BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Risultati Liga/ Partite, marcatori e classifica aggiornata (25^ giornata, 19-20-21 febbraio 2016)

Pubblicazione:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

RISULTATI LIGA: PARTITE, MARCATORI E CLASSIFICA AGGIORNATA (25^ GIORNATA, 19-20-21 FEBBRAIO 2016) - Dopo 25 giornate della Liga 2015-2016, il Barcellona sembra aver intrapreso la fuga decisiva verso il titolo, con 8 punti di vantaggio nei confronti dell’Atletico Madrid e 9 nei confronti del Real Madrid, con le formazioni di Simeone e di Zidane che hanno entrambe pareggiato, mentre il Barcellona, pur con fatica, si è imposto sul terreno del Las Palmas. Ed oltretutto nel prossimo turno gli inseguitori si sfideranno nel derby della capitale. In coda il colpo grosso della giornata è stato quello del Levante, che ha battuto 3 – 0 il Getafe nell’anticipo di venerdì, raggiungendo il Granada, che è stato sconfitto in casa dal Valencia, e portandosi ad un solo punto dal Las Palmas. Una distanza, quella che c’è tra le tre grandi del campionato, che forse spaventa anche uno come il Cholo, da sempre abituato a fare i miracoli. 

Il suo Atletico Madrid, nel posticipo della domenica sera è stato protagonista dell’unico pareggio a reti bianche della giornata; al Vicente Calderon, un bel Villareal, reduce dalla vittoria in Europa League contro il Napoli gli ha infatti impedito la realizzazione, portando a casa un punto importante per confermare la sua quarta posizione. 

Nelle Canarie, per il Barcellona ci sono stati tanti brividi, ma alla fine sono arrivati i tre punti, che erano la cosa più importante della giornata. Per i catalani si tratta dell’ottava vittoria consecutiva, ed ancora una volta sono stati i suoi attaccanti, in questo caso Neymar e Suarez, a firmare le reti della vittoria, che rappresenta anche il 32esimo risultato utile consecutivo. Luis Enrique ha fatto turnover, in vista della gara di Champions League sul campo dell’Arsenal, rinunciando a Piquè, mandato in tribuna, a Rakitic, tenuto comunque in panchina, ed a Busquets per squalifica.

Il tecnico dei catalani ha quindi schierato al posto dei titolari Arda Turan, Mathieu e Sergi Roberto, Di fronte c’era un Las Palmas invischiato nella lotta per non retrocedere, che non aveva nessuna intenzione di lasciare i tre punti ai blaugrana e quindi è sceso in campo con molta vigoria e coraggio. La formazione ospite è passata in vantaggio quasi subito grazie ad una rete di Suarez dopo sei minuti, arrivata su un cross di Jordi Alba ben lanciato dal capitano Iniesta. Per il centravanti uruguaiano si tratta della 41esima rete nella stagione, oltre che la 25esima nella Liga, della quale si è confermato capocannoniere.

Il vantaggio però è durato solo 4 minuti, in quanto il Las Palmas ha pareggiato con William Josè, che ha messo in rete dopo aver ricevuto un passaggio di tacco da parte di Jonathan Vieira, ed aver eluso la difesa di Dani Alves. La rete del 2 – 1 dei blaugrana è arrivata prima dell’intervallo con Neymar, che ha messo in rete una respinta seguita ad un tiro di messi. La gara è comunque rimasta aperta sino alla fine e Luis Enrique ha fatto ricorso a tutti i cambi disponibili, con il Las Palmas che ha sprecato con Araujo l’occasione per pareggiare. 

