BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni Serie B / Le scelte degli allenatori: il punto su Frosinone-Palermo (9^ giornata)

Probabili formazioni Serie B: le scelte, i dubbi e i moduli degli allenatori in vista delle partite della settima giornata del campionato cadetto, da oggi a lunedì

Probabili formazioni Serie B, Francesco Belli - La PresseProbabili formazioni Serie B, Francesco Belli - La Presse

La sfida dello stadio Benito Stirpe di Frosinone, delle ore 15:00 di oggi, fra i padroni di casa ciociari e il Palermo, è senza dubbio il big match del nono turno del campionato di Serie B. Andiamo a vedere insieme le formazioni dei due schieramenti, soffermandoci in particolare sulle assenze. Cominciamo dalla squadra allenata da Longo, che registra due soli giocatori indisponibili per oggi, leggasi Paganini e Frara, entrambi fermi ai box per infortunio. Lista degli assenti ben più lunga in casa rosanero, visto che l’allenatore Tedino, dovrà rinunciare a ben cinque giocatori, e precisamente a Posavec, Aleesami, Balogh, Ingegneri e infine Rajkovic. Senza dubbio un deficit per la compagine siciliana, che ovviamente vuole provare a fare risultato a Frosinone, per mantenersi saldamente in vetta alla classifica di B. Non si registrano giocatori squalificati in ambo gli schieramenti. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

CASCIONE KO

Il Cesena dovrà fare a meno in questa giornata di campionato, nella quale affronterà il Carpi, del centrocampista Emmanuel Cascione. Questi è sicuramente un giocatore dotato di grandissima personalità che va ricordato è stato protagonista assoluto nel Pescara di Zdenek Zeman che ha portato alla promozione e ha fatto esplodere Marco Verratti poi passato al Paris Saint German. Cascione è un giocatore intelligente, dotato di personalità e molto abile a giocare sempre il pallone rapidamente. In questa stagione ha già dimostrato la sua grande utilità in mezzo al campo, ma non avrà la possibilità di giocare nella gara contro il Carpi e metterà in difficoltà i suoi compagni. Un duro ko che metterà il centrocampo in discussione. Al suo posto sono in due che si giocano il posto, potrebbe essere accentrato uno tra Giovanni Sbrissa e Moussa Kone che hanno le caratteristiche per fare quel ruolo. Attenzione però anche a Giovanni Di Noia, giocatore di grande personalità e intelligenza. (agg. di Matteo Fantozzi)

GALANO FUORI

Cristian Galano rimarrà fuori dalla gara Pro Vercelli-Bari a causa di una sindrome influenzale molto forte. E' sicuramente un ko importante per il club di Fabio Grosso che dopo un periodo molto complicato sta però rialzando la testa e dopo tre sconfitte di fila ha conquistato nelle ultime quattro partite tre successi e un altro ko. Cristian Galano è un calciatore importante che in passato è stato addirittura soprannominato il ''Robben di Puglia''. Nato a Foggia nel 1991 è tornato ufficialmente al Bari, dove era cresciuto, nel gennaio scorso acquistato prima in prestito e poi a titolo definitivo dal Vicenza. E' un calciatore che di certo ha fatto molto di meno di quello che avrebbe potuto un carriera, anche se è ancora giovane e potrà avere spazio per meritarsi il salto di qualità magari in Serie A. Per oggi Galano quindi non sarà convocato o al massimo si accomoderà in panchina nel caso di un recupero dell'ultimo minuto. (agg. di Matteo Fantozzi)

CITTADELLA SENZA IORI

Manuel Iori sarà fuori in Cittadella-Cremonese, il centrocampista ha infatti evidenziato una frattura della decima costa e che rimarrà fuori ancora a lungo. E' così che il club veneto perde un perno del suo centrocampo, giocatore in grado di fare la differenza sempre e comunque. In carriera Iori è stato per esempio il perno del centrocampo del Torino tornato in Serie A per non scivolare più nella cadetteria. E' un regista vecchia maniera, bravo a giocare il pallone e a muoverlo molto rapidamente con intelligenza. Staremo a vedere Roberto Venturato chi schiererà al posto di quello che è un punto fondamentale della sua squadra. Al ballottaggio per giocare in mezzo al campo ci saranno due calciatori importanti come Giacomo Caccin e Paolo Bartolomei che potrebbero entrambi portare a disposizione la loro qualità grazie a tecnica e grande dinamismo. Staremo a vedere quale sarà la scelta. (agg. di Matteo Fantozzi)

