BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Diretta / Slalom femminile Flachau: vince Frida Hansdotter, la Shiffrin è terza e allunga (Rai, Coppa del Mondo sci, oggi 10 gennaio 2017)

Diretta slalom femminile Flachau streaming video e tv, risultato live delal gara di Coppa del Mondo di sci: orario, favorite e azzurre (oggi martedì 10 gennaio 2017)

Mikaela Shiffrin (LaPresse) Mikaela Shiffrin (LaPresse)

Frida Hansdotter vince lo slalom speciale di Flachau, la prima vittoria della sua stagione di Coppa del Mondo di sci alpino: 1’51’’40 il tempo con il quale si impone su Nina Loeseth, staccandola di 58 centesimi, e Mikaela Shiffrin. La quale arriva ex aequo con Wendy Holdener riuscendo a vincere la seconda manche, e in questo modo recupera punti su Petra Vlhova (ben 60) e Veronika Velez Zuzulova (15). La Shiffrin sale così a 560 punti nella classifica di slalom ed è sempre prima, con la Velez Zuzulova che arriva a 435 e la Holdener che si porta a 400; bene anche Frida Hansdotter che adesso con 322 punti è la quarta forza della classifica, steccano invece Sarka Strachova che arriva soltanto decima (diciannovesima nella seconda manche) e Bernadette Schild che si deve accontentare del settimo posto. Non fanno bene nemmeno le italiane, tutte fuori dalle dieci: la migliore è Chiara Costazza (dodicesima), Manuela Moelgg chiude in sedicesima posizione mentre Irene Curtoni non termina nemmeno la manche. Classifica generale: la Shiffrin incrementa il suo vantaggio portandosi a 1008 punti (e siamo solo a inizio gennaio), Lara Gut resta ferma a 643 mentre da dietro salgono di slancio Wendy Holdener (515, si avvicina a Sofia Goggia), Velez Zuzulova (435) e Nina Loeseth, che con 426 punti supera Weirather e Vlhova diventando l’ottava miglior sciatrice della stagione. 

La seconda manche dello slalom femminile di Flachau, per la Coppa del Mondo 2017 di sci alpino, sta per cominciare: al via avremo tre atlete italiane, nell’ordine di discesa Manuela Moelgg, che si è piazzata ventunesima dopo la prima manche, Chiara Costazza (quindicesima) e Irene Curtoni (quattordicesima). Ad inaugurare le trenta sciatrici ancora in corsa sarà la tedesca Marina Wallner, staccata di 3’’83 dal primo posto ma che potrà eventualmente sfruttare la pista ancora fresca e poco battuta, così da scalare qualche posizione. Ricordiamo che in testa c’è Frida Hansdotter: la svedese, campionessa in carica della disciplina, ha quasi un secondo di vantaggio su Wendy Holdener mentre le altre sono tutte oltre questa barriera, compresa Mikaela Shiffrin che deve difendere il suo primato nella classifica stagionale di slalom e che è quinta con un ritardo di 1’’38, avendo davanti anche Nina Loeseth e Veronika Velez Zuzulova. Già fuori nella prima manche Petra Vlhova e Marie-Michèle Gagnon, così come Lara Gut che ha provato a incamerare qualche punto utile per la classifica generale di Coppa del Mondo ma ne prenderà zero. Adesso a noi non resta che metterci comodi e stare a vedere come andrà a finire questa seconda manche, che sta per cominciare. 

Ha preso il via lo slalom femminile di Flachau, ennesima prova di Coppa del Mondo di sci alpino: al momento in testa alla gara c’è Frida Hansdotter, che sembra essere tornata ai livelli dello scorso anno quando si era aggiudicata la coppetta di specialità. Il tempo della svedese è di 56’’91; precede di 95 centesimi Wendy Holdener e di 1’’08 Nina Loeseth. Un enormità dunque il vantaggio della Hansdotter che minaccia di aver già chiuso i conti con largo anticipo; in difficoltà Mikaela Shiffrin che accusa un ritardo di 1’’38 (è quinta) e dunque sarà chiamata alla grande rimonta nella seconda manche (cosa di cui ovviamente è ampiamente capace). La sorpresa arriva invece da Petra Vlhova: la slovacca ha inaugurato lo slalom odierno ma ha inforcato ed è fuori dai giochi, perdendo punti pesanti per la coppa. In attesa delle italiane, ricordiamo che la quarta posizione è di Veronika Velez Zuzulova (+1’’08) che ha vinto l’ultima prova, quella in cui la Shiffrin non era nemmeno arrivata al traguardo; sesta è invece Bernadette Schild, Sarka Strachova, un’altra delle migliori slalomiste al mondo, è quarta con 1’’93 da recuperare alla Hansdotter. 

