BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Pagelle/ Inter-Juventus (3-0, 3-5 rigori): i voti della partita (Coppa Italia 2015-2016, semifinale ritorno)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Lo juventino Simone Zaza (sinistra), 24 anni e l'interista Gary Medel, 28 (INFOPHOTO)  Lo juventino Simone Zaza (sinistra), 24 anni e l'interista Gary Medel, 28 (INFOPHOTO)

LE PAGELLE DELLA JUVENTUS

NETO 7,5 - Non era facile reggere il confronto con Buffon, ma ne esce comunque alla grande. Poteva essere più reattivo sull'1 a 0 di Brozovic, non ha alcuna colpa sulla rete di Perisic. Intuisce il rigore di Brozovic senza impedire al pallone di entrare in porta, poi compie due miracoli su Perisic che gli alzano notevolmente il voto. Dal dischetto viene graziato dalla traversa che ferma Palacio.

LICHTSTEINER 5 - Oggi, a differenza di tante altre volte, spinge pochissimo sulle fasce, gara anonima per noi. (BARZAGLI 6 - Allegri lo getta nella mischia quando capisce che bisogna correre ai ripari, e con lui in campo la Juve difende meglio e con molte meno insicurezze)

RUGANI 5 - Perde un pallone che poteva costare molto caro alla Juve, procura il rigore del 3 a 0 entrando in netto ritardo su Perisic. Nei supplementari viene assalito dai crampi ma tiene duro e rimane in partito, cercando di non fare altri danni.

BONUCCI 6,5 - Si fa ammonire ed essendo diffidato dovrà saltare la finalissima. Anche lui, come i suoi compagni, sbaglia l'approccio alla partita e gioca molto al di sotto dei suoi standard. È comunque lui a trasformare l'ultimo rigore, quello decisivo, che porta la Juve in finale.

ALEX SANDRO 5,5 - Prestazione opaca anche per lui, interviene spesso in ritardo colpendo l'uomo anziché la palla, facendosi superare anche in velocità.

CUADRADO 6 - Nel primo tempo è forse uno dei meno peggiori nelle fila della Juve, nella ripresa cala leggermente e nei supplementari si fa prendere dal nervosimo, rischiando il rosso.

HERNANES 5 - Notevole passo indietro per il brasiliano dopo la buona prova di domenica scorsa: si fa rubare palla da Medel nell'azione che porta al gol di Brozovic, a causa dell'errore va in confusione e non ne fa più una giusta. (LEMINA 5,5 - Talento acerbo che deve ancora sbocciare, rimedia un giallo a pochi minuti dal suo ingresso in campo) STURARO 5,5 - Anche lui stasera appare in netta difficoltà, di certo contro il Bayern Monaco aveva dato un'impressione decisamente migliore (oltre ad aver firmato la rete del 2-2 in rimonta)

ASAMOAH 5 - Giornata no per lui: le poche volte che tocca palla rischia di combinare veri e propri disastri, oggi è stato uno spauracchio più per i compagni che per gli avversari. (POGBA 6,5 - Con la sua classe ridesta la Juve dal torpore nel quale era piombata a inizio gara, non trova il gol sfiorandolo solamente nei supplementari) ZAZA 7 - Sfortunatissimo nel colpire il palo e nel non trovare il gol in almeno altre tre occasioni: stasera la porta è proprio stregata. Ma la cattiveria e la grinta inesauribile con le quali arriva su ogni pallone sono commoventi.

MORATA 6 - Impalpabile o quasi nei tempi regolamentari, si sveglia nei supplemntari quando si vede negare il gol da Carrizo che con due super parate porta l'Inter ai calci di rigore.

ALL. ALLEGRI 5,5 - La sua squadra sbaglia completamente l'approccio alla partita, disputando una gara di contenimento quando doveva cercare il gol che avrebbe condannato l'Inter, che a quel punto avrebbe dovuto segnarne cinque per garantirsi la finale. I bianconeri si svegliano solamente nel finale, quando ormai sono già tutto di tre gol. Decisivi gli innesti di Barzagli e Pogba, due punti di riferimento per tutti gli altri compagni.

(Stefano Belli)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
03/03/2016 - pagelle Juventus (Pietro Carfì)

Sinceramente mi sembrano voti strani. A cominciare da Neto che ha fatto una buona parata, ma che ha fatto una serie di errori - a partire dal primo gol subito. La sua insicurezza passa anche dalla incapacità di impostare l'azione con i difensori, come fa di consueto Buffon: rimette sempre con il lancio lungo, tipico segnale di inferiorità. Penso sia impresentabile alla Juventus. Generosi anche i voti ai centrocampisti, che hanno offerto tutti e tre prestazioni modeste, Asamoah imbarazzante. Molto meglio invece Lemina (che invece prende solo 5,5): con lui davanti alla difesa e Sturaro e Pogba mezzali non credo che avremmo subito 70 minuti come quelli di ieri. Alex Sandro non è certo da 5,5: dal suo lato si passa di rado e cerca di cantare e portare la croce - quando invece lo svizzero a destra è assente in avanti e lacunoso in difesa. D'accordo su Zaza. Morata quasi inutile. Ciao a tutti