BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Risultati Coppa Italia Serie C/ Diretta live score: Padova, pokerissimo alla Triestina! (sedicesimi)

Risultati Coppa Italia Serie C: diretta gol live score delle partite dei sedicesimi di finale. Il programma inizia martedì 21 novembre (cinque partite) e si concluderà la prossima settimana

Risultati Coppa Italia Serie C, sedicesimi (Foto LaPresse)Risultati Coppa Italia Serie C, sedicesimi (Foto LaPresse)

Padova show all’Euganeo: in questo momento i biancoscudati sono una squadra praticamente ingiocabile, che legittima il primo posto nel girone B di campionato volando agli ottavi di Coppa Italia Serie C. Un dominio quello contro la Triestina, che quattro giorni fa era stata battuta con un più “normale” 4-0: questa sera invece anche con le seconde linee il Padova fa la voce grossa e si prende la qualificazione. Nel primo tempo apre i conti Petar Zivkov e arriva quasi subito il raddoppio del difensore centrale Michele Russo; nella ripresa un’azione manovrata dalle retrovie porta al gol di Matteo Chinellato, mentre il poker è servito al 66’ minuto da Davide Mazzocco e il pokerissimo arriva con Andrea Cisco. Cinque giocatori che non erano in campo dal primo minuto venerdì sera; il Padova si prende la scena, forse insieme al Lecce è oggi la squadra più forte di tutta la Serie C ma la stagione è ancora molto lunga per tracciare verdetti. (agg. di Claudio Franceschini) RISULTATI COPPA ITALIA SERIE C

INIZIA PADOVA TRIESTINA

Prende il via l’ultima partita nella giornata di Coppa Italia Serie C: Padova e Triestina si sono sfidate pochi giorni fa nella gara di campionato e i biancoscudati hanno vinto per 2-1. Ora però il contesto è diverso: certo la capolista del girone B rimane la favorita per la vittoria, ma si gioca sulla distanza dei 90 minuti e dunque la Triestina può avere una chance. Non aiuta però i giuliani l’andamento dei sedicesimi di coppa fino a questo momento: considerando anche quanto accaduto nelle scorse settimane, le partite giocate fin qui sono state sei e in tutte queste occasioni a qualificarsi è stata la squadra di casa. Non solo: le formazioni in trasferta hanno segnato un totale di 4 reti (due di queste le ha messe a segno oggi la Paganese) contro le 11 che sono riuscite a garantire le formazioni che hanno giocato in casa. Tuttavia, il detto dice che le statistiche sono fatte per essere smentite; dunque la Triestina ambisce a diventare la prima squadra fuori casa ad andare agli ottavi di Coppa Italia Serie C. Ora siamo pronti a giocare: parola al campo, dove Padova e Triestina iniziano la loro partita. (agg. di Claudio Franceschini) 

LECCE IN RIMONTA SUL TRAPANI

Il Lecce si qualifica agli ottavi di Coppa Italia Serie C proseguendo nella sua grande stagione: la vittoria sul Bisceglie arriva per 2-1, in rimonta e quando ormai gli ospiti speravano ormai di aver centrato almeno i tempi supplementari. Partita davvero bella, che si è accesa nel secondo tempo: al 59’ il Bisceglie è rimasto in dieci uomini per l’espulsione di Migliavacca, ma ha avuto una reazione straordinaria e cinque minuti più tardi ha segnato il gol del vantaggio con Paulo Azzi, bravissimo a girare di testa anticipando la difesa. Il vantaggio però è durato poco: il Lecce delle seconde linee ha mandato in campo qualche titolare e due di questi hanno confezionato il pareggio. Fallo subito da Di Piazza, gol su rigore di Marco Mancosu: tutto fa rifare per il Bisceglie, che a quel punto ha iniziato a soffrire e a un minuto dal 90’ ha incassato il tocco vincente di Edgaras Dubickas, assistito da Torromino. Sogno svanito dunque per il Bisceglie: per il Lecce di Fabio Liverani agli ottavi ci sarà il Matera, finalista della passata edizione della Coppa Italia Serie C. (agg. di Claudio Franceschini)