Il Real Madrid ha pareggiato per 1 – 1 a Malaga, interrompendo così la serie di tre successi in fila. Un pareggio che potrebbe voler dire addio alla Liga con molte giornate di anticipo, e che è arrivato dopo che Cristiano Ronaldo ha sbagliato un calcio di rigore. Il portoghese è stato anche l’autore della rete dei "blancos", alla Rosaleda, mentre la rete dei padroni di casa è stata messa a segno da Albentosa. Il Real era senza Bale e Benzema e Zidane aveva optato per Isco come "falso nueve", con Ronaldo e Jesè, autori dei due goal all’Olimpico in settimana, ai suoi fianchi. Nella prima parte di gara il Malaga sbaglia tre grandi occasioni per passare in vantaggio, poi segna Ronaldo, che si trovava in fuorigioco e che successivamente spreca l’occasione del penalty per raddoppiare, facendosi parare il tiro da Kameni. Nella ripresa Navas salva due volte su altrettante conclusioni del Malaga, poi arriva la rete del pareggio ed il Real Madrid non riesce nemmeno a costruire altre occasioni per tornare in vantaggio, anzi è Navas a salire alla ribalta, con una bella parata.

Nell’anticipo il Levante batte 3 – 0 il Getafe, segnando la prima rete dopo 10 minuti con Morales che mette in porta il pallone su un assist di Giuseppe Rossi, poi l’ex viola raddoppia su calcio di rigore al 43esimo mandando le due squadre negli spogliatoi sul 2 – 0. L’ultima rete, che arrotonda il risultato a favore dei padroni di casa, arriva all’81esimo grazie a Joan Verdù, che centra la porta dal limite dell’area piccola. Tra Espanyol e Deportivo La Coruna finisce 1 – 0 a favore della seconda formazione di Barcellona, che segna la rete decisiva con Marcos Asensio dopo 52 minuti.

Il giocatore dell’Espanyol sfrutta un assist di Burgui fatto con un colpo di testa. Pareggio tra Real Betis e Sporting de Gijon, con gli ospiti che vanno per primi in vantaggio dopo 65 minuti con Castro su assist di Halilovic, ma vengono raggiunti dopo soli due minuti dai padroni di casa, in rete con German Pezzella, che mette in rete un cross di Juan Vargas. 

Gara molto combattuta a Vigo, che il Celta ha vinto con il punteggio di 3 – 2 contro l’Eibar. I padroni di casa si sono portati sul 3 – 0 grazie alle reti di Guidetti al 31esimo, Jonny, otto minuti dopo, ed ancora Guidetti al 69esimo. L’Eibar non ha mollato assolutamente, trovando prima la rete del 3 – 1 con Saul Berjon all’84esimo e tre minuti dopo quella del 3 – 2 con il giapponese Inui. Nel finale nonostante gli attacchi del Eibar il punteggio è rimasto fissato sul 3 – 2.

Pareggio ricco di reti tra Rajo Vallecano e Siviglia, gara terminata con il punteggio di 2 – 2. Passa in vantaggio la formazione ospite al 10° con N’Zonzi e raddoppia dopo solo 10 minuti con Iborra. Il Rajo Vallecano dimezza lo svantaggio poco prima della fine del primo tempo, al 43esimo, con Manucho, e trova la rete del pareggio nella ripresa, al 62esimo, con Miku. A Bilbao tra Athletic e Real Sociedad, una gara con ben 13 ammonizioni in totale, si è chiusa con la vittoria degli ospiti per 1 – 0 con la rete segnata dopo 17 minuti da Jonathas, ed assist di Carlos Vela.

A Granada il Valencia si impone per 2 – 1 con un finale infuocato. La squadra diretta da Gary Neville, prima passa in vantaggio al 55esimo con Daniel Parejo, poi dopo aver rischiato il pareggio dei locali, segna al 90esimo la rete che sembrava chiudere la partita con Santi Mina, ma vede il Granada riavvicinarsi al terzo minuto di recupero con la rete di Mendez, senza però che il Granada sia capace di concludere la rimonta.

CLICCA SUL PULSANTE > QUI SOTTO PER I RISULTATI E LA CLASSIFICA DELLA LIGA (25^ GIORNATA)



  PAG. SUCC. >