BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

RIFUGIATI ALLE OLIMPIADI/ Potranno partecipare a Rio 2016: il Cio crea la squadra (oggi 3 marzo)

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

RIFUGIATI ALLE OLIMPIADI: IL CIO CREA LA SQUADRA, POTRANNO PARTECIPARE A RIO 2016 (OGGI 3 MARZO) – I rifugiati potranno partecipare alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016. Gli atleti che avessero dovuto abbandonare la propria Nazione nei tanti drammatici eventi degli ultimi mesi, per fuggire da una situazione di guerra e magari anche perché oppositori politici o membri di una minoranza perseguitata, potranno far parte dell'apposita squadra creata dal Cio: oggi infatti il Comitato Esecutivo ha deciso la nascita di una squadra – in inglese 'Team of Refugee Olympic Athletes' – che darà la possibilità di partecipare ai Giochi a tutti quegli atleti che dovessero trovarsi in questa situazione.

Una decisione che assume naturalmente anche grande valore simbolico: la squadra dei rifugiati parteciperà regolarmente alla cerimonia inaugurale come tutte le normali squadre nazionali, sfilando per penultima prima del Brasile ospitante ed utilizzando la bandiera olimpica a cinque cerchi, che sarà anche issata sul podio nel caso in cui un membro del team ROA dovesse riuscire a salire sul podio. Se poi un rifugiato dovesse vincere la medaglia d'oro, verrebbe suonato per lui l'inno olimpico. Una situazione che si è già verificata in passato in casi particolari, ad esempio a Mosca 1980 molte nazioni – Italia compresa – non mandarono una delegazione ufficiale ma i loro atleti poterono gareggiare a livello individuale sotto la bandiera olimpica. Adesso però si tratta di una situazione ben diversa, tanto che i fondi della 'solidarietà olimpica' saranno utilizzati per coprire le spese di viaggio e altre necessità.



© Riproduzione Riservata.