BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CALCIOMERCATO MILAN/ News, Galliani: "Nessuna novità per Deulofeu". Le trattative in diretta di oggi, 13 gennaio 2017 (ultime notizie live)

Calciomercato Milan: news, trattative in diretta e ultime notizie live di oggi, venerdì 13 gennaio 2017. Milan sempre all’erta per Deulofeu, obiettivo numero 1, e per situazioni in uscita

Il francese M'Baye Niang (al centro), 22 anni, qui con il croato Mario Pasalic (sinistra), 21 e Gianluca Lapadula, 26 (LAPRESSE) Il francese M'Baye Niang (al centro), 22 anni, qui con il croato Mario Pasalic (sinistra), 21 e Gianluca Lapadula, 26 (LAPRESSE)

In casa Milan si lavora sempre per aggiungere nuovi giovani giocatori italiani all'organico. Per questa finestra di calciomercato invernale si era infatti parlato di un interesse rossonero nei confronti di Danilo Cataldi, centrocampista di proprietà della Lazio indicato come uno degli elementi in grado di migliorare la mediana milanista. Tuttavia, oggi il Genoa ha ufficializzato l'arrivo in prestito di Cataldi dalla Lazio, come si legge nel comunicato ufficiale: "Il Genoa Cricket and Football Club rende noto di aver acquisito da Ss Lazio, a titolo temporaneo, il diritto alle prestazioni sportive del centrocampista Danilo Cataldi. Il calciatore ha già effettuato i primi allenamenti agli ordini di mister Juric, è stato sottoposto presso l’Istituto Il Baluardo a un breve completamento delle visite di idoneità sportiva già in possesso e ha scelto il numero 94". Il giocatore ha finora totalizzato 11 presenze stagionali segnando pure una rete ma a questo punto il Milan dovrà virare su altri nomi se vorrà rinforzare la propria rosa.

Il Milan vorrebbe regalare al proprio tencico Vincenzo Montella un nuovo esterno offensivo per dare un ricambio allo spagnolo Suso. Il nome più caldo accostato ai rossoneri in questa sessione di calciomercato invernale è quello di Gerard Deulofeu, altro calciatore iberico, di proprietà dell'Everton e finito anche nel mirino della Roma. La società di Liverpool ha già respinto una prima offerta per il capitano della Nazionale dell'Under 21 e lo stesso amministratore delegato rossonero Adriano Galliani ha parlato a margine dell'assemblea avvenuta in Lega Calcio rivelando la mancanza di svilippi sulla vicenda: "Nessuna novità, non abbiamo risposte. Se arriva bene, altrimenti rimaniamo come siamo." Il Milan non può al momento infatti permettersi operazioni economicamente importanti visto che il denaro della nuova proprietà cinese sarà disponibile solamente dopo il closing di marzo.

Le operazioni che il Milan ha intenzione di effettuare sono, al momento, tutte di natura low-cost, a causa della mancanza di fondi ed in attesa di quelli provenienti dal closing con la nuova proprietà cinese nel prossimo mese di marzo. Per questo motivo, la dirigenza rossonera starebbe lavorando già in previsione della prossima sessione di calciomercato estivo e nel mirino sarebbero finiti due calciatori tedeschi, come raccolto dalla redazione di Sky Sport. Si tratta di Christoph Kramer, di proprietà del Borussia Moenchengladbach, e Sebastian Rudy di proprietà dell'Hoffenheim. Entrambi andrebbero a rinforzare una mediana non di primissimo livello, sebbene non si preannuncino come operazioni semplici. Per Kramer serviranno infatti 15 milioni di euro per convincere il Borussia a lasciarlo partire mentre sarebbe più semplice aggiudicarsi Rudy, dato che può essere tesserato a parametro zero.

Nell'ultima parte della sessione di calciomercato estivo era emersi diversi nomi di centrocampisti importanti accostati al Milan per rinforzarne una mediana bisognosa di qualità. Uno di questi era infatti Jack Wilshere, seguito anche dalla Roma, centrocampista inglese di proprietà dell'Arsenal. Il venticinquenne ha però deciso in extremis di accettare il prestito al Bournemouth dove sinora ha totalizzato 17 presenze ed un assist ma non sembra intenzionato a prolungare il proprio contratto con i Gunners, in scadenza solamente nel 2018. Secondo quanto rivelato dal Daily Star, la concorrenza per arrivare a Wilshere non manca visto l'interesse da parte del Manchester City e dell'Everton sebbene i rossoneri vengano descritti in una posizione privilegiata rispetto agli altri club ed anche l'aspetto contrattuale potrebbe consentire al Milan di aggiudicarselo con un'operazione low cost.