TRAPANI QUALIFICATO AI RIGORI

Mentre il Lecce e il Bisceglie sono arrivati all’intervallo sul risultato di 0-0 (per il momento tiene la gabbia difensiva degli ospiti), il Trapani diventa la terza squadra che oggi si qualifica agli ottavi di Serie C, la quinta in generale dopo le vittorie già andate in scena, nelle scorse settimane, di Vicenza e AlbinoLeffe. Per i siciliani la vittoria nel derby contro il Siracusa è arrivata ai calci di rigore: poche emozioni anche nei tempi supplementari dove i padroni di casa non sono riusciti a far fruttare la superiorità numerica. Dal dischetto il Trapani ha subito approfittato dell’errore di Mucciante che ha calciato alto: Steffé e Taugourdeau hanno confermato il vantaggio, poi il Siracusa ha sbagliato ancora con Grillo che ha colpito il palo e i padroni di casa hanno allungato con la conclusione vincente di Palumbo. Daffara ha tenuto vive le speranze degli ospiti, che Flice Evacuo ha spento appena dopo: Trapani che vola dunque agli ottavi, ma dovrà aspettare domani sera per sapere quale sarà la sua avversaria. Una, comunque, tra Catania e Cosenza, e dunque possibile un altro derby di Sicilia per la squadra allenata da Alessandro Calori, una sfida che sarebbe anche un antipasto della sfida per il secondo posto nel girone C di Serie C con le due formazioni che sono entrambe inseguitrici del Lecce, che nel secondo tempo proverà a chiudere i conti contro il solido Bisceglie. (agg. di Claudio Franceschini)

MATERA E PAGANESE AGLI OTTAVI

Secondi tempi di Coppa Italia Serie C in cui è successo poco o nulla, poi minuti finali in cui le cose sono cambiate: il Matera e la Paganese volano agli ottavi di finale del torneo ma le loro vittorie sono decisamente diverse. I lucani difendono senza troppi problemi il 3-1 maturato nel primo tempo, al 68’ restano in dieci per l’espulsione di Maimone ma ci pensa Mezavilla, due ammonizioni in dieci minuti, a ristabilire poco dopo la parità numerica. A quel punto la Reggina aumenta la pressione, ma è solo al 93’ che Christian Silenzi trova il gol che riaprirebbe i giochi se solo ci fosse più tempo. La Paganese la sua qualificazione la costruisce negli ultimi minuti: partita equilibrata al Torre, poi all’88’ Gaye stende Talamo in area di rigore e la Juve Stabia cade per effetto della conclusione di Francesco Scarpa, trentottenne che riesce ancora a essere decisivo. Trapani e Siracusa, partita iniziata in ritardo, è ancora sullo 0-0 ma dall’80’ gli ospiti sono in dieci per l’espulsione di De Vito (doppia ammonizione): al Provinciale di Erice si va dunque ai tempi supplementari, nel frattempo al Via del Mare inizia il derby di Puglia tra Lecce e Bisceglie. (agg. di Claudio Franceschini) 

SPETTACOLO A MATERA

Una sola partita si è sbloccata tra le tre che si stanno giocando in Coppa Italia Serie C, ma al XX Settembre-Franco Salerno abbiamo vissuto un grande primo tempo: Matera e Reggina hanno segnato quattro gol nello spazio di 16 minuti (tra il 12’ e il 28’) e il risultato è di 3-1 in favore dei padroni di casa. Matera avanti con Marko Dugandzic e capace di raddoppiare con Gaston Corado; a quel punto la Reggina ha accorciato le distanze con Claudio Sparacello, ma non ha avuto nemmeno il tempo di festeggiare o provare a organizzare la rimonta perchè cinque minuti più tardi Ignazio Battista ha nuovamente allungato per i lucani. Ritmi alti e tanti gol qui, poche emozioni sugli altri due campi: i due derby, quello di Campania tra Paganese-Juve Stabia e il siciliano Trapani-Siracusa, sono entrambe sul risultato di 0-0. C’è ancora un tempo perchè si riescano ad evitare i tempi supplementari: non ci resta quindi che tornare a dare la parola alle gare che si stanno giocando, e che promettono di regalare ancora spettacolo. (agg. di Claudio Franceschini) 

INIZIANO LE PRIME PARTITE

Con tre partite, prende il via la corsa ai risultati nella giornata di Coppa Italia Serie C. Tra le squadre in campo oggi soltanto il Padova e il Matera possono bissare il risultato dell’anno scorso: dei lucani arrivati in finale abbiamo parlato in precedenza i biancoscudati avevano eliminato il Bassano vincendo per 2-1 (reti di Fantacci e Cisco), poi avevano vinto a Carrara con Gaiola ed erano volati ai quarti di finale, dove ancora una volta erano stati capaci di imporsi per 1-0 in trasferta (rete decisiva di De Cenco). Tre passaggi del turno, quattro gol realizzati e tutti nei primi 20 minuti di gara: un Padova capace di mettere subito in chiaro le cose, ma che in semifinale si era arreso al Venezia (1-1 all’Euganeo, 1-3 al Penzo). Tutte le altre protagoniste che vedremo all’opera in questo lungo martedì erano state eliminate in precedenza: soltanto il Lecce era arrivato a giocarsi i sedicesimi (grazie alla vittoria ai rigori sul campo della Virtus Francavilla), ma i salentini erano stati battuti in trasferta dal Matera, sconfitta beffa visto che dopo il pareggio di Persano, che aveva risposto a Iannini, i lucani si erano presi la qualificazione al 91’ minuto grazie a un calcio di rigore trasformato da Nicola Strambelli, uno dei reduci dello scorso anno. Adesso ci sono nuovi protagonisti sul terreno di gioco: noi allora diamo subito la parola al campo e ci mettiamo comodi, perchè finalmente le partite dei sedicesimi di Coppa Italia Serie C stanno per cominciare. (agg. di Claudio Franceschini) 

DOVE ERAVAMO RIMASTI?

