BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

DIRETTA / Piacenza Padova (risultato finale 1-3): colpo Kione, parziali 25-23, 24-26, 24-26, 22-25

Diretta Piacenza Padova: risultato finale 1-3. Con i parziali di 25-23, 24-26, 24-26, 22-25 la Kione fa il colpo grosso negli ottavi di finale di Coppa Italia, gli emiliani sprecano troppo

Diretta Piacenza Padova (Twitter ufficiale @volleypiacenza)Diretta Piacenza Padova (Twitter ufficiale @volleypiacenza)

DIRETTA PIACENZA PADOVA (RISULTATO FINALE 1-3)

Piacenza Padova 1-3: con il 22-25 nel quarto set la Kione fa il colpo grosso in casa emiliana in Coppa Italia (ottavi di finale). Il quarto set inizia con la Kioene giustamente galvanizzata per come si sono chiusi i due parziali precedenti: è suo il primo allungo con Gabriele Nelli che in attacco fa il bello e il cattivo tempo e con una rotazione nella quale il servizio di Matteo Sperandio fa malissimo a Piacenza. Che però reagisce, risponde colpo su colpo con Fei e Yosifov e registra finalmente anche la crescita di Trevor Clevenot e Leonel Marshall, entrambi capaci di scollinare oltre la doppia cifra di punti. La Wixo LPR costruisce così un parziale che la porta a +4 (18-14) ma si ripete il copione dei set precedenti: Padova aspetta la sua occasione e colpisce ancora sulla rotazione che manda in battuta Nelli, rimanendo incollata alla possibilità di chiudere in quattro parziali. La Kione arriva ancora al vantaggio nel finale (21-22) e la chiude definitivamente, prendendosi il passaggio del turno. (agg. di Claudio Franceschini)

PADOVA PASSA IN VANTAGGIO

Piacenza Padova 1-2: anche nel terzo set viene confermato l’equilibrio, per quanto la Wixo LPR cerchi di strappare (6-3) viene ripresa da una Kioene presentatasi qui con un Gabriele Nelli in stato di grazia. Il ventireenne di Lucca, arrivato a Padova dopo tutta una carriera (breve per ora) a Trento, insieme al contributo di Salvatore Randazzo, tiene a contatto gli ospiti che sono assolutamente in partita e riescono a rintuzzare tutti gli attacchi di una Piacenza che ha nell’inossidabile Alessandro Fei il principale martello, mentre il bulgaro Viktor Yosifov, secondo anno a Piacenza, cerca di fare la differenza in battuta come nel secondo set (quando però il suo grande stint non è servito per portarsi sul 2-0). Padova però si porta in vantaggio andando 13-11; arriva però la reazione di Piacenza spinta dai due di cui sopra, si arriva così ad un 22-19 che è lo stesso parziale dal quale nel set precedente i veneti avevano rimontato fino a prendersi la parità. Stavolta Piacenza, anche grazie all’aiuto di una revisione su un punto inizialmente assegnato a Padova, non si fa sorprendere e risponde colpo su colpo, arrivando a costruire tre set point consecutivi. La rotazione prevede Gabriele Nelli in battuta: le prime due opportunità vengono cancellate, sulla seconda si va a rivedere il video per un possibile tocco a muro che non c’è e l’episodio è deleterio per Piacenza che non solo si fa annullare anche il terzo set point, ma concede a sua volta la possibilità a Padova grazie all’ace di Nelli, che finisce sulla riga laterale. Ancora Nelli al servizio, e Padova incredibilmente chiude sul 24-26 con il muro di Milan Peslac: Piacenza si mangia le mani, ma c’è un quarto set da giocare. (agg. di Claudio Franceschini)

PIACENZA PADOVA, DIRETTA STREAMING SU RAI.TV

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV, COME SEGUIRE IL MATCH

Per la gioia di tutti gli appassionati la partita di Coppa Italia tra Piacenza e Padova sarà visibile in diretta tv sulla Rai: appuntamento quindi alle ore 20.30 su Raisport+, al numero 57 del telecomando del digitale terrestre. Confermata quindi anche la diretta video streaming dell’incontro, disponibile gratuitamente sul portale Raiplay.it.

PIACENZA PADOVA: PARITA'

Piacenza Padova 1-1: torna l'equilibrio in campo, bella partita e situazione ancora in biiico dopo il secondo set dell'ottavo di finale di Coppa italia. Un set nel quale questa volta parte forte la Kioene, con Salvatore Randazzo e Gabriele Nelli che salgono di colpi e riescono a creare un primo mini break. Padova sale 8-10, ma lì arriva la reazione di Piacenza: Trevor Clevenot viene sempre più cercato in attacco, il servizio di Viktor Yosifov diventa un rebus per gli ospiti e gli emiliani costruiscono un parziale di 8-2 con il quale si riprendono il vantaggio e allungano nel punteggio. Come nel primo set sembra fatta, ma Padova torna sotto mostrando non solo orgoglio ma anche personalità; arriva un controparziale di 0-3 che impatta la situazione e da lì si va punto a punto, Padova arriva al set point con Matteo Sperandio al servizio e il punto decisivo arriva, la Kione chiude sul 24-26 dunque parità e si andrà come minimo al quarto set. (agg. di Claudio Franceschini)

