BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DIRETTA / Sassuolo-Torino (risultato finale 0-0) info streaming video e tv: Pareggio senza reti al Mapei Stadium (Serie A 2017, oggi 8 gennaio)

Diretta Sassuolo-Torino info streaming video e tv, probabili formazioni, orario, risultato live della partita di Serie A per la 19^ giornata (oggi 8 gennaio)

LaPresse LaPresse

Si è concluso con un deludente pareggio senza reti la sfida tra Sassuolo e Torino, un risultato tutto sommato giusto per quanto visto in campo dato che nel corso del primo tempo gli ospiti avrebbero ampiamente meritato il vantaggio mentre nella ripresa gli uomin di Mihajlovic hanno vistosamente abbassato il ritmo e la pressione consentendo ai padroni di casa di affacciarsi finalmente in area di rigore. Poche le emozioni del Mapei Stadium, oltre all'attesissimo esordio con la nuova maglia di Iturbe e il rientro del gioiello Berardi da registrare c'è stata solamente una punizione di Iago Falque che ha fatto gridare al gol visto che ha ha centrato la parte esterna della rete. Un punto che tutto sommato accontenta entrambe le formazioni che chiudono il girone di andata muovendo la classifica anche se solo un punto ciascuno. 

Siamo ormai giunti all'80° della sfida tra Sassuolo e Torino ed il risultato è ancora inchiodato sullo 0 a 0. Al 68' primo cambio dell'incontro ed esordio assoluto con la maglia granata per Iturbe che ha preso il posto del deludente Ljaijc che aveva fatto infuriare Mihajlovic qualche minuto prima. Al 70' proprio il neo-entrato argentino a creare un'occasione crossando dalla sinistra di prima intenzione e trovando Belotti il cui colpo di testa è terminao fuori dallo specchio. Al 72' altra sostituzione significativa questa volta effettuata dal Sassuolo che ha mandato in campo Berardi, assente da quasi quattro mesi dal terreno di gioco, al posto di Politano. Al 77' prima conclusione nello specchio del Sassuolo che ha sfiorato il vantaggio con Ragusa che ha deviato una punizione calciata dalla trequarti da Sensi ma trovando la parata del sicuro Hart. Al 78' doppio cambio con i padroni di casa che hanno inserito Matri al posto di Ricci e gli ospiti che hanno mandato in campo Baselli al posto di Obi.

E' ricominciato da circa dieci minuti di gioco il secondo tempo tra Sassuolo e Torino con il punteggio inchiodato ancora sullo 0 a 0 iniziale. La ripresa si è aperta senza sostituzioni e quindi gli allenatori hanno deciso di dar fiducia ai ventidue protagonisti che hanno giocato i primi quarantacinque minuti di gioco. Il secondo tempo si è aperto rispettando l'andamento del primo, il Torino ha il predominio del pallone del campo ma non riesce a creare pericoli concreti nell'area di rigore emiliana. Il Sassuolo sta ancora concentrando le sue energie nella fase difensiva viste le difficoltà evidenziate in avanti.

Si è concluso da pochi minuti il primo tempo  della partita Sassuolo-Torino sul risultato di 0 a 0. Una prima frazione di gioco abbastanza piacevole anche se ci si aspettava qualcosa in più da formazioni che finora hanno sempre segnato parecchio. Poche le emozioni registrate, l'ultima è stata la palla-gol capitata sui piedi di Belotti che, dopo aver agganciato ottimamente la verticalizzazione illuminante di Valdifiori ha calciato con potenza sopra la traversa di Consigli. Mister Di Francesco, viste le difficoltà dei suoi, ha deciso di cambiare il modulo schierando i suoi con 4-2-3-1, avanzando Ragusa ed accentrando Politano alle spalle di Defrel. Nonostante la variazione, sono ancora gli ospiti a spingere a sfiorare il vantaggio al 43' quando Zappacosta ha crossato ancora una volta dalla destra trovando al centro dell'area Belotti che ha cercato il gol con una spettacolare rovesciata che è terminata di poco a lato dalla porta di Consigli. La squadra di Mihajlovic avrebbe certamente meritato il vantaggio per quanto creato finora, i padroni di casa non sono mai riusciti ad affacciarsi nella metà campo avversaria.

