BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

DIRETTA / Norvegia-Germania (risultato finale 0-3): i campioni dominano, doppietta di Muller (qualificazioni Mondiali 2018, 4 settembre 2016)

Diretta Norvegia-Germania, risultato finale 0-3: la doppietta di Thomas Muller e il gol di Joshua Kimmich regalano i tre punti ai tedeschi nel girone delle qualificazioni al Mondiale 2018

LaPresseLaPresse

Buona la prima per la nazionale di Joachim Loew. All’esordio nelle qualificazioni ai Mondiali 2018 i campioni in carica non steccano, vincono sul difficile campo della Norvegia e fanno capire a tutti, al di là del punteggio, di essere ancora la squadra da battere. Prestazione sontuosa e autoritaria della Germania, che non solo segna tre gol ma crea un’infinità di palle gol attraverso un gioco fluido e praticato a memoria, anche con l’inserimento di qualche interprete non ancora del tutto in sintonia con i compagni più esperti. Thomas Muller parte largo nel 3-4-3 impostato da Loew, ma la sua posizione è uno specchietto per le allodole: Gotze gli lascia libero lo spazio e lui ringrazia, sfruttando il lavoro dei compagni per salire a quota 34 gol in nazionale grazie alla doppietta. Nel mezzo arriva anche il primo sigillo in nazionale per Joshua Kimmich (stavolta Muller ci mette l’assist); nella ripresa Loew lascia spazio anche a Julian Brandt e Max Meyer che possono rappresentare, insieme a Julian Weigl, il futuro di una Germania che continua a sfornare talenti funzionali al progetto. Norvegia schiacciata, molle e rimandata ad altri impegni per capire se potrà davvero essere la seconda forza del girone così da guadagnare almeno i playoff. 

Continua a dare spettacolo la nazionale tedesca, che inizia nel migliore dei modi la sua corsa verso la difesa del titolo vinto quattro anni fa. Nella partita inaugurale della qualificazione al Mondiale 2018 la nazionale di Joachim Loew è sul 3-0 all’ora di gioco; doppietta per Thomas Muller, che a 27 anni ancora da compiere ha già toccato le 77 presenze e 34 reti in nazionale. Questa volta l’azione è classica: Sami Khedira, ammonito poco prima per un fallo di reazione, alza la testa dalla fascia destra dove si allarga spesso e mette al centro un pallone che galleggia nei pressi dell’area di rigore. Muller mostra tutto il repertorio da attaccante di razza e con un bellissimo stacco anticipa secco il difensore e schiaccia il pallone sul palo alla sinistra di Jarstein, che tocca ma non può evitare che il pallone entri in porta. Dunque la Germania ha già sbrigato la pratica Norvegia e manda un segnale a tutte le avversarie in questo girone di qualificazioni al Mondiale 2018. 

Al 45’ minuto, proprio allo scadere del primo tempo, la Germania raddoppia e chiude la partita. Altra azione tambureggiante e splendida dei tedeschi: nasce dalla trequarti e si sviluppa sul centrodestra, il pallone arriva al limite dell’area di rigore dove Thomas Muller - già autore del gol del vantaggio al quarto d'ora - con un tocco di esterno fa tunnel al difensore e manda in porta Joshua Kimmich che arrivava da dietro di gran carriera. Destro a incrociare e 0-2: è il primo gol in nazionale per il giovane difensore che Pep Guardiola ha lanciato nel Bayern Monaco e che Loew ha promosso in nazionale portandolo anche agli Europei. La Germania di fatto si è già presa i tre punti nel girone di qualificazione ai Mondiali 2018, a meno di un eroico secondo tempo da parte della Norvegia; funziona molto bene il 3-4-3 tedesco. 

