BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

PAGELLE / Tottenham-Fiorentina (3-1): i voti della partita (Europa League 2015-2016, ritorno sedicesimi)

(INFOPHOTO)(INFOPHOTO)

Tottenham

Il portiere francese, recuperato in extremis, gioca una partite diligente nella quale non viene chiamato molto in causa dagli avversari. Sbaglia solo quando, dopo esser uscito su Kalinic perde il pallone che però è finito tra i piedi di un suo compagno.

L'esterno inglese, dopo aver sofferto un pò inizialmente la spinta di Alonso, è cresciuto alla distanza costringendo lo spagnolo al cartellino giallo e l'argentino Rodriguez all'autogol quando il capitano viola ha deviato nella propria rete un suo potente cross.

Il regista difensivo degli spurs è un uomo imprescindibile per Pochettino che non rinuncia mai lui visto la sua importanza anche per l'impostazione della manovra inglese. Contiene bene Kalinic che cerca di lottare su ogni pallone.

A differenza del suo compagno di reparto gioca in maniera molto più fisica, si fa ammonire dopo pochi minuti per un brutto fallo su Ilicic, poi fa sportellate con Kalinic dando vita ad un duello basato sulla fisicità che l'austriaco alla fine vince.

L'esterno mancino, a differenza del suo collega di corsia laterale Trippier, limita molto le sortite in avanti dato che il suo tecnico Pochettino gli ha affidato il compito di contenere l'uomo più temuto dagli inglesi Bernardeschi che ha faticato a sfondare sulla sua fascia.

Gran fisico e tanta grinta per il centrocampista che è fondamentale per la sua squadra vista la mole di lavoro in fase difensiva che garantisce, recuperando palloni e sporcando sempre le linee di passaggio. Unica pecca i tanti falli che stasera non gli sono costati il cartellino che avrebbe meritato.

Il numero 8 degli spurs segna, grazie ad uno strepitoso inserimento in area aveversaria, il gol che spezza l'equilibrio del primo tempo. Dopo aver disputato una partita diligente, si fa notare nei minuti finali con una super conclusione al volo dal limite dell'area che solo un grande intervento di Tatarusanu gli ha negato la gioia del raddoppio. ()

Il talento della formazione inglese è il vero e proprio idolo di casa. Corre e crea pericoli su tutto il fronte d'attacco dove ha libertà di muoversi senza vincoli. Innesca il primo gol con l'assist che ha premiato l'inserimento di Mason. Esce tra l'ovazione del pubblico di casa che lo adora. ()

Il talento danese disputa una buona gara come tutti i suoi compagni di reparto avanzato che, col loro grande movimento, hanno messo in difficoltà la retroguardia viola. Sfiora il gol nel finale di gara con un bel tiro che Tatarusanu ha respinto con un'ottima parata.

L'ex giocatore della Roma, dopo aver messo in difficoltà Tomovic in avvio di gara, ha cercato di spostarsi un pò in tutte le posizioni dando sempre grande qualità alla manovra degli spurs. Trova il sesto gol in Europa League ribadendo in rete una respinta di Tatarusanu sulla quale è stato molto bravo ad avventarsi. ()

Il calciatore marocchino naturalizzato belga è stato schierato a sorpresa da Pochettino nell'inedita posizione di centravanti e l'ex giocatore del Twente ha un pò faticato a trovare la posizione ideale. Bravo in occasione del secondo gol quando mette in area il cross che ha generato il gol di Lamela.

All.POCHETTINO 7: L'allenatore argentino sorprende per la tranquillità con la quale vive la partita. La sua squadra gioca una gran partita dimostrando quanto di buono fatto vedere anche nella Premier League, non rischia quasi mai se non quando soffre un pò il cambio di modulo degli avversari in avvio di ripresa.