BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

FINALE COPPA DEL RE/ Barcellona-Siviglia: Springsteen occupa il Bernabeu, si cerca un'altra sede

Il 21 maggio si gioca Barcellona-Siviglia, finale di Coppa del Re: il trofeo non verrà assegnato al Bernabeu, stadio preferito dalle finaliste ma occupato da un concerto di Bruce Springsteen

Bruce Springsteen (Infophoto)Bruce Springsteen (Infophoto)

Fa traslocare la finale di Coppa del Re. Il prossimo 21 maggio è in programma Barcellona-Siviglia, ultimo atto della coppa nazionale di Spagna; ma il 21 maggio il Boss ha fissato uno dei concerti del suo tour europeo al Santiago Bernabeu. A vincere è lui: le due squadre avrebbero voluto giocare nello stadio del Real Madrid, che è campo nazionale e in questo caso avrebbe rappresentato una buona soluzione perchè sede neutra.

Invece no; dunque, festeggiano soprattutto i tifosi dei blancos che avrebbero mal sopportato - vista la rivalità feroce - di vedere il Barcellona festeggiare l’ennesimo trofeo nel loro tempio. In Spagna la sede della finale viene scelta a competizione in corso; quando le due finaliste sono note, si chiede loro quale sia lo stadio preferito. Tendendo ad evitare uno degli impianti di casa - anche se lo scorso anno il Barcellona giocò e vinse al Camp Nou - ovviamente il Bernabeu diventa la scelta principale. Il problema è che quando i blaugrana raggiungono la finale, il fronte Real si schiera compatto; ed è anche successo il contrario, visto che nel 2004 il Barcellona non concesse il Camp Nou al Madrid (cosa prontamente ricordata da Roberto Carlos). In casa madridista è ancora vivo il ricordo del , quando il Barcellona vinse 3-2 ai supplementari la finale contro il Betis (doppietta di Figo e gol di Pizzi) e, tra le mura del Bernabeu, festeggiò con particolare enfasi; a mettere tutti d’accordo questa volta è stato Bruce Springsteen, che ha tolto l’imbarazzo di un rifiuto a giocare al Bernabeu. Ora andrà trovata una nuova sede: il Mestalla di Valencia potrebbe essere la soluzione più probabile, ma staremo a vedere quello che succederà nei prossimi giorni.

© Riproduzione Riservata.