BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Risultati Premier League/ Partite, marcatori e classifica aggiornata (28^giornata, 1-2 marzo 2016)

Pubblicazione:

(INFOPHOTO)  (INFOPHOTO)

RISULTATI PREMIER LEAGUE: PARTITE, MARCATORI E CLASSIFICA AGGIORNATA (28^GIORNATA, 1-2 MARZO 2016) - Il turno infrasettimanale della Premier League, la 28esima giornata, si era aperto con le prime cinque gare del martedì, tra le quali quella della capolista Leicester City. La formazione di Ranieri ha pareggiato con il WBA e quindi rischiava di venire raggiunta in testa alla classifica dal Tottenham, impegnato nella serata successiva. La formazione di Pochettino e l’Arsenal di Wenger, rispettivamente seconda e terza in classifica, non hanno però sfruttato l’occasione che si presentava e sono state sconfitte sul campo del West Ham e dai gallesi dello Swansea all'Emirates Stadium.

Alle loro spalle sconfitta pesante per il Manchester City battuto per 3-0 a Liverpool e raggiunto dai cugini dello United, che hanno risolto solo nei minuti finali la loro partita casalinga contro il Watford. Continua anche la risalita del Chelsea, vincente in trasferta sul campo del Norwich City. In coda sembra ormai spacciato l’Aston Vill con i suoi 16 punti, mentre è grande battaglia a tre al penultimo posto, con i 24 punti di Sunderland, Newcastle e Norwich City.

Il Leicester City ha frenato la sua corsa nell’incontro casalingo contro il West Bromwich Albion, che ha imposto alla capolista il pareggio per 2-2. La formazione di Claudio Ranieri è stata anche sfortunata, colpendo ben due traverse con i tiri di Vardy e di Okazaki, ma è apparsa anche sciocca in occasione della punizione concessa agli avversari al 50', che ha portato al pareggio segnato da Gardner. L’incontro era iniziato male per il Leicester City, che si era trovato sotto per 1-0 grazie alla rete messa a segno da Rondon, poi era riuscito a ribaltare il risultato prima con Drinkwater e poi con King, andando al riposo in vantaggio. La rete degli ospiti era arrivata dopo 11 minuti di gioco e alla prima vera occasione, con Rondon che controllava bene un lancio di Fletcher e poi si liberava della guardia di Huth, trafiggendo successivamente Schmeichel. Il pareggio degli uomini di Ranieri arriva con un po’ di fortuna, dato che la conclusione di Drinkwater è stata deviata alle spalle di Foster dal suo difensore Olsson, mentre la seconda rete è stata di pregevole fattura, con Mahrez ad imbeccare King con un colpo di tacco che il compagno deve solo accarezzare in rete con il destro. Dopo il pareggio del WBA il Leicester City ha attaccato fino alla fine ma con una sola occasione per Morgan, che il portiere degli avversari ha respinto, oltre ai due legni colpiti prima da Vardy e dopo da Okazaki.

A Norwich il Chelsea continua a vincere e a scalare la classifica. Dopo qualche tempo per prendere le misure il nuovo corso del tecnico dei Blues, l’olandese Hiddink, sembra funzionare e con due reti di matrice brasiliana, la prima di Kenedy e la seconda di Diego Costa, la formazione londinese si porta all’ottavo posto in classifica. Per Kenedy si trattava solo della terza gara giocata dall’inizio, ma sono bastati 40 secondi dall’avvio della gara per segnare di sinistro dopo aver saltato tre difensori. Il raddoppio del Chelsea arriva da Diego Costa che trafigge Ruddy segnando il suo undicesimo goal in questa Premier League, macchiato dal dubbio di una partenza in fuorigioco. Al 68' per il Norwich segna Redmond, ma la rete serve solo per ridurre lo scarto, nonostante un finale tutto in avanti dei padroni di casa.

