BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

ATP FINALS 2017 / Diretta Nadal Goffin (6-7) streaming video SuperTennis: il belga si prende il primo set!

Diretta Atp Finals 2017: info streaming video e tv, lunedì 13 novembre prosegue il Master di tennis maschile a Londra. Dimitrov batte Thiem, in serata Rafa Nadal sfida David Goffin

Diretta Atp Finals 2017: Rafa Nadal sfida David Goffin (Foto LaPresse)Diretta Atp Finals 2017: Rafa Nadal sfida David Goffin (Foto LaPresse)

DIRETTA NADAL GOFFIN (6-7): 1^ SET AL BELGA

David Goffin vince il primo set contro Rafa Nadal alle Atp Finals 2017: epilogo a sorpresa di un parziale lunghissimo (55 minuti) e in totale equilibrio, compreso il tie break nel quale però il belga è riuscito sul 5-5 a piazzare i due punti decisivi. Nadal era finito sotto di un break praticamente subito, ma poi ha recuperato e così è riuscito ad arrivare fino al tie break; qui però Goffin, sicuramente più in forma dal punto di vista fisico e concentratissimo, ha fatto quello che non era riuscito a fare a Madrid e si è portato in vantaggio. A questo punto il match si mette in salita per il numero 1 del mondo, che per di più perde un set che potrebbe essere sanguinoso nell’economia della corsa verso la semifinale del Master; per Goffin il problema sarà invece quello di mantenere lo stesso livello di gioco anche nel secondo set, ma intanto il belga ha il vantaggio di aprire il secondo set con il suo turno di battuta e anche questo può essere importante dal punto di vista psicologico, perchè costringerebbe Nadal a inseguire costantemente nel punteggio. (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE L'ATP FINALS 2017

Le Atp Finals 2017 sono trasmesse in diretta tv sulla televisione satellitare: l’appuntamento per tutti i possessori di un abbonamento è su Sky Sport 2, con la possibilità ovviamente di seguire i match anche su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone, grazie alla diretta streaming video attivabile con l’applicazione Sky Go che non comporta costi aggiuntivi.

DIRETTA NADAL GOFFIN (0-0): SI PARTE!

Siamo al via della seconda partita giornaliera alle Atp Finals 2017: è arrivato il turno di Rafa Nadal che sfida David Goffin. Qui alla O2 Arena di Londra, come già detto e come da giorni si ripete da più parti, la grande attesa è per l’ennesima finale tra lui e Roger Federer, che per la seconda volta (l'unica finora nel 2010) si incrocerebbero per il titolo del Master; tuttavia bisogna stare attenti alle sorprese, perchè questo torneo così particolare e in arrivo alla fine di una stagione dispendiosa potrebbe presentarci protagonisti inattesi. Federer per esempio va valutato rispetto al fisico: ha tirato tantissimo, l’aver saltato la stagione sulla terra rossa gli ha dato una mano (come dimostrano i trionfi anche in autunno, a Shanghai e Basilea) e arrivato a 36 anni non può certo pensare di recuperare tra una partita e l’altra con la stessa freschezza del passato, pur se i risultati inanellati sembrano dimostrare il contrario. Nadal invece si è ritirato da Parigi-Bercy, dove aveva raggiunto i quarti di finale: avuta la certezza di chiudere il 2017 al numero 1 Atp, lo spagnolo ha preferito concentrarsi sulle Finals. Alcuni rumor lo davano addirittura in dubbio per Londra: probabilmente non è mai stato così e il forfait dall’ultimo Master 1000 della stagione è stato puramente precauzionale allo scopo di non stancarsi troppo e di avere una finestra di pochissimi giorni per recuperare la condizione, ma sia come sia anche per Nadal il calo fisico è sempre dietro l’angolo. Intanto vedremo come si comporterà nell’esordio in un girone che in precedenza ha visto la vittoria di Grigor Dimitrov su Dominic Thiem: la parola torna al campo, perchè i due giocatori stanno finalmente per cominciare. (agg. di Claudio Franceschini) 