In vista dello slalom femminile di Flachau, diamo uno sguardo alla classifica di Coppa del Mondo per quanto riguarda la specialità dei pali stretti. Non stupisce il dominio di Mikaela Shiffrin: la campionessa statunitense ha vinto a Levi, a Killington, al Sestriere, a Semmering e domenica a Maribor, di conseguenza ha già 500 punti su sei slalom disputati, riducendo al minimo gli effetti negativi dell’inforcata di Zagabria. Questo anche perché la slovacca Veronika Velez Zuzulova, che si era avvicinata a soli 10 punti dopo avere vinto in Croazia, è invece uscita in Slovenia: la stagione della Zuzulova resta comunque eccellente con un quarto posto al debutto, poi tre secondi posti consecutivi ed infine il successo a Zagabria, per un totale di 390 punti. La terza grande protagonista della stagione in slalom è la svizzera Wendy Holdener, che è terza a quota 340 punti avendo subito reagito con il secondo posto a Maribor all’uscita di pista di Zagabria. In casa Italia la situazione sicuramente non è positiva: rincuora la crescita nelle ultime gare di Chiara Costazza, che è dodicesima con 99 punti; poi abbiamo Irene Curtoni diciassettesima con 84 punti, Manuela Moelgg ventottesima a quota 38 e Federica Brignone quarantesima con 14 punti, ma sappiamo che lo slalom è il buco nero della squadra femminile nelle ultime stagioni. 

Oggi la Coppa del Mondo di sci alpino femminile torna protagonista a Flachau con uno slalom speciale che fra proseguire un vero e proprio 'festival' delle discipline tecniche, visto che si tratta del quarto slalom disputato dopo Natale, periodo nel quale il calendario ha proposto anche tre giganti e nessuna gara veloce. Buon per le campionesse dei pali stretti che stasera saranno in gara in Austria, eccovi subito tutte le modalità per seguire lo slalom di Flachau.

La prima manche avrà inizio alle ore 17.45, mentre il via alla seconda manche è in programma per le ore 20.45. Si tratterà dunque di una gara in notturna, variabile della quale si dovrà tenere conto. Diciamo subito che l'appuntamento per tutti gli appassionati sarà in diretta tv sui canali che ormai da molti anni sono i punti di riferimento per lo sci: Rai Sport 1 (canale numero 57 del telecomando, disponibile anche al numero 5057 della piattaforma satellitare Sky) e il canale tematico Eurosport, disponibile sia su Sky sia sul digitale terrestre di Mediaset Premium.

Se non potrete mettervi davanti a un televisore, ci saranno anche le possibilità fornite dalla diretta streaming video, gratuita sul sito Internet ufficiale della Rai (www.raiplay.it), oppure riservato agli abbonati per quanto riguarda Eurosport Player ma anche Sky Go e Premium Play. Ricordiamo inoltre la possibilità di seguire il live timing sul sito ufficiale della Federazione internazionale per essere sempre aggiornati su come stanno andando le cose a Flachau (www.fis-ski.com).

Quando si parla di slalom femminile, è inevitabile parlare di Mikaela Shiffrin. La giovane campionessa statunitense domenica a Maribor è immediatamente tornata alal vittoria dopo che a Zagabria aveva fatto notizia con l'inforcata nella prima manche, evento ben più insolito di una vittoria, visto che Mikaela era reduce da 12 successi consecutivi e che non usciva di pista in uno slalom dal 29 dicembre 2012. Dunque Mikaela Shiffrin ha subito ristabilito la propria superiorità, a dire il vero con distacchi contenuti ma dimostrandosi più forte persino di un palo che per un paio di porte si era infilato sotto gli sci della campionessa olimpica e mondiale in carica.

Per tutte le altre slalomiste in gara l’obiettivo è battere la Shiffrin, magari in un confronto sulle due manche e non grazie ad un errore dell'americana. A Maribor è uscita di pista quella che è la prima rivale della 'cannibale', cioè la slovacca Veronika Velez Zuzulova, che in precedenza aveva inanellato tre secondi posti consecutivi e la vittoria a Zagabria. Ottima anche la stagione della svizzera Wendy Holdener, che ha immediatamente riscattato l'errore di Zagabria arrivando seconda a Maribor, dove per la prima volta in stagione è riuscita a salire sul podio la svedese Frida Hansdotter, la delusione della prima parte della stagione. Quanto alle azzurre, sappiamo che lo slalom femminile è la disciplina con più difficoltà in questo momento: di fatto le uniche tre slalomiste italiane competitive a buoni livelli sono Manuela Moelgg, Irene Curtoni e Chiara Costazza, che però non sono mai andate nemmeno vicine al podio. La buona notizia è che Chiara Costazza nelle ultime tre gare è sempre entrata fra le prime 10, una continuità che ci fa ben sperare circa il recupero di un'atleta che in passato ha saputo ottenere ottimi risultati.

© Riproduzione Riservata.