Il Milan, come molte altre squadre, deve guardarsi bene dagli assalti ai propri campioni in fase di calciomercato. In particolare, i rossoneri devono stare attenti all'interesse della Juventus nei confronti di Mattia De Sciglio, terzino della Nazionale italiana. Stando ai rumors, i bianconeri hanno in mente da tempo di aggiungere De Sciglio al proprio organico e, nell'incontro avvenuto in Lega con l'Ascoli per parlare di Orsolini, la dirigenza di Agnelli avrebbe già preso i primi contatti con l'entourage di De Sciglio, così da sostituire il partente Evra. Intervistato fuori dalla sede della Lega Calcio, l'ad milanista Adriano Galliani ha commentato così in merito: "Non ho mai parlato con la Juventus per De Sciglio, ha un contratto di 18 mesi, abbiamo tutto il tempo. Rinnovo? Voi lo sapete benissimo, il Milan è un periodo... Ci sono dei contratti fra potenziali venditori e acquirenti, la cifra dev'essere zero. Nel primo mercato prendemmo Braida e vincemmo il campionato". Difficile dunque che l'operazione si concretizzi, aspettando il closing di marzo che porterà 150 milioni di euro nelle casse del Milan, eliminando il problema dell'adeguamento di ingaggi e rinnovi.

Nel corso di questa sessione di calciomercato invernale sono tante le operazioni in uscita su cui il Milan sta lavorando. Tra la necessità di trovare fondi da reinvestire in attesa del closing e lo scarso impiego in campo, alcuni calciatori hanno bisogno di trovare una nuova sistemazione, desiderosi appunto di giocare. Dopo il passaggio di Gabriel in prestito al Cagliari, i prossimi due calciatori indiziati a partire a titolo temporaneo sono l'argentino Leonel Vangioni ed il brasiliano Rodrigo Ely. Il centrale verdeoro non è mai stato impiegato dal tecnico Montella in questa stagione, dopo che anche in quella passata non aveva convinto con le sue prestazioni, è stato recentemente accostato agli spagnoli del Siviglia così come il terzino argentino, prelevato a parametro zero dal River Plate la scorsa estate, sul quale è ora però più forte l'interesse dei francesi dell'Olympique Marsiglia, come confermato dalla stessa stampa transalpina.

Nelle intenzioni del Milan per questa finestra di calciomercato invernale c'è quella di aggiungere un nuovo esterno d'attacco all'organico ma quello non è il solo ruolo in cui i rossoneri vorrebbero intervenire. Il Milan pensa da diverso tempo infatti a trovare un nuovo centrocampista per la propria mediana ed in queste ore è emerso il nome di un nuovo prospetto. Si tratta di Vincent Koziello, ventunenne francese di proprietà dei transalpini del Nizza, club primo in Ligue 1 a +2 dal Paris Saint-Germain e squadra in cui gioca pure l'ex Mario Balotelli. Il giovane talento in Italia però piace pure all'Inter, forte dei capitali cinesi della proprietà Suning, ma, secondo quanto raccolto dalla redazione di Tuttomercatoweb.com, sulle tracce di Koziello ci sarebbero pure i tedeschi del Borussia Dortmund. Stando al portale, i gialloneri sarebbero addirittura in vantaggio nella corsa a Koziello e la loro posizione privilegiata li mette in pole positione per il trasferimento dello stesso a giugno.

La mancanza di capitali importanti, che arriveranno solamente dopo il closing del prossimo marzo, impedisce al Milan di agire liberamente nella sessione di calciomercato in corso. Non mancano però gli obiettivi per i rossoneri e per la difesa si parla infatti da diverso tempo di Mateo Musacchio, centrale argentino di proprietà del Villareal. C'è però un sogno nella testa dei dirigenti del Milan ed i suoi tifosi, ovvero il ritorno di Thiago Silva. Come rivelato da La Gazzetta dello Sport, il capitano della Nazionale verdeoro non ha mai nascosto e negato la possibilità di un ritorno nel campionato italiano ma questa suggestione sembra destinata a rimanere un'utopia. Arrivato al Paris Saint-Germain nel 2012, Thiago Silva è infatti diventato il capitano anche del club parigino dove percepisce un ingaggio molto importante e nulla lascia pensare che il centrale possa rientrare al Milan nel prossimo futuro, nonostante l'affetto reciproco tra lui e la sua vecchia squadra.

