BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAGELLE / Chievo-Genoa (1-0): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2015-2016, 27^giornata)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Albano Bizzarri, 38 anni, argentino (INFOPHOTO)  Albano Bizzarri, 38 anni, argentino (INFOPHOTO)

LE PAGELLE DI CHIEVO-GENOA 1-0 (SERIE A 2015-2016, 27^GIORNATA): FANTACALCIO, I VOTI DELLA PARTITA - Chievo-Genoa termina con il risultato di 1-0 in favore dei padroni di casa. Decisiva la rete di Castro, uno dei migliori insieme a Birsa. Tra i locali da rivedere Radovanovic. Nel Genoa si salvano Cerci e Laxalt; malissimo De Maio e Matavz, quest'ultimo decisamente troppo isolato.

VOTO ARBITRO (Fabbri) 5 - Il Chievo si lamenta per tre rigori non concessi. Giusto sorvolare sull'atterramento di Pellissier a fine primo tempo; qualche dubbio sui due presunti falli di mano in area di Laxalt e soprattutto Ansaldi. Il direttore di gara sempre è apparso convinto. CLICCA QUI PER LE PAGELLE DEL CHIEVO - - CLICCA QUI PER LE PAGELLE DEL GENOA

LE PAGELLE DI CHIEVO-GENOA (SERIE A 2015-2016, 27^GIORNATA): FANTACALCIO, I VOTI DELLA PARTITA - Il primo tempo di Chievo-Genoa si è concluso sul risultato di 0-0. vediamo di seguito le pagelle del primo tempo. Chievo-Genoa vale una buona fetta di salvezza. Le due squadre, che non navigano in acque calme e limpide, necessitano entrambe dei tre punti in palio per dribblare la pericolosa zona retrocessione. I padroni di casa arrivano dal ko nel derby contro l'Hellas Verona mentre gli ospiti contano di ripetere quanto di buono fatto vedere una settimana fa in occasione del successo ottenuto ai danni dell'Udinese. Attenzione però perché il ruolino di marcia in trasferta del Genoa non è dei più rosei: in questa stagione il Grifone fuori casa ha perso 8 volte e peggio dei rossoblù hanno fatto soltanto Sampdoria e Frosinone. Ma neppure il Chievo Verona può sorridere perché tra le mura amiche del Bentegodi, fin qui, sono arrivate soltanto 3 vittorie e 5 pareggi: una tendenza decisamente da invertire. Veniamo subito alle formazioni iniziali partendo proprio dal Chievo. Maran opta per il 4-3-1-2 con Bizzarri tra i pali; Cacciatore, Dainelli, Cesar e Gobbi in difesa; N.Rigoni, Radovanovic e Castro a centrocampo; Birsa alle spalle delle due punte Pellissier e M'Poku. Il Genoa risponde con il solito e duttile 3-4-3: Perin in porta quindi Ansaldi, Burdisso e De Maio; Rincon e Laxalt sono gli esterni con L.Rigoni e Dzemaili in mediana; il tridente offensivo è composto dagli ex Milan Cerci e Suso e dal bomber sloveno Matavz. Pronti, via.

Il Chievo prova subito a farsi notare con un paio di fiammate di Birsa, variabile impazzita che spesso si sposta sulla linea degli attaccanti in un improvvisato 4-3-3. La mobilità e la libertà dello sloveno sono l'arma in più per i gialloblù che in avvio si rendono pericolosi con un paio di fiammate ben contenute da Burdisso (6) e compagni. Il Genoa si difende con ordine, mostra linee compatte e strette tra loro e sfrutta al meglio le corsie laterali dove Laxalt (6,5) e Cerci (6,5) fanno vedere buone cose grazie alla loro rapidità. Di palle gol, davvero poche. Le uniche chance degne di nota si contano sulle dita di una mano. All 11' Laxalt fa fuori Cacciatore (5) e mette al centro dalla sinistra un traversone al bacio per Cerci: decisiva la chiusura di Cesar (6,5) in corner. Il Chievo risponde intorno alla mezzora con il suo uomo più in forma: Birsa (6,5) riceve palla al limite e lascia partire un mancino velenoso che termina di poco sul fondo. Perin (6) sembrava in traiettoria. Sul finire di tempo il Genoa sfiora il vantaggio con Cerci: Dzemaili (5) lancia l'ex Milan che prende la mira e cerca il palo più lontano. Pallone fuori di non molto. Il primo tempo termina a reti inviolate.

VOTO PARTITA 4 - Gara bruttissima ricca di errori tecnici e priva di emozioni. Il gioco si sviluppa soprattutto a centrocampo non dando modo ai due schieramenti di tessere iniziative offensive degne di nota.

VOTO CHIEVO 4,5 - Birsa a parte la squadra di Maran disputa un primo tempo anonimo e apatico. Si sente la mancanza di un bomber di razza in grado di concretizzare le (rare) iniziative offensive. Fortuna per i gialloblù che Cesar e Dainelli non sbagliano un colpo su Matavz. MIGLIORE CHIEVO BIRSA 6,5 - I padroni di casa si affidano al suo estro. Dietro le punte o largo a destra, è lui l'unica spina nel fianco della difesa genoana. PEGGIORE CHIEVO M'POKU 4,5 - Uno dei tanti letteralmente non entrati in partita. Viste le sue potenzialità potrebbe decisamente fare meglio.

VOTO GENOA 5 - Leggermente meglio del Chievo ma anche gli uomini di Gasperini non mostrano una manovra brillante. Per lo meno tra gli ospiti si legge una seppur minima trama di gioco. MIGLIORE GENOA LAXALT 6,5 - Motorino inesauribile sull'out mancino. Attacca e difende con la solita intensità. PEGGIORE GENOA DE MAIO 5 - Errori a raffica in difesa che potrebbero costar cari al Girfone. Per sua fortuna l'attacco spuntato del Chievo non ne approfitta.

VOTO ARBITRO (Fabbri) 6 - Nulla da segnalare al termine di un primo tempo noioso e di facile lettura. Giusto non concedere rigore al Chievo nel finale. (Federico Giuliani - Twitter: @Fede0fede)



  PAG. SUCC. >