IL RITORNO

Ci sono grandi aspettative per il ritorno di Pasquale Marino in campo. Il tecnico di Marsala è reduce ancora dalla grande delusione dei playoff persi con il Frosinone dopo essere stato a lungo primo in classifica e poi scivolato in terza posizione lasciando il passo a Hellas Verona e Spal promosse direttamente. Marino ha preso il posto di Roberto Boscaglia al Brescia che ha lasciato la panchina nell'ultima giornata. Il nuovo tecnico ha giocato sempre in maniera molto offensiva, dimostrando di essere bravo a giocare il pallone con rapidità e a far correre molto le sue squadre. Probabile però che Pasquale Marino continuerà a giocare con lo stesso modulo di Boscaglia, cercando di non far vacillare gli equilibri di una squadra che è in crisi ma abituata a giocare in un determinato modo. Vedremo quali saranno i correttivi apportati da Pasquale Marino che comunque negli ultimi anni ha sempre fatto grandissime cose con le squadre che ha allenato e ha tutte le capacità per risollevare questa situazioni. (agg. di Matteo Fantozzi)

ATTENZIONE A ROSINA

Una grande chance in Avellino-Salernitana sarà concessa ad Alessandro Rosina trequartista di ottimo livello e con un grande curriculum alle spalle che l'ha visto nei tempi d'oro dello Zenit San Pietroburgo in campo in Champions League. In questa stagione Bollini gli ha concesso pochissimi minuti, con due spezzoni in campo e poca visibilità. Rosina dovrebbe essere schierato nel 3-4-2-1 grazie alla possibilità di poter sfruttare una bravura nell'uso di entrambi i piedi. Il ragazzo dovrebbe agire vicino a Sprocati muovendosi in appoggio di Rodriguez che sarà il terminale offensivo della squadra in questione. Rosina può essere un'arma anche quando sui calci da fermo, perché batte molto bene sia verso la porta che calciando al centro grazie a un piede delicato e molto raffinato. Staremo a vedere se nella gara avrà la possibilità di essere determinante o meno. (agg. di Matteo Fantozzi)

PRIMA CHIAMATA PER LODESANI

Per la gara Foggia-Perugia tra i convocati ci sarà per la prima volta Davide Lodesani che sicuramente è molto contento di questa chiamata. Ovviamente difficile pensare che nelle probabili formazioni possa risultare anche tra i calciatori in panchina, ma già l'onore per un classe 1995 di essere tra i convocati è una buona notizia. Davide Lodesani è nato a Pavullo nel Frignano nel maggio del 1995 ed è prevalentemente un'ala sinistra, giocatore rapido e dotato di grande tecnica. Può però giocare anche in altri ruoli, infatti nella Primavera dei diavoli rossi ha giocato anche da centrale di centrocampo e come ala sull'altra corsia. Può contare anche su una fisicità molto importante, grazie a 181 centimetri, che non ne difetta però la rapidità e la progressione. Sicuramente durante questa stagione di Serie B lo vedremo ancora molte volte tra i convocati e anche magari in campo. (agg. di Matteo Fantozzi)

PROBABILI FORMAZIONI SERIE B

Parte oggi - venerdì 13 ottobre - un'altra giornata di Serie B 2017-2018, la nona, con tanti incontri interessanti che possono regalare grandi emozioni. Si parte dall'anticipo Foggia-Perugia tra due squadre che giocano sicuramente molto bene. Sabato saranno otto le gare in campo con diversi big match che potrebbero cambiare l'egemonia della classifica. All'Ennio Tardini si gioca Parma-Pescara, gara sicuramente molto interessante, vedrà in campo diversi calciatori interessanti, ma occhio soprattutto a Frosinone-Palermo per la testa della classifica. Sono due i posticipi della giornata del campionato cadetto con Avellino-Salernitana domenica alle 17.30 e lunedì sera Entella-Empoli col ritorno a Chiavari di Ciccio Caputo; andiamo allora a fare un excursus nelle probabili formazioni di ciascuna partita, per vedere quali potrebbero essere i moduli e le scelte degli allenatori.

FOGGIA-PERUGIA

Sfida interessante questa che propone due squadre votate all'attacco e con caratteristiche molto importanti anche in mezzo al campo. Giovanni Stroppa e Federico Giunti si sfideranno con un 4-3-3 speculare che propone diversi calciatori importanti in fase offensiva come il giovanissimo nordcoreano Han che si è rivelato autentica sorpresa di questo inizio di stagione in cadetteria. Distorsione al ginocchio per Agnelli che non sarà in campo.

ASCOLI-VENEZIA

I padroni di casa si presentano con la probabile defezioni di Mignanelli che si è allenato tutta la settimana a parte mentre sono rientrati in gruppo Bianchi, Buzzegoli e Favilli. Sarà a disposizione invece De Santis che è rientrato dall'Under 20. Addae invece rimane fuori per squalifica. I bianconeri si schiereranno con un 4-3-3 offensivo che davanti proprorà ancora De Feo come punta centrale. Dall'altra parte Filippo Inzaghi potrà schierare il suo 3-5-2 anche grazie alle poche assenze che hanno colpito la sua squadra. Moreo torna a disposizione e sarà tra i convocati.

