BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Pagelle/ Juventus-Inter (2-0): Fantacalcio, il migliore in campo e i voti della partita (Serie A 2015-2016, 27^giornata)

(INFOPHOTO)(INFOPHOTO)

Juventus

Il suo primo intervento arriva a due minuti dal novantesimo, a dimostrazione di come sia stato sterile il reparto offensivo nerazzurro, ma è strepitoso quando nega il 2-1 a Eder che avrebbe riaperto il match. Con la partita di stasera supera il proprio record di imbattibilità.

Altra prestazione da incorniciare, anche se non dà praticamente mai nell'occhio è autore di una gara molto solida, esente da errori, imperfezioni e indecisioni.

Sblocca il match approfittando del regalo di D'Ambrosio che gli serve il pallone dell'1-0 su un piatto d'argento. Fa da attaccante aggiunto, ma non rinuncia mai a difendere. Una garanzia.

Una mezz'ora decisamente buona per lui che arriva sempre prima degli altri sul pallone, poi deve alzare bandiera bianca per un problema muscolare. ( Dà una mano in difesa, non ha il savoir-faire di Chiellini ma è bravo a non commettere sbavature o a regalare palloni agli avversari)

Fa avanti e indietro sulle fasce, smistando cross e passaggi filtranti ai suoi compagni. Molto difficilmente Allegri si priverebbe di uno come lui.

Anche stasera non è al 100% e non riesce a reggere per 90 minuti, non a caso le cose migliori le fa nel primo tempo, spegnendosi progressivamente nella ripresa. ()

Quando gioca contro le sue ex squadre si illumina, a inizio gara colpisce la traversa (complice l'intervento di Handanovic), ma in generale sembra più ispirato rispetto alle sue ultime uscite.

In ombra nel primo tempo quando non entra mai nel vivo del gioco, un po' meglio nella ripresa quando alimenta i contropiedi e le azioni offensive dei bianconeri, ma in giornate come questa ci si aspetta che uno come lui faccia la differenza spaccando le partite

Nel primo tempo decisivo l'anticipo su D'Ambrosio sugli sviluppi di un calcio di punizione, onnipresente sia in fase offensiva che in quella difensiva.

Nel primo tempo si divora il gol dell'1 a 0 quando riceve l'ottimo suggerimento di Mandzukic. Nella ripresa fa la barba al palo. Quella di oggi non è stata la sua miglior gara stagionale, ma è sempre presente quando la Juve affonda. ( Entra, si procura il rigore e lo trasforma, consegnando di fatto la vittoria e i tre punti alla Juve. Meglio di così si muore).

Non riesce ad approfittare dei regali di Murillo e gli manca sempre quel cinismo sotto porta necessario per buttare la palla in rete. Ma il suo spirito di sacrificio è encomiabile.

Oggi nessuna squadra in Italia gioca con la cattiveria che contraddistingue la Juve, Allegri ha fatto un lavoro addirittura migliore di quello dell'anno scorso, riuscendo a raddrizzare un campionato iniziato malissimo. Azzeccatissimo l'inserimento di Morata che rifila il colpo di grazia ai nerazzurri, obbligate invece le sostituzioni di Chiellini e Khedira, usciti acciaccati. Riesce anche a sopperire alle assenze (Marchisio e Caceres su tutti) trovando sempre il rincalzo giusto.