Siamo giunti al 30° della sfida tra Sassuolo e Torino valida per la 19^ giornata di Serie A ed il risultato è ancora fermo sullo 0 a 0 iniziale. Il Torino continua nel suo predominio territoriale senza però riuscire a creare concreti pericoli negli ultimi venti metri dove il Sassuolo sta riuscendo a difendersi con ordine. La partita è abbastanza piacevole ma per vedere un'altra occasione dopo il colpo di testa tentato da Obi bisogna aspettare il 28' quando Zappacosta è stato bravissimo a liberarsi e a crossare dalla corsia destra trovando in area di rigore tutto solo Ljajic che però ha clamorosamente sbagliato il controllo del pallone che è stato recuperato da Consigli in uscita. 

Al Mapei Stadium di Reggio Emilia i padroni di casa del Sassuolo stanno affrontando il Torino nella sfida valida per la 19^ giornata di Serie A e, quando sono trascorsi ormai dieci minuti di gioco, il risultato è ancora sullo 0 a 0. Ci aspettiamo una partita ricca di emozioni e reti visto che oggi si affrontano due formazioni che sfruttando lo stesso modulo di gioco cercano di attuare un calcio offensivio. La prima occasione arriva subito, dopo soli cinque minuti quando Benassi è stato bravissimo a crossare dalla destra e a trovare tutto solo in mezzo all'area di rigore Obi che però ha sbagliato tutto colpendo malamente di testa ed indirizzando il pallone molto sopra la traversa di Consigli. Il Torino sembra aver preso il possesso del campo e costringe il Sassuolo sulla difensiva.

L Mapei Stadium tra circa mezz'ora si giocherà la sfida Sassuolo-Torino. I padroni di casa si presentano con le solite defezioni che obbligano Eusebio Di Francesco a reinventare la formazione. Al centro della difesa va Letschert mentre a centrocampo debutta il nuovo acquisto Alberto Aquilani. Al suo fianco ci saranno in cabina di regia Stefano Sensi e sull'altra mezzala un'ala adattata come Antonino Ragusa. Dall'altra parte invece Sinisa Mihajlovic non può schierare titolare Leandro Castan e si affida all'esperienza di Emiliano Moretti. Davanti confermatissimo il tridente formato da Iago Falque, Belotti e Ljajic. Ecco le formazioni ufficiali di Sassuolo-Torino. Consigli; Lirola, Letschert, Acerbi, Peluso; Aquilani, Sensi, Ragusa; Politano, Defrel, F. Ricci. Allenatore: Eusebio Di Francesco. Hart; Zappacosta, Rossettini, E. Moretti, Barreca; Benassi, Valdifiori, Obi; Iago Falque, Belotti, Ljajic. Allenatore: Sinisa Mihajlovic. 

Sassuolo-Torino sarà diretta dall’arbitro Massimiliano Irrati, che al Mapei Stadium per la diciannovesima giornata di Serie A sarà affiancato nella squadra arbitrale dai guardalinee Paganessi e Di Iodio, dagli arbitri addizionali d’area Damato e Di Martino e dal quarto uomo Tolfo. Massimiliano Irrati è nato a Firenze il 27 giugno 1979 e fa parte della sezione Aia di Pistoia. Arbitro dal 1996, ha debuttato in Serie A il 18 marzo 2012. Nel corso di questa stagione ha già diretto otto partite nel massimo campionato, comminando 43 ammonizioni e due espulsioni, delle quali una per rosso diretto. Sono stati invece tre i calci di rigore assegnati da Irrati. Per il Torino non abbiamo precedenti in questo campionato con il fischietto toscano, mentre il Sassuolo ha già incrociato Massimiliano Irrati in occasione del derby emiliano pareggiato con il Bologna per 1-1 il 23 ottobre scorso.

