BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAGELLE / Tottenham-Fiorentina (3-1): i voti della partita (Europa League 2015-2016, ritorno sedicesimi)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

(INFOPHOTO)  (INFOPHOTO)

Fiorentina

TATARUSANU 7: L'estremo difensore rumeno, pur avendo subito tre reti, si è reso protagonista di diversi interventi decisivi che hanno impedito agli inglesi di arrotondare ulteriormente il risultato. Strepitosa la parata nel finale sull'eccellente conclusione volante di Mason.

TOMOVIC 5,5: Il serbo ha sostituito lo squalificato Roncaglia e, dopo aver sofferto in avvio le iniziative di Lamela, che lo ha spesso puntato, ha preso le misure all'argentino che ha cercato e trovato gloria nel lato opposto al numero 4 viola. Poteva evitare il cartellino giallo quando ha discusso con Wimmer nel finale di primo tempo.

RODRIGUEZ 5: Il capitano viola è stato uno dei migliori nella prima frazione di gioco ma ha sbagliato il tempo d'uscita in occasione del raddoppio di Lamela consentendo a Eriksen di avviare l'azione. Sfortunato in occasione dell'autogol quando ha deviato nella propria rete il potente cross di Trippier nel tentativo di anticipare Alli.

ASTORI 5: Il centrale difensivo cerca di lottare su tutti i palloni anche se si è fatto anticipare da Alli sia in occasione del primo che del secondo gol anche se, nell'azione del gol di Lamela, forse ha subito un fallo dal talento inglese che però l'arbitro ha deciso di far correre.

BERNARDESCHI 4,5: Questa volta il talento viola stecca completamente la partita visto che, dopo aver giocato un primo tempo nel quale non è mai riuscito a trovare la posizione giusta per creare pericoli agli avversari. Nella ripresa viene avanzato ed ha due occasioni in contropiede che però fallisce malamente intestardendosi in azioni personali mal gestite.

BADELJ 5: Si vede che il croato è rientrato da poco da un brutto infortunio perchè evidenza in questa difficile il ritardo sotto il punto di vista della condizione che gli avversari hanno ulteriormente accentuato. Esce nei minuti finali per far spazio a Mati Fernandez. (MATI FERNANDEZ S.V.: Pochissimi minuti per il cileno, ingiudicabile).

VECINO 5: L'uruguaiano ha cercato di lottare come al solito anche se ha subito la fisicità dei centrocampisti inglesi che hanno preso il possesso delle operazioni a centrocampo. Ha faticato ad arginare le iniziative degli avversari. Perde Mason in occasione del vantaggio inglese quando il numero 8 degli spurs si è inserito in area indisturbato.

ALONSO 6: Lo spagnolo è uno dei pochi positivi soprattutto nel corso del primo tempo quando era riuscito a spingere con continuità costringendo alla difensiva Trippier che però cresce alla distanza provocando anche l'autogol di Gonzalo Rodriguez nel finale di gara.

BORJA VALERO 5,5: Paulo Sousa decide di mettere in campo il suo faro imprescindibile che però è stato condizionato dalle non ottimali condizioni fisiche visto che aveva la febbre anche durante l'incontro. Perde alcuni palloni che per uno giocatore come lui sono praticamente inspiegabili. Esce nel secondo tempo per far spazio a Blaszczykowski quando il risultato era ormai compromesso. (BLASZCZYKOWSKI 5: L'esperto polacco scende in campo al posto dell'acciaccato Borja Valero, ma l'ex giocatore del Borussia Dortmund non si è mai fatto vedere anche perchè il suo ingresso è avvenuto quando ormai la partita era chiusa)

ILICIC 5: Lo sloveno prosegue il suo momento tutt'altro che positivo di forma, fatica proprio fisicamente anche ad aiutare la sua squadra quando inizialmente prova a pressare nella metà campo avversaria. Unico lampo quando, dopo aver saltato Davies ha provato il tiro che ha sfiorato di poco il palo. Esce per far spazio a Zarate arrabbiandosi visto che ha lanciato i guanti verso la panchina. (ZARATE 6: L'argentino entra proprio pochi secondi prima della rete di Lamela che ha chiuso la partita. Nonostante il doppio svantaggio cerca di creare pericoli alla retroguardia inglese con la sua vivacità ed intraprendenza che gli ha fatto sfiorare la rete in due occasioni).

KALINIC 5,5: Il centravanti croato gioca una partita di totale sacrificio, spalle alla porta con la volontà di aiutare i suoi compagni a salire o a favorirne gli inserimenti. E' forse l'unico del reparto avanzato che in questa serata si è dimostrato totalmente generoso.

All.SOUSA 5,5: Il Tottenham è forse superiore alla formazione viola ma è anche vero che il tecnico portoghese avrebbe potuto osare di più fin dall'inizio. Il passaggio al 4-4-2 nel secondo tempo ha dato un impulso positivo alla squadra che però è mancata in alcune occasioni create nella metà campo avversaria.

 

(Marco Guido)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.