DIRETTA THIEM DIMITROV (3-6 7-5 5-7)

Grigor Dimitrov si prende la prima vittoria alle Atp Finals 2017: all’esordio assoluto in un Master il bulgaro batte Dominic Thiem dopo due ore e 22 minuti, con il risultato di 6-3 5-7 7-5, e vola dunque in testa al girone intitolato a Pete Sampras in attesa della sfida tra Rafa Nadal e David Goffin. Thiem l’ha buttata via o quasi: nel terzo set, quando aveva l’inerzia avendo recuperato lo svantaggio, è stato il primo a cedere il servizio facendo salire Dimitrov sul 4-3 e servizio, ma poi aveva recuperato portandosi sul 5-5 e avendo l’occasione per riportarsi avanti e sfruttare anche l’aspetto psicologico. Invece Dimitrov gli ha strappato il servizio a zero, andando poi a chiudere al terzo match point; dunque come lo scorso anno l’austriaco apre la sua corsa nelle Atp Finals con una sconfitta, mentre il bulgaro inizia bene il torneo. Il set vinto da Thiem, che è anche 15-18 nei game, può comunque essere molto importante in un girone che potrebbe e dovrebbe essere dominato da Rafa Nadal, e che potrebbe prevedere tre giocatori a parità di vittoria che si battano tra di loro. Allo stesso modo dunque Dimitrov potrebbe rimpiangere il parziale perso; perchè sia così ovviamente Goffin dovrà battere il bulgaro mentre Thiem dovrà superare il tennista belgo, intendendo che Nadal vinca tutte le sue partite. Staremo a vedere; intanto possiamo già dire che, in caso di vittoria di Rafa questa sera, Dimitrov proseguirà le sue Atp Finals 2017 proprio contro lo spagnolo, mentre tra Thiem e Goffin sarebbe già una sorta di dentro o fuori. (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA THIEM DIMITROV (0-0): IN CAMPO!

Eccoci pronti a vivere l’inizio della giornata alle Atp Finals 2017: scendono in campo Dominic Thiem e Grigor Dimitrov per la prima partita del girone intitolato a Pete Sampras. L’anno scorso l’austriaco era alla prima partecipazione di sempre ad un Master: aveva iniziato bene strappando un set a Novak Djokovic che poi lo aveva comunque battuto, poi era arrivata la sconfitta contro Gael Monfils in tre set ma era stato Milos Raonic a superare il girone e qualificarsi alla semifinale, grazie anche alla vittoria di Novak Djokovic contro David Goffin che, prima riserva, aveva preso il posto di Monfils. Dimitrov gioca per la prima volta le Atp Finals: ci era andato vicino nel 2014 (aveva chiuso l’anno al numero 14) mentre lo scorso anno, nonostante risultati importanti anche nel finale della stagione (semifinale a Stoccolma, finale a Chengdu eliminando Rafa Nadal), non era riuscito a qualificarsi. Adesso però ci sono ottime possibilità di arrivare in semifinale: Dimitrov ha mostrato un ottimo livello in questi mesi, ha vinto il primo Master 1000 in carriera battendo Nick Kyrgios nella finale di Cincinnati e ci ha aggiunto altri due Atp 250 (Brisbane e Sofia), soprattutto ha fatto il salto di qualità negli Slam arrivando ad un passo dalla finale degli Australian Open (sconfitto al quinto set da Nadal al termine di una partita epica). Potrebbe essere pronto ad arrivare in fondo con costanza se saprà migliorare ancor più nella tenuta mentale e nella concentrazione sul campo; staremo a vedere, intanto andiamo a vedere quello che succederà in queste Atp Finals 2017 alla O2 Arena di Londra, perchè finalmente il primo match contro Thiem sta per cominciare. (agg. di Claudio Franceschini)