È una sfida molto interessante: ce lo dicono anche i numeri e i dati. Statistiche presentate dalla Lega Serie A: la differenza più evidente è senza dubbio quella legata ai 33 tiri in più che il Torino ha effettuato in campionato (sono quindi quasi due a partita), i granata ne hanno 199 con 102 nello specchio della porta mentre il Sassuolo ha comunque una buona percentuale con 94 conclusioni su 166 terminati nello specchio. Chiaramente però la differenza si fa sentire quando si tratta di gol segnati: il Torino, insieme alla Juventus - che ha una partita in meno - è il terzo attacco della Serie A con 36 gol, il Sassuolo anche a causa delle tante assenze si è fermato a 24. E’ invece simile il numero dei cross: 204 quelli dei neroverdi (105 andati a buon fine), 182 quelli del Torino che ne ha 90 che hanno raggiunto un giocatore che è riuscito ad andare alla conclusione. Il Torino fa nettamente meglio negli assist (49, 20 dei quali decisivi mentre per il Sassuolo sono 38 totali e 11 tramutatisi in gol) ma corre meno, visto che la squadra di Eusebio Di Francesco è nelle prime otto con 107,3 chilometri mentre quella di Sinisa Mihajlovic è quattordicesima con 105,3. Ad effettuare più parate è stato Andrea Consigli: sono 70 (come quelle di Posavec), Joe Hart invece è fermo a 60. 

Alla scoperta dei bomber di Sassuolo e Torino che si sfidano al Mapei Stadium. Il Sassuolo sta risentendo dell’assenza di Domenico Berardi: sei partite e 7 gol contando anche i preliminari di Europa League, ma il numero 25 non gioca dal 28 agosto e ha saltato dunque 16 partite, cosa che naturalmente ha limitato le possibilità dei neroverdi. In assenza di Berardi è salito in cattedra Grégoire Defrel: il francese ha realizzato 6 gol in questo campionato, anche se è a secco da quattro turni e, dopo le quattro reti nelle prime sei, ha segnato soltanto due volte nelle altre 12 partite, riuscendo comunque a timbrare un importante pareggio sul campo del Napoli. Tutt’altra aria in casa Torino: il tridente titolare ha realizzato un totale di 26 gol, con Andrea Belotti che guida il gruppo grazie alle sue 13 reti. Il Gallo continua a cantare: nelle ultime tre partite ha sempre segnato e nel suo campionato si registrano già una tripletta (contro il Bologna) e due doppiette (Cagliari e Crotone). Non avesse sbagliato due rigori, oggi Belotti sarebbe il capocannoniere della Serie A; in ogni caso segna un gol ogni 105 minuti, una media superiore anche a quelle di Icardi e Dzeko. Alle sue spalle troviamo Iago Falque, interamente riscattato dal Torino: otto gol per lo spagnolo che però nelle ultime 9 partite ha segnato soltanto tre gol, compresa la doppietta decisiva per la vittoria contro il Chievo. 

Un Sassuolo in netta difficoltà riceve un Torino che cerca di ripartire nella sua corsa verso l’Europa. Sono 14 i precedenti tra le due squadre, con il Sassuolo che tra Serie A e B non ha mai vinto in casa contro il Torino. Nella stagione scorsa il confronto del Mapei Stadium terminò 1-1, con gol di Andrea Belotti (22’) per il Torino e Francesco Acerbi (40’) per il Sassuolo. I rigori di Domenico Berardi e Fabio Quagliarella sancirono invece l’1-1 di due stagioni fa, nel match disputato il 19 aprile 2015. Al 19 gennaio 2014 risale l’ultimo successo del Torino sul campo del Sassuolo: fu 0-2 con reti di Ciro Immobile e Matteo Brighi. Il 5 novembre 2011 è la data in cui Sassuolo e Torino si sono affrontate al per l’ultima volta in Serie B (a Reggio Emilia): risultato finale 0-0 mentre nel return match del 15 maggio i granata vinsero 3-0: a segno D’Ambrosio, Basha e Meggiorini. In quella stagione, targata 2011-2012, il Torino ottenne la promozione in Serie A da cui non è più sceso, il Sassuolo dal canto suo ha raggiunto la massima categoria l’anno successivo.

