BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

DIEGO COSTA VS ANTONIO CONTE / Lite, lascia il Chelsea? Del Piero: se lo spagnolo non va via sarà un bel problema (oggi 14 gennaio 2017)

Diego Costa vs Antonio Conte: lite fra attaccante e allenatore del Chelsea. Può andare in Cina? Intanto non è stato convocato per il Leicester (oggi 14 gennaio 2017)

Diego Costa (LaPresse)Diego Costa (LaPresse)

Il Chelsea si impone e vince 3-0 fuori casa contro il Leicester rialzandosi dopo lo scivolone esterno contro il Tottenham. Nonostante il successo della squadra di Antonio Conte si continua a parlare della lite tra il tecnico italiano e l'attaccante spagnolo di origini brasiliane Diego Costa. Alessandro Del Piero ne ha parlato a Sky Sport sottolineando anche alcune cose sul carattere di Antonio Conte di cui è stato prima compagno di squadra e poi calciatore quando questi è diventato allenatore della Juventus. Del Piero ha sottolineato: "Antonio Conte è una persona precisa e adesso sarebbe un problema se Diego Costa dovesse rimanere. E' il tipo di giocatore che proprio non può andare d'accordo con Conte perchè lui vuole che sia sempre tutto preciso e perfetto mentre lo spagnolo è molto fuori dagli schemi. Inizialmente sono andati d'accordo ora però è difficile pensare a una coesistenza".

Si è parlato molto oggi del litigio tra Diego Costa e il suo alleantore al Chelsea Antonio Conte con la possibilità di vedere lo spagnolo di origini brasiliane volare in Cina per giocare nel Tianjin di Fabio Cannavaro. C'è da dire però che Diego Costa è ri-esploso proprio grazie alla cura Antonio Conte dopo uan stagione difficilissima in cui aveva segnato meno gol, dodici, di quanti neabbia fatti in questa prima parte della stagione, tredici. Toccherà vedere se queste voci siano atte solo a far alzare come al solito polemiche sterili oppure se davvero ci sia stata una lite abbastanza piccante tra il calciatore, che è sempre stato uno dal caratterino non facile, e il tecnico, che è comunque un sanguinio.

La lite avuta con Antonio Conte potrebbe costare carissima a Diego Costa. L'attaccante, che in carriera è incappato più volte in situazioni simili, rischia di essere ceduto già nel calciomercato di gennaio. Secondo quanto riferiscono i tabloid inglesi, il Tianjin Quanjian di Fabio Cannavaro avrebbe teso la mano a Diego Costa mettendo sul piatto un'offerta davvero interessante. Si parla di una cifra complessiva di 90 milioni di euro che finirebbero nelle casse del Chelsea, mentre per lo spagnolo sarebbe pronto un contratto faraonico di 34 milioni all'anno, bonus esclusi.

La lite tra Diego Costa e Antonio Conte potrebbe avere importanti ripercussioni di mercato in casa Chelsea. L'atteggiamento dell'attaccante ha raggiunto il limite e il tecnico italiano non sembra più aver intenzione di concedere bonus allo spagnolo. Nel day-after, Diego Costa prova tuttavia a ricucire i rapporti con il club inglese. Il giocatore ha infatti pubblicato su Instagram una foto in cui esulta insieme a Pedro; in basso si nota la scritta “Come on Chelsea”, seguita da un cuore blu. Basterà questo piccolo gesto per calmare gli animi? Difficile dirlo. Anche perché rumors di mercato parlano di un Chelsea molto attivo, alla ricerca di un attaccante in grado di sostituire Diego Costa, dato dai più come sicuro partente. L'alternativa allo spagnolo è Alvaro Morata, giocatore che piace tantissimo ad Antonio Conte e che potrebbe lasciare il Real Madrid per tentare una nuova avventura in Premier League.

La lite fra Diego Costa e Antonio Conte era stata annunciata per vie traverse dall’allenatore del Chelsea nella conferenza stampa alla vigilia dell’attesa partita di oggi, Leicester-Chelsea. Parlando delle scelte di formazione, Conte infatti era stato criptico: “Ho un paio di situazioni da valutare, ma non entro nel dettaglio per non dare vantaggio ai nostri avversari”. In realtà il mistero è stato chiarito poco dopo, quando il nome di Diego Costa non è comparso nell’elenco dei convocati. Una rottura tanto più clamorosa se si considera che in questa stagione lo spesso irascibile brasiliano naturalizzato spagnolo sembrava essere diventato un esempio di buon comportamento, almeno dopo il 15 ottobre. Quel giorno curiosamente si giocava l’andata contro il Leicester e Costa (dopo avere segnato il primo gol del Chelsea) litigò con Conte chiedendo di essere sostituito. La tregua è durata tre mesi, nei quali Diego Costa aveva infilato una striscia di 10 partite senza subire nemmeno un’ammonizione, fatto insolito per lui. Adesso però ecco nuove scintille con Conte e le sirene cinesi a questo punto potrebbero diventare una tentazione irresistibile…

La lite fra Diego Costa e Antonio Conte rischia di turbare la stagione finora praticamente perfetta per il Chelsea, primo nella classifica di Premier League anche grazie ai 14 gol segnati dall’attaccante brasiliano naturalizzato spagnolo, che sembrava uno dei simboli della rinascita del Chelsea targato Conte anche dal punto di vista caratteriale. Invece in questi giorni qualcosa sembra essersi rotto: Diego Costa ha litigato con uno dei preparatori atletici a causa di una diversità di vedute circa il mal di schiena che tormenta l’attaccante, e nemmeno l’intervento dell’allenatore è servito a calmare gli animi perché Costa non avrebbe gradito il fatto che Conte sostenesse la posizione del proprio collaboratore. La prima conseguenza immediata è che Conte non ha convocato Costa per Leicester-Chelsea, la partita che i Blues disputeranno oggi pomeriggio alle ore 18.30 italiane in casa dei campioni d’Inghilterra di Claudio Ranieri, ma la lite potrebbe portare novità ben più clamorose. Torna infatti in primo piano la pazzesca offerta del Tianjin Quanjian, che qualche giorno fa aveva offerto al Chelsea 90 milioni per il cartellino dell’attaccante, al quale invece era stato proposto uno stipendio di 30 milioni annui. Inutile dire che dopo il litigio l’ipotesi di una partenza di Diego Costa verso la Cina sia tornata immediatamente di attualità, anche se il Chelsea capolista in Premier subirebbe un durissimo colpo dalla partenza a metà stagione del capocannoniere del campionato. 

© Riproduzione Riservata.