attento e raccolto in pochi metri, reparti schiacciati e abilità nell'ostacolare le linee di corsa e passaggio di Gaitan (voto 5) e compagni.

L'unico a tirare in porta è stato Pizzi (voto 5,5), rintuzzato bene e agevolmente da Lodygin (voto 6). Grande movimento del bomber Jonas (voto 5,5) – uno che è stato capace di siglare 23 gol in stagione – ed una conclusione velenosa, finita a pochi centimetri dal palo. Dall'altra parte iniziative estemporanee di Hulk (voto 6), poco assistito da Shatov (voto 5) e schierato a sostegno della prima punta Dzyuba (voto 5,5), un po' sgraziato e lento nell'incedere. Molto bene i quattro difensori e anche Witsel (voto 6,5) in mediana, solido anche se poco creativo quando si è trattato di far partire l'azione.

Troppo poco, considerando che gioca in casa e dovrebbe cercare almeno di fare il solletico a Lodygin. Impresa quasi mai riuscita. Sufficienza comunque stiracchiata, perchè è il singolo che più si avvicina al gol. Anzi l'unico. Ci aspettiamo di più anche dal brasiliano. Mai nemmeno nei radar della partita, completamente periferico.

Contiene bene la scarsa veemenza avversaria, favorito da un tiqui taqua inefficace dei portoghesi. Ottima prova difensiva e poco più. Mezzo voto in più perchè mette in mostra le qualità, anche solo a sprazzi, che lo hanno reso uomo mercato delle ultime sessioni di calciomercato e non solo... Anche lui però meglio quando c'è da interrompere che quando di tratta di inventare. Va bene il lavoro oscuro e di complemento rispetto a Witsel, ma lui risulta (come Gaitan) veramente trasparente. (Luca Brivio)