Dall'arbitro Massimiliano Irrati, sarà un match valido per la diciannovesima e ultima giornata di andata del campionato di Serie A. Per entrambe le squadre la partita si presenta come fondamentale: il Sassuolo sta vivendo una stagione decisamente inferiore a quelle che erano le aspettative e la zona retrocessione è incredibilmente più vicina di quella che darebbe il diritto di partecipare alla prossima Europa League. Il Torino invece viene da una vittoria contro il Genoa che ha ridato serenità all'ambiente, ma ha bisogno di altri tre punti per riprendere definitivamente la propria corsa all'Europa League. Il match si presenta quindi decisamente interessante.

Il Sassuolo di Di Francesco dopo la vittoria contro l'Empoli è ripiombato nel baratro di una stagione dove niente sembra andare per il verso giusto. Dopo la vittoria contro i toscani sono arrivate tre sconfitte consecutive in campionato, che diventano quattro se si conta quella contro il Genk in Europa League. Ma se le sconfitte contro Fiorentina e Inter erano state digerite, quella contro il Cagliari potrebbe aver aperto la prima frattura tra Di Francesco e società: avanti 1 a 3 al Sant'Elia, la formazione toscana si è vista rimontare tre reti e ha finito per perdere il match contro gli isolani con un rocambolesco 4 a 3. Ora per il Sassuolo è diventato fondamentale vincere contro il Torino per cercare di allontanare le nubi di una crisi che potrebbe far ritrovare i neroverdi a lottare per non retrocedere.

Il Torino invece ha in Belotti il trascinatore di questa annata e la conferma si è avuta anche nel match contro il Genoa, dove il giocatore ex Palermo ha segnato il goal che ha regalato ai granata la vittoria, ritrovata dopo tre sconfitte consecutive che avevano un po'depresso l'ambiente. La classifica del Torino rimane comunque ottima e i granata puntano a vincere il match contro i neroverdi di Di Francesco per confermarsi in piena zona Europa. Per farlo gli uomini di Mijahilovic dovranno però giocare una partita gagliarda e cercare di approfittare delle assenze che ormai da diverse partite stanno condizionando pesantemente il campionato della squadra emiliana, che spera nel mercato di riparazione per riuscire ad invertire la rotta in questa annata. Ma andiamo a vedere meglio come scenderanno in campo Sassuolo e Torino.

Prima di tutto bisogna dire che vi saranno alcune importanti novità in entrambe le formazioni. Il Sassuolo giocherà sempre con il solito 4-3-3, che sembra ormai l'unica certezza su cui può contare Di Francesco in questa stagione disgraziata. Il tecnico dei neroverdi può contare però su alcune buone notizie prima del match contro il Torino. La prima è la possibilità di poter subito schierare Alberto Aquilani, primo acquisto nel mercato di riparazione di gennaio. Il giocatore, acquistato dal Pescara, dovrebbe scendere subito in campo contro il Torino e cercherà quindi di dare una mano alla mediana del Sassuolo, uno dei reparti più falcidiati dalla serie di infortuni di questa stagione. Altra buona notizia per Di Francesco è il ritorno di Missiroli e Berardi: specialmente il ritorno di quest'ultimo è la carta che il tecnico si giocherà nella ripresa.

Il Torino invece giocherà probabilmente con il 4-4-3 e le novità vi saranno in mediana e in attacco. Nel centrocampo granata dovrebbe essere arrivato il momento di Mikel, il quale dovrebbe prendere il posto di un Baselli che è stato autore di una stagione troppo altalenante e che quindi in questa partita dovrà probabilmente accomodarsi in panchina. In attacco è probabile l'esordio di Iturbe, primo acquisto del Torino in questo mercato di gennaio. Appare a questo proposito certa l'esclusione di Lijiac dall'undici iniziale, specialmente dopo le parole tutt'altro che conciliatorie del tecnico serbo nelle ultime settimane. Infine c'è da segnalare il quasi certo recupero di De Silvestri, che sarà regolarmente al suo posto nel quartetto difensivo del Torino.

Sarà il canale Sky Calcio 4 HD (numero 254 del satellite) in esclusiva per gli abbonati Sky a trasmettere in diretta tv per gli appassionati Sassuolo-Torino, domenica 8 gennaio 2016 alle  ore 15.00, che potrà essere vista anche con un collegamento internet, con gli abbonati Sky che potranno usufruire della diretta streaming video sul sito skygo.sky.it.