Il Sunderland pareggia per 2-2 la sua gara con il Crystal Palace grazie ad una rete di Borini nel recupero. I Black Cats erano passati in vantaggio con N’Doye, poi avevano dovuto subire pareggio e ribaltamento del risultato da parte dei londinesi con due reti messe a segno da un ex, Wickam, prima del pareggio firmato Borini. Per l’Aston Villa invece le cose vanno sempre peggio e dopo la sconfitta con l’Everton la formazione guidata da Garde resta fanalino di coda. L’Everton segna tre reti con Funes Mori, Lennon e Lukaku e l’Aston Villa solo una, con Gestede che mette in rete di testa il punto di consolazione.

In quello che viene definito il derby della South Coast, vince il Bournemouth che manda a segno Cook ed Afobe nella vittoria per 2-0 contro il Southampton. Il West Ham fa un bel regalo al Leicester City e a Claudio Ranieri sconfiggendo all’Upton Park il Tottenham, suo acerrimo nemico. Il punteggio finale a favore della formazione di casa è di 1-0 e la partita si sblocca quasi subito, al settimo minuto, con un grande colpo di testa di Antonio che manda la palla in rete alle spalle di Lloris. Il centrocampista del West Ham colpisce il pallone calciato dalla bandierina da Payet. Gli Spurs, che in settimana avevano eliminato la Fiorentina in Europa League, venivano da sei successi di seguito ma in questa occasione sono stati traditi dagli errori di Kane, che nella seconda frazione di gara ha sciupato due belle occasioni per andare a rete. Lo stop del Tottenham arriva abbastanza inatteso, mentre il West Ham continua a sognare visto che si trova ad un solo punto di distanza dalle due formazioni di Manchester.

L’Arsenal aveva un turno favorevole contro lo Swansea allenato da Francesco Guidolin, che non era comunque in panchina per un malore, ma la formazione gallese ha ribaltato il pronostico imponendosi per 1-2 a Londra. L’Arsenal era andato in vantaggio dopo 11 minuti di gioco grazie a Joel Campbell, che aveva segnato in acrobazia; poco dopo la mezzora arriva un errore in difesa dei londinesi che permettono un facile pareggio a Routledge, bravo nel battere Cech dopo essersi inserito tra Mertesacker e Bellerin. Nella ripresa il goal decisivo dei gallesi ad opera del capitano Williams, complice un'uscita incerta di Cech. Per Wenger c’è comunque molto da recriminare, visto che i suoi uomini hanno colpito ben tre volte i legni della porta avversaria, due con Sanchez ed una con Giroud.

Debacle per il Manchester City a Liverpool, con la formazione di Pellegrini che sembra aver mollato in campionato puntando tutto sulla Champions League. I Reds di Klopp con questo 3-0 inflitto ai Citizens si sono presi anche una bella rivincita, visto che solo tre giorni prima nella Coppa di lega erano stati beffati ai rigori da Yaya Touré e compagni. Punteggio sbloccato quattro minuti dopo la mezzora da Lallana che sorprende Hart con un tiro rasoterra dopo una prolungata azione del Liverpool; prima del riposo va a segno anche Milner, un ex, che mette in rete toccando con la punta dopo un'incursione nella fascia centrale. Il 3-0 lo firma nella ripresa, dopo 12 minuti, Roberto Firmino su un passaggio smarcante di Lallana, vero uomo in più per Jurgen Klopp.

L’altra metà di Manchester, lo United, vince ma con molta fatica il suo incontro con il Watford. La rete decisiva a sette minuti dalla fine da parte di Mata. Una gara in cui il coriaceo Watford avrebbe sicuramente meritato la divisione della posta. L’ultima gara della serata vedeva di fronte lo Stoke City ed il Newcastle, con i padroni di casa che riescono a vincere con una grande rete dell’ex Inter Shaqiri, condannando quindi il Newcastle a rimanere in zona retrocessione. CLICCA QUI PER I RISULTATI E LA CLASSIFICA DELLA PREMIER LEAGUE 2015-2016 (28^GIORNATA)



  PAG. SUCC. >