PARMA-PESCARA

Il Parma arriva a questa gara con qualche dubbio di troppo. Rischia di rimanere fuori Di Cesare che questa settimana ha svolto diverse terapie scendendo in campo davvero poco. Hanno svolto preparazione a parte Ceravolo, Di Gaudio e Germoni che però dovrebbero essere quanto meno convocati. Il grande assente della partita sarà Cesare Bovo che non ce la dovrebbe fare per una contusione al ginocchio rimediata nell'ultima gara del Delfino. Sicuramente un grave problema per Zdenek Zeman che dovrà fronteggiare un avversario davvero molto bravo sui calci da fermo.

CARPI-CESENA

Nella gara del Cabassi non ci sarà Emmanuel Cascione in mezzo al campo per il ritorno tanto atteso di Fabrizio Castori contro il suo passato. Il centrocampista sicuramente è un giocatore importante che poteva dare una dose importante di peso specifico al reparto. Si sono allenati a parte Donkor e Perticone anche se potrebbero entrambi stringere i denti per scendere in campo. Dall'altra parte ci sono dubbi per la presenza in campo di Concas e Mbaye che durante la settimana hanno sostenuto diversi allenamenti differenziati.

PRO VERCELLI-BARI

Arriva alla gara dello Stadio Piola in emergenza il club allenato da Fabio Grosso. I galletti dovrebbero fare difficoltà a recuperare Tonucci che è alle prese con delle terapie. Invece proveranno a tornare in campo Busellato e Scalera che stanno lavorando in questo momento a regime differenziato. Dall'altra parte rimarrà ancora a lungo a fuori Bifulco, staremo a vedere quando sarà a disposizione. Grosso confermerà ancora Cissè davanti dopo le buone ultime prestazioni.

CITTADELLA-CREMONESE

Pesante assenza per il Cittadella che dovrà fare a meno di Manuel Iori, che si è fermato in settimana. Il centrocampista è un vero perno della squadra veneta che fa la differenza grazie alla possibilità di giocare sempre il pallone rapidamente in mezzo al campo. I padroni di casa si schiereranno con un 4-3-1-2 molto offensivo con Kouame che avrà un ruolo da protagonista al fianco di Litteri. Dall'altra parte Tesser dovrebbe preferire ancora Mokulu a Brighenti per fare coppia davanti con Paulinho.

BRESCIA-NOVARA

Grande curiosità per il debutto di Pasquale Marino sulla panchina del Brescia. Il tecnico ex Frosinone al momento non dovrebbe cambiare molto, confermando l'assetto visto fino a questo momento con Roberto Boscaglia che ha pagato per tutti gli scarsi risultati della squadra. Gli ospiti invece non dovrebbero avere grandi defezioni per la gara in questione. Da una parte la squadra si schiererà con un 3-5-2 molto accorto, mentre dall'altra parte i piemontesi giocheranno con un 4-3-3 offensivo.

FROSINONE-PALERMO

L'assente della gara dello Stirpe sarà il centrocampista Gori alle prese con alcuni problemi fisici. Dall'altra parte invece i rosanero dovranno vedersela con i tanti calciatori pronti a tornare dai rispettivi impegni delle nazionali come Chochev, Trajkovski e Nestorovski che sono tutti reduci dagli impegni con le nazionali dove peraltro hanno particolarmente brillato e lasciato il segno. Sicuramente alcuni di questi saranno stanchi e potrebbero partire dalla panchina. I macedoni sono invece quelli più in forma e pronti a tornare in campo per giocare dal primo minuto.

TERNANA-SPEZIA

Nello Spezia sono due i rientri in vista della gara del Liberati, buone notizie dall'infermeria arrivano quindi per Candela e Maggiore, anche Pessina è in gruppo anche se pare essere ancora un po' indietro. Dall'altra parte invece non ci saranno Favalli e Paolucci, mentre rientra a sorpresa in gruppo Vitiello. Sandro Pochesci dovrebbe confermare il suo 4-3-1-2 con Albadoro a giocare da prima punta. Dall'altra parte lo Spezia dovrebbe invece schierarsi con un contenuto 3-5-2, il solito modulo di riferimento senza troppe sorprese.

AVELLINO-SALERNITANA

Grandi dubbi in casa Avellino con Leonardo Morosini, il grande acquisto dell'estate, che sta provando in tutti i modi a recuperare per essere presente in questa importante e delicata gara. Allo Stadio Partenio infatti si gioca un derby che anche psicologicamente è una gara molto importante. Dall'altra parte invece attenzione alla situazione legata al cambio di modulo da parte di Alberto Bollini, con un 3-4-2-1 che potrebbe mettere in difficoltà gli irpini.

ENTELLA-EMPOLI

Il principale motivo di interesse è sicuramente rappresentato dal ritorno di Francesco Caputo a Chiavari dopo l'addio in fretta e furia in estate, ma soprattutto dopo i 35 gol messi a segno nelle due stagioni che il bomber ha giocato in Liguria. Tra i liguri dovrebbero rimanere ancora fuori Davide Luppi e Davide Diaw che non sono al meglio dal punto di vista fisico. I toscani invece dovrebbero essere pronti per tornare in campo senza nessuna defezione e con voglia di fare un risultato importante fuori casa.

© Riproduzione Riservata.