Al 15’ minuto la nazionale tedesca è già in vantaggio. Gioca benissimo la Germania di Joachim Loew e sblocca con un’azione di stampo rugbistico: Khedira arriva al limite dell’area e prova il tiro in porta, il pallone viene ribattuto da un difensore ma capita sui piedi di Draxler che si allarga e mette in mezzo p’er l’accorrente Muller. La prima conclusione del tedesco è ribattuta, la seconda invece è vincente nonostante il tentativo di intervento del portiere norvegese. Subito dopo la Germania ha altre due occasioni per raddoppiare, e sempre con Muller; la difesa della Norvegia però riesce di riffa o di raffa a rimediare e dunque per il momento la partita rimane in equilibrio anche se la Germania resta in pieno controllo della situazione, dando l’idea di poter accelerare a piacimento e chiuderla magari anche prima dell’intervallo.

Norvegia-Germania: inizia la partita valida per la prima giornata delle qualificazioni al Mondiale 2018. Naturalmente favoriti i tedeschi, che iniziano da qui la loro difesa del titolo conquistato due anni fa in Brasile; attenzione però a non sottovalutare una Norvegia che in Francia non ci era andata, ma aveva giocato lo scherzetto alla Croazia e le stava per soffiare il posto nella qualificazione diretta, dovendo poi passare per i playoff che non è riuscita a superare. Andiamo a vedere quali sono le formazioni ufficiali della partita e come i due Commissari Tecnici dispongono le loro nazionali, il calcio d’inizio è alle ore 20:45. 1 Jarstein; 16 Svensson, 3 Hovland, 6 Nordtveit, 2 Aleesami; 20 Diomande, 8 Johansen, 5 Tettey, 19 V. Berisha; 7 J. King, 10 Henriksen. In panchina: 12 Nyland, 22 Grytebust, 9 Abdellaoue, 23 Berget, 15 Eikrem, 14 Jenssen, 17 Linnes, 21 Rogne, Samuelsen, 18 Selnaes, 11 Sorloth, 4 Strandberg. Allenatore: Per Hogmo 1 Neuer; 21 Kimmich, 4 Howedes, 5 Hummels; 13 T. Muller, 6 Khedira, 8 Kroos, 3 Hector; 10 Ozil, 19 Gotze, 11 Draxler. In panchina: 12 Leno, 22 Ter Stegen, 2 Mustafi, 16 Tah, 15 Weigl, 20 Bellarabi, 7 Brandt, 18 M. Meyer. Allenatore: Joachim Loew 

Tra le due formazioni i precedenti giocati sono appena quattro, e la nazionale tedesca è in vantaggio nel bilancio. Abbiamo infatti due vittorie tedesche, un pareggio e una sola vittoria della Norvegia; la storia di questa partita inizia nell’agosto 1953 nelle qualificazioni al Mondiale dell’anno successivo. La Germania, che avrebbe vinto la Coppa del Mondo giocata in Svizzera (con la controversa finale contro l’Ungheria e la rimonta da 0-2 contro l’Aranycsapat, la squadra d’oro), pareggiò 1-1 in trasferta per poi vincere 5-1 in casa; nel novembre del 1999 in amichevole la Germania vinse 1-0 grazie al gol di Mehmet Scholl al 90’ minuto e quella rimane l’ultima vittoria tedesca contro la nazionale scandinava. Nel febbraio del 2009 infatti, altra amichevole, fu la Norvegia a vincere 1-0 con la rete messa a segno da Christian Grindheim; quello è l’ultimo precedente giocato tra le due nazionali, che dunque si ritrovano in campo oggi a più di sette anni e mezzo di distanza. Germania super favorita, riuscirà la Norvegia a far fruttare il fattore campo e prendersi una vittoria prestigiosa e importante all’esordio delle qualificazioni al Mondiale 2018? 

Sarà sicuramente la partita più interessante di questa sera per quanto riguarda le qualificazioni ai Mondiali di Russia 2018 e in particolare sarà il piatto forte del gruppo C, uno di quelli che scende in campo oggi aprendo il lungo cammino della zona europea verso il torneo iridato. In attesa del fischio d’inizio del match di Oslo, andiamo a vedere che cosa si attendono gli scommettitori da Norvegia-Germania. Come poteva essere facilmente prevedibile, l’agenzia Snai vede nettamente favoriti i campioni del Mondo in carica della Germania nonostante il fattore campo che sarebbe un punto a vantaggio della Norvegia, il cui successo (segno 1) è però quotato a 7,00 ed è quindi considerato decisamente improbabile. Si scende poi a quota 4,15 per chi volesse scommettere sul pareggio e quindi sul segno X, ma l’ipotesi nettamente più credibile secondo Snai è la vittoria della Germania, tanto che il segno 2 è proposto a 1,47.

