BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAGELLE / Dinamo Kiev-Manchester City (1-3): i voti della partita (Champions League 2015-2016, andata ottavi)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Il centrocampista brasiliano Fernandinho (sinistra), 30 anni e il difensore argentino Njcolas Otamendi, 28 (INFOPHOTO)  Il centrocampista brasiliano Fernandinho (sinistra), 30 anni e il difensore argentino Njcolas Otamendi, 28 (INFOPHOTO)

LE PAGELLE DI DINAMO KIEV-MANCHESTER CITY (CHAMPIONS LEAGUE 2015-2016, ANDATA OTTAVI): I VOTI DELLA PARTITA - Il Manchester City chiude dopo 90 minuti il discorso qualificazione, superando per 3-1 a domicilio una Dinamo Kiev fiaccata dalla lunga sosta invernale del campionato ma meritevole comunque degli applausi dei proprio tifosi, dopo un secondo tempo generoso. In gol nella prima frazione Aguero e Silva per i citizens, che poi si lasciano avvicinare da Buyalskiy in avvio di ripresa e trovano il tris che spazza via le speranze avversarie, con gran gol di Yaya Tourè a cavallo dello scadere. I quarti di finale, per la prima volta nella storia del club, sono a portata di mano.

VOTO DINAMO KIEV 5,5 – Patisce la differenza di ritmo e tenuta atletica ma sfrutta anche le potenzialità dei suoi singoli migliori, Yarmolenko in testa. In ogni caso, è quasi out. CLICCA QUI PER LE PAGELLE DELLA DINAMO KIEV

VOTO MANCHESTER CITY 7 – La zampata del campione di Tourè è fondamentale, perchè alleggerisce di molto il ritorno da eventuali preoccupazioni. In generale il senso di superiorità è evidente. CLICCA QUI PER LE PAGELLE DEL MANCHESTER CITY

VOTO SIG.LAHOZ (ARBITRO) 5 – Manca almeno un rigore al City e diverse volte l'arbitro scontenta anche Rebrov, che non fa nulla per nasconderlo in panchina. Prova non sufficiente.

LE PAGELLE DI DINAMO KIEV-MANCHESTER CITY (CHAMPIONS LEAGUE 2015-2016, ANDATA OTTAVI): I VOTI DEL PRIMO TEMPO - Tutto facile, tutto tranquillo per il City, che dopo 15 minuti frizzanti della Dinamo ha piazzato il doppio colpo che ipoteca già i quarti di finale di Champions. Lo 0-2 inglese al 45° sa di pietra pesante e difficilmente sgretolabile sul risultato, anche "aggregato"; a firmare il match per il momento sono le due stelle di Pellegrini, Aguero e David Silva.

Analizzando le prestazioni dei singoli, meno bene gli altri big del City, con Yaya Tourè (voto 6) che si risolleva grazie all'esperienza e alla classe ma ha mostrato una condizioni fisica precaria; stesso discorso per Sterling (voto 6), bravo nell'assist per il gol di Silva ma quasi mai funambolico e imprendibile, caratteristiche proprie del forte esterno offensivo inglese. Pungente e sempre pericoloso il Kun (voto 6,5), che ha sulla coscienza anche un paio di errori a tu per tu con il portiere, oltre al sigillo del vantaggio.

Magistrale David Silva (voto 7), regista a tutto campo e presente sotto porta quando c'è da assestare la mazzata più dura per gli ucraini. Serata a dir poco complicata per Teodorczyk (voto 5), sovrastato e mandato fuori giri da Kompany (voto 6,5); l'unico tra i padroni di casa a dare la sensazione di imprevedibilità è stato Yarmolenko (voto 6), ma vista la condizione precaria di squadra, sarà dura per mister Rebrov rinverdire i fasti e ripetere i risultati di quella Dinamo Kiev guidata sul campo da lui e dal compagno di gol Shevchenko.

(Luca Brivio)



  PAG. SUCC. >