In questa sessione di calciomercato invernale il Milan ha intenzione di aggiungere un nuovo esterno offensivo all'organico di mister Montella. Il tecnico rossonero ama infatti giocare con due punte esterne ed una centrale perciò gradirebbe avere un nuovo calciatore da collocare soprattutto sulla destra, così da avere un cambio per Suso, e l'obiettivo numero uno stabilito in questo senso è Gerard Deulofeu, fantasista di proprietà dell'Everton. Secondo quanto rivelato da La Gazzetta dello Sport, il Milan non ha più avuto novità dagli inglesi di Liverpool in merito al capitano dell'Under 21 spagnola e, stando ai rumors, l'Everton starebbe cercando un sostituto per sopperirne alla partenza, con l'ex interista Belfodil accostato proprio ai Toffees. In ogni caso, quella per Deulofeu sarà l'unica operazione importante del Milan in questo gennaio di calciomercato e, in caso di fallimento della trattativa, si virerà magari su una soluzione low cost nell'ultimo giorno utile della sessione.

Interesse del West Ham per M’Baye Niang: questa notizia, riportata dalla stampa inglese e nella fattispecie dal Daily Star, potrebbe dare una scossa al calciomercato invernale del Milan. Potrebbe, condizionale d’obbligo, perché il futuro dell’attaccante francese a Milanello non è del tutto chiaro. O meglio, ad oggi sembra che la società non abbia intenzione di cedere Niang, se però il West Ham dovesse farsi sotto concretamente, con un’offerta di 15-20 milioni di euro, il Milan probabilmente si siederebbe a trattare. O quantomeno ad ascoltare, perché di questi tempi un buon incasso fa sempre comodo. Soprattutto, consentirebbe ai rossoneri di pensare ad un’acquisto di rilievo in questa finestra di calciomercato. Rimane il fatto che un giocatore di soli 22 anni con la duttilità di Niang, che può giocare sia da punta centrale che più largo, è merce rara: lo sa bene Montella che sta cercando di gestire al meglio il francese, autore di alcune prove non del tutto convincenti nelle ultime settimane. Problemi anche in casa West Ham perché uno dei giocatori più quotati, il nazionale francese Dimitri Payet, ha chiesto la cessione: serve un sostituto e Niang, già l’anno scorso vicino alla Premier League (lo voleva il Leicester di Claudio Ranieri), rappresenta un profilo all’altezza per età e qualità. Il Milan dal canto suo aspetta di vedere se il West Ham tenterà realmente di affondare il colpo.

Un altro attaccante che ha vestito la maglia del Milan molto giovane è Pierre-Emerick Aubameyang, al momento impegnato con la nazionale del Gabon nella Coppa d’Africa 2017, ospitata proprio dal suo paese. A quel tempo però, ovvero tra il 2007 e il 2008, nessuno a Milanello poteva aspettarsi un simile miglioramento da parte di Aubameyang, che non è mai sceso in campo con la prima squadra rossonera e dal 2008 è stato prestato a Digione, Lilla e Monaco. Nel 2011 la cessione a titolo definitivo al Saint-Etienne, i primi numeri di un certo interesse e il salto al Borussia Dortmund, dove Aubameyang è diventato uno dei più forti attaccanti d’Europa. Di lui ha parlato l’agente Oscar Damiani Jr, ipotizzando un ritorno in un futuro nemmeno troppo lontano. Queste le dichiarazioni di Damiani a TMW Radio: “Ultimamente l'ho sentito meno, ma nei cinque anni in cui l'ho seguito s'è parlato del Real Madrid come squadra dei suoi sogni. Ma gli piaceva anche il Milan, magari gli piacerebbe tornare”. Non si tratta certamente di una bomba di calciomercato, ma di una ‘constatazione amichevole’ espressa da chi conosce Aubameyang; un Milan nuovamente al vertice, e prima ancora in grado di dire la sua sulla sulla scena del calciomercato, potrebbe ingolosire il gabonese ed indurlo a tornare a 'casa'. Molto in questo senso dipenderà dalla chiusura ufficiale della trattativa con i nuovi proprietari cinesi, che nei prossimi anni dovranno essere in grado di garantire un Milan competitivo dal punto di vista economico, e non solo tecnico.

© Riproduzione Riservata.