Dall'arbitro scozzese Willie Collum, si gioca alle ore 20.45 di questa sera, domenica 4 settembre 2016, presso lo stadio Ullevaal di Oslo: si tratta della prima partita di qualificazione ai Mondiali 2018 per entrambe le nazionali. Si riparte dopo gli Europei di questa estate e adesso l'obiettivo è conquistare un posto nel prossimo torneo iridato, che si svolgerà fra due anni in Russia. Norvegia e Germania sono inserite nel gruppo C: le altre quattro squadre con cui si devono confrontare sono Repubblica Ceca, Irlanda del Nord, Azerbaigian e San Marino. Guardando la composizione del girone possiamo dire che proprio la Germania è la grande favorita per il primo posto nel girone, mentre la Norvegia è nel gruppo di squadre che sulla carta dovrebbe lottare per il secondo posto con Repubblica Ceca e Irlanda del Nord.

Ricordiamo dunque la formula delle qualificazioni ai Mondiali 2018, che ci terranno compagnia fino all'autunno dell'anno prossimo. Ci sono solamente 13 posti a disposizione per l'Europa (14 con la Russia qualificata d'ufficio): nove saranno riservati alle squadre vincitrici dei gironi, mentre le migliori otto seconde giocheranno gli spareggi playoff per gli ultimi quattro posti a disposizione. Dunque anche arrivare secondi sarà scomodo: decisamente meglio vincere il girone, ruolo che in questo gruppo C dovrebbe spettare quasi di diritto alla Germania campione del Mondo in carica. La Nazionale tedesca è sempre affidata al commissario tecnico Joachim Low, che riparte dalle semifinali ottenute a Euro 2016, quando perse con la Francia padrona di casa a Marsiglia dopo avere eliminato l'Italia nei quarti di finale al termine di una infinita serie di calci di rigore che ancora ricordiamo molto bene. Adesso si riparte e naturalmente per la Germania l'obiettivo è vincere il girone per evitare ogni rischio agli spareggi.

Per la Norvegia invece arrivare seconda potrebbe essere l'obiettivo principale e provare a superare in classifica rivali quali i cechi e i nordirlandesi una sfida affascinante. Gli uomini del commissario tecnico Per-Mathias Hogmo (che è stato confermato alla guida della Norvegia) ripartono dalal mancata partecipazione a Euro 2016: nel girone delle qualificazioni avevano affrontato l'Italia giungendo terzi alle spalle degli azzurri e della Croazia, poi lo stop arrivò ai playoff contro l'Ungheria.

Le ultime partecipazioni ai grandi tornei sono piuttosto lontane per gli scandinavi, che mancano dal 1998 ai Mondiali e dal 2000 agli Europei, dunque il sogno è naturalmente quello di spezzare il digiuno. Iniziare con la Germania non è facile, ma un bel risultato potrebbe dare una grossa spinta anche dal punto di vista psicologico.

Per seguire la diretta tv di Norvegia-Germania dovete andare su Sky Sport Mix oppure su Sky Calcio 8 (li trovate rispettivamente al numero 106 e 258 del pacchetto satellitare); gli abbonati, se non potranno mettersi davanti a un televisore questa sera alle ore 20.45, avranno a disposizione anche la diretta streaming video attraverso l’applicazione Sky Go. Inoltre, se vorrete seguire quello che succederà su tutti i campi delle qualificazioni mondiali, sul canale Sky Sport 3 (numero 203) sarà a disposizione la Diretta Gol. In alternativa potrete comunque seguire gli aggiornamenti che arriveranno dai social network, grazie alle informazioni che saranno fornite dalle due federazioni tramite i rispettivi profili ufficiali sui social network.

© Riproduzione Riservata.