Prima di addentrarci nella nuova giornata alle Atp Finals 2017, ricordiamo quanto abbiamo visto ieri alla O2 Arena di Londra. L’esordio è toccato a Roger Federer, il sei volte campione del Master che si è liberato di Jack Sock, uno degli esordienti in questo torneo, con il risultato di 6-4 7-6: vittoria agevole per il Re, che si è anche concesso il lusso di sbagliare un dritto a campo aperto dalla metà del campo, con l’americano che gli aveva rivolto la schiena essendosi già rassegnato e, con grande stupore, non ha più visto arrivare la palla dall’altra parte (momento divertente). La partita della sera era invece molto più incerta come risultato, ma se l’è aggiudicata Alexander Zverev: anche per il tedesco era la prima volta in queste Atp Finals, a 20 anni e già numero 3 del ranking mondiale Sasha ha dato prova di tutte le sue capacità e del suo livello di gioco superando un veterano come Marin Cilic, battuto con il risultato di 6-4 3-6 6-4. Esiziale Zverev nel prendersi i vantaggi senza nemmeno sforzarsi troppo e vincere la partita grazie al servizio (nel terzo set ha concesso una sola palla break al gigante croato). Cilic resta comunque in piena corsa avendo vinto un parziale, che lo mette al terzo posto in classifica con un record di 1-2 nei set; tuttavia se domani dovesse battere Zverev, il croato sarebbe già eliminato in caso di sconfitta e la partita tra Sasha e Jack Sock, con lo svizzero già in semifinale e vincitore del girone, diventerebbe una sfida diretta per il secondo posto. (agg. di Claudio Franceschini)

NADAL GOFFIN: I PRECEDENTI

Rafa Nadal e David Goffin giocheranno questa sera il match alle Atp Finals 2017. Lo scorso anno il belga era presente al Master in quella che era la sua prima apparizione, ma era la prima riserva; tuttavia aveva comunque avuto modo di giocare, quando Gael Monfils aveva alzato bandiera bianca per infortunio. Goffin però si era trovato di fronte Novak Djokovic in una situazione nella quale era già eliminato, e aveva perso; quest’anno, entrato come settimo qualificato alla O2 Arena di Londra, è un partecipante a tutti gli effetti e proverà subito a dare fastidio a Rafa Nadal, che è il numero 1 del mondo e ieri ha ricevuto il trofeo come miglior giocatore Atp al termine del 2017 (per la quarta volta lo spagnolo chiude una stagione in vetta alla classifica, non succedeva dal 2013). I precedenti tra i due giocatori sono due, e tutti in questa stagione: nettissima la vittoria che Nadal aveva ottenuto nella semifinale di Montecarlo (6-3 6-1) con Goffin che aveva appena fatto fuori Novak Djokovic; qualche settimana più tardi, a Madrid, Rafa aveva sofferto tantissimo nel primo set ma poi, complice anche una chiamata controversa del giudice di sedia, aveva preso il largo vincendo 7-6 6-2 nei quarti di finale. Goffin, che come detto dovrà giocare la finale di Coppa Davis contro la Francia, è un giocatore che sulla terra rossa dà il meglio di sè, ma che è cresciuto molto negli ultimi anni e può sempre rappresentare una minaccia anche per i migliori. (agg. di Claudio Franceschini)

THIEM DIMITROV: I PRECEDENTI

Le Atp Finals 2017 proseguono oggi con le partite valide per il girone intitolato a Pete Sampras: ad aprire il quadro, alle ore 15 italiane, sarà la sfida tra Dominic Thiem e Grigor Dimitrov. Match tra due outsider se guardiamo al tabellone generale, ma probabilmente in competizione per un posto in semifinale al fianco di Rafa Nadal: entrambi potrebbero avere qualcosa in più di David Goffin che è stato l’ultimo a qualificarsi e, a differenza degli altri, non chiuderà la sua stagione alla O2 Arena di Londra avendo poi da onorare la finale di Coppa Davis. Anche per questo motivo vincere questo incontro diventa importante: i precedenti ci dicono che Thiem è avanti 2-1 e si è anche aggiudicato l’ultimo incrocio, quello della scorsa primavera negli ottavi di Madrid che era stata una partita entusiasmante (4-6 6-4 7-6 con tie break vinto 11-9). Dimitrov ha vinto l’altra sfida del 2017, i quarti di Brisbane dello scorso gennaio (6-3 4-6 6-3) mentre ancora l’austriaco aveva superato il bulgaro nei quarti di Acapulco lo scorso anno, risultato 7-5 6-2. Questa sarà la prima volta in cui i due si affrontano su un campo indoor, perciò vedremo quello che succederà. Di sicuro la stagione di Dimitrov, fatta di tre titoli tra cui il Master 1000 di Cincinnati, è stata migliore ma Thiem, che ha due anni in meno e che nel 2017 ha comunque raggiunto la semifinale a Roma e la finale a Barcellona e Madrid (in entrambi i casi lo ha battuto Rafa Nadal, al Foto Italico vittoria contro lo spagnolo ma netta sconfitta subita da Novak Djokovic), in carriera ha già vinto più tornei Atp (8 contro 7) anche se gli manca la preda grossa. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL TORNEO