PIACENZA VINCE IL PRIMO SET

Piacenza Padova 25-23: bel primo set nella sfida di Coppa Italia e vantaggio per la Wixo LPR. Piacenza parte subito forte, cavalcando in particolare il sempreverde Alessandro Fei (39 anni tra un mese e mezzo) e Viktor Yosifov; sono loro, insieme al contributo di Leonel Marshall, a scavare subito un mini-solco che riescono a gestire, senza però scappare via perchè Padova, con Gabriele Nelli e Alberto Polo, sa comunque gestire i cambi palla e resta più o meno a contatto, lasciando aperta la possibilità di recuperare con un buon break. Cosa che non succede perchè la Wixo LPR non lascia margini: si mette in partita anche Trevor Clevenot che nel finale di set mette giù un paio di palloni importanti e, con uno di questi, apre il +5 (22-17) che suona coma una condanna per la Kioene. Invece Padova improvvisamente risorge: piazza un parziale di 5-1 spinto da Polo e arriva a -1 prima che Fei, sempre lui, regali a Piacenza il primo set point. Annullato a muro, ma Piacenza chiude subito dopo. (agg. di Claudio Franceschini)

INIZIA LA PARTITA

Siamo finalmente arrivati al fischio d’inizio di Piacenza Padova, ottavo di finale della Coppa Italia di volley maschile. Si tratta di due formazioni da tempo protagoniste nel massimo campionato italiano dove però sono state davvero poche le soddisfazioni raccolte, specialmente negli ultimi anni. Dando un occhio alla bacheca dei lupi infatti ritroviamo uno scudetto (risulta alla stagione 2008-2009), una Coppa Italia vinta qualche anno fa nella stagione 2013-2014, e una Supercoppa Italia risalente all’anno 2009, oltre che uno scudetto di A2, una Challenge Cup e una Top Teams Cup. Ancora più breve il palmares per la Kioene Padova che, approdata in A1 nel 1999 - anno della fondazione - è poiretrocessa nella stagione 2009 in A2, dove però ha vinto la Coppa Italia pochi anni dopo (nel 2014). Nonostante qualche passaggio di categoria negli anni precedenti, alla fine i patavini sono riusciti ad accedere al campionato A1 in maniera stabile dalla stagione 2014-2015. Ora parola al campo, perchè la partita sta finalmente per cominciare. (agg. di Claudio Franceschini)

PIACENZA PADOVA, DIRETTA STREAMING SU RAI.IT

I TESTA A TESTA

Se in attesa di dare la parola al campo per il match di Coppa Italia volessimo dare un occhio ai testa a testa intercorsi tra Piacenza e Padova, non rimarremmo delusi specialmente nelle ultime stagioni del massimo campionato di volley. Le due formazioni infatti hanno spesso intrecciate il loro cammino dando ogni volta vita a match davvero entusiasmanti. Facendo un breve calcolo dei testa a testa precedenti basti sapere che i due club di volley maschile dal 2011 a oggi si sono trovati faccia a faccia in ben 10 occasioni per un bilancio di 5 successi per i lupi e 5 per i patavini: un bilancio quindi in perfetto equilibrio che si spezzerà inevitabilmente questa sera. Va poi detto che gli ultimi scontri diretti risalgono alla stagione 2016-2017 del campionato di serie A1, dove la compagine dei lupi biancorossi fu in grado di affermarsi in casa che in trasferta: 3-0 il risultato della giornata di andata in casa dei bianconeri e successo solo al tie break al PalaBanca di Piacenza. 

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Piacenza-Padova, diretta agli arbitri Fabrizio Saltalippi e Mauro Goitre è la partita di volley maschile in programma oggi 12 ottobre 2017 alle ore 20.30 presso il PalaBanca di Piacenza e valida per i sedicesimi di finale della Coppa Italia di Superlega. A pochi giorni dal via ufficiale della stagione 2017-2018 del massimo campionato di volley, la grande pallavolo italiana e i suoi protagonisti tornano in campo per disputare un nuovo turno di Coppa, quest’anno in una veste tutta nuova. In campo infatti agli ottavi si sfideranno le squadre che hanno chiuso la stagione regolare di campionato A1 nelle posizioni dalla 5^ al 12^ posizione: in campo quindi Padova, che ha chiuso l’anno dodicesima a 22 punti a bilancio e Piacenza, sesta a 40 punti totali a fine anno.

L’ESTATE DI PIACENZA

Al suo primo match ufficiale nella stagione 2017-2018, la squadra di Giuliani è pronta a dare fin da subito l’impressione giusta in campo come nei risultati: la stagione estiva di preparazione infatti ha dato ottime risposte allo staff dei lupi, che hanno disputato giusto poche settimane fa alcuni test match di grande valore. Gli ultimi dettagli e accorgimenti del coach Giuliani sono stati brillantemente messi in pratica dai biancorossi a inizio mese in un doppio incontro con Verona, battuta in entrambe le occasioni. Nella sfida di andata infatti la compagine scaligera ha ceduto solo al tie break mentre i lupi, nella partita di ritorno disputata tra le mura di casa, sono riusciti a vincere al quarto set, mettendo in campo una prestazione senza dubbio molto incoraggiante per questo inizio di stagione contro i patavini.

IL PERCORSO DI PADOVA

In terra straniera, i patavini di Valerio Baldovin sono impazienti di continuare il proprio percorso in questa particolare edizione della Coppa Italia: di certo la partenza è stata una delle migliori. Padova infatti ha preso parte anche alla prima fase dei sedicesimi, dove ha agilmente battuto la Castellana Grotte in casa per 3-1. Una buona prova da parte dei padovani che si sono fatti valere contro la formazione neopromossa nel campionato di A1, che sconta naturalmente il passaggio di categoria e a cui servirà ancora del tempo per fare il necessario salto di qualità. Proprio in quell’occasione ai bianconeri non sono mancate freddezza e cinismo, doti che saranno fondamentali nella sfida di oggi contro Piacenza, senza dimenticare che secondo il calendario, in caso di passaggio di turno ad aspettare i ragazzi di Baldovin ci sarebbe la Sir Safety Conad Perugia fresca vincitrice della Supercoppa Italiana contro la Lube Civitanova.

© Riproduzione Riservata.