Thiem Dimitrov e Nadal Goffin sono i due match che, lunedì 13 novembre a partire dalle ore 15, sanciscono alle Atp Finals 2017 l’esordio per il gruppo intitolato a Pete Sampras. Il Master di tennis maschile prosegue con altri due incontri spettacolari: siamo alla O2 Arena di Londra, che dal 2008 ospita l’appuntamento che accoglie i migliori otto giocatori dell’anno solare sotto un unico tetto - letteralmente: si gioca indoor - e li mette a confronto con due gironi, dai quali escono i migliori due tennisti che si affronteranno nelle semifinali incrociate. Il torneo ha grande fascino, anche e soprattutto perchè ogni singolo match è potenzialmente una grande sfida.

RAFA E I CAMPI INDOOR

Rafa Nadal era assente lo scorso anno: anche lui come Roger Federer aveva dovuto fare i conti con acciacchi vari che gli avevano impedito di essere competitivo ai massimi livelli e di onorare il Master. A differenza del Re, tuttavia, per lo spagnolo - che quest’anno ha vinto Roland Garros e Us Open, oltre a Montecarlo e Madrid - le Atp Finals sono un nervo scoperto. Nadal non ha mai amato i campi indoor, e infatti al Master non ha mai trionfato: resta questo il vero grande titolo che non sia ancora riuscito a mettere in bacheca, e purtroppo per lui le occasioni per rimediare cominciano a scarseggiare. Due le finali perse da Nadal in questo torneo, ma soprattutto Rafa è a quota zero anche nel Master 1000 di Parigi-Bercy, che non a caso si gioca sotto il tetto: due settimane fa il maiorchino si era spinto ai quarti, ma nel momento in cui è stato aritmetico il fatto che avrebbe chiuso il 2017 al numero 1 del ranking (per il quarto anno in carriera) ha preferito concentrarsi sulle Finals e andare subito a Londra. 

IL GRUPPO SAMPRAS

Nel girone dedicato a Pete Sampras, che per cinque volte ha vinto le Atp Finals, ci sono nomi altisonanti: oltre a quello di Nadal troviamo quello di Dominic Thiem, alla seconda partecipazione consecutiva. Lo scorso anno all’esordio l’austriaco aveva sorpreso Novak Djokovic strappandogli il primo set, e si era guadagnato i complimenti di José Mourinho che, ancora allenatore del Chelsea, era andato a fargli visita. C’è poi Grigor Dimitrov, il bulgaro che forse quest’anno ha fatto il definitivo salto di qualità: resta ancora carente negli Slam, ma intanto ha messo le mani sul primo Master 1000 in carriera (a Cincinnati) e più volte è arrivato in fondo ai tornei più prestigiosi, per esempio agli Australian Open dove è stato ad un’incollatura dal far fuori Nadal in semifinale. David Goffin è stato il penultimo a qualificarsi: il belga ha così suggellato una stagione che non era iniziata benissimo ma è proseguita in crescendo. Per lui la stagione non finirà con Londra: a fine mese dovrà giocare la finale di Coppa Davis, trofeo che gli era sfuggito due anni fa.

© Riproduzione Riservata.