Siamo vicini al calcio d’inizio delle partite di Coppa Italia Serie C 2017-2018: arrivata ai sedicesimi, la competizione è iniziata ad agosto con la fase preliminare a gironi, comprendendo le 28 escluse dalla coppa di Lega A e le due ripescate dalla Serie D (ovvero Triestina e Rende) con dieci posti in palio per il primo turno ad eliminazione diretta. Dove aspettavano invece 27 squadre, solo dieci di queste impegnate però in una sorta di playoff per entrare nei sedicesimi: le cinque partite, giocate a ottobre nello spazio di due giorni, non sono andate ai calci di rigore e soltanto quella tra AlbinoLeffe e Monza ha avuto bisogno dei supplementari, risolta poi dalla rete del belga Mihai Gusu all’inizio del secondo extra time. Fuori casa hanno ottenuto la vittoria il Pontedera (all’Arena Garibaldi di Pisa), la Reggiana (capace di vincere 2-0 a Ravenna, vittoria poi bissata la scorsa domenica in campionato) e Sambenedettese, grazie al 3-1 sul Gubbio in una partita tra due squadre che lo scorso anno avevano stupito da neopromosse. Oltre all’AlbinoLeffe ha rispettato il fattore campo anche il Bisceglie: i pugliesi hanno battuto la Virtus Francavilla con una doppietta di Ivan Jovanovic, ventiseienne attaccante arrivato dal RNK Spalato e già autore di sei reti stagionali. Ora si prosegue con Vicenza e AlbinoLeffe, come detto, già agli ottavi di finale: non ci resta allora che stare a vedere come andranno le cose tra poco. (agg. di Claudio Franceschini) 

DUE SQUADRE GIA' AGLI OTTAVI

Sono due le squadre che hanno già raggiunto gli ottavi di finale in Coppa Italia Serie C: risultati che sono arrivati a distanza di un mese. Il turno dei sedicesimi infatti è iniziato il 18 ottobre scorso, con Vicenza e Pordenone a sfidarsi al Menti: in uno dei pochi picchi di una stagione decisamente complicata, i veneti si sono imposti per 2-1 grazie alla doppietta di Gianmario Comi a sovrastare il gol che Simone Raffini aveva infilato per i friulani. Un mese dopo, cioè sei giorni fa, all’Atleti Azzurri d’Italia è stato il turno dell’AlbinoLeffe: i bergamaschi si sono liberati della Pro Piacenza con i gol di Mario Ravasio e, su rigore, di Giuseppe Sibilli (40 anni in due) e hanno così confermato di essere in uno strepitoso periodo, che li ha portati anche a una rincorsa in campionato con tanto di terzo posto nel girone B. A completamento delle informazioni, va detto che i sedicesimi di Coppa Italia Serie C si concluderanno il 29 novembre, quando si giocherà il derby di Toscana (uno dei tanti) tra Livorno e Arezzo; il giorno prima al Garilli il Piacenza ospiterà l’Alessandria. Per quanto riguarda l’AlbinoLeffe, quest’anno le cose gli sono andate decisamente meglio dell’anno scorso: all’epoca erano stati eliminati nel girone eliminatorio, battendo il Forlì (rigore di Loviso al 92’) e pareggiando contro il Fano che aveva avuto la meglio per aver segnato un gol in più contro i romagnoli. (agg. di Claudio Franceschini) 

LE SFIDE GIA' VISSUTE

Nel presentare le partite di Coppa Italia Serie C abbiamo già parlato di come alcune di queste partite si siano già disputate nel corso del campionato. Le partite di oggi per esempio sono tutte tra squadre dello stesso girone (riguardano il girone C con la sola eccezione di Padova-Triestina, girone B), mentre per quanto riguarda domani e la prossima settimana avremo qualche incrocio tra gironi differenti. Diamo però uno sguardo più ravvicinato alle sfide che abbiamo già vissuto in questa stagione: parlando del Matera per esempio abbiamo già detto che i lucani hanno giocato contro la Reggina, a campi invertiti, e che ne è venuto fuori un 1-1. Si sono già sfidate anche Lecce e Bisceglie, il 30 settembre, e sempre al Via del Mare la capolista del girone si è imposta per 3-1 sulla corregionale avversaria. Trapani e Siracusa si sono scontrate alla prima di campionato, sempre al Provinciale dove si gioca oggi: i padroni di casa hanno vinto per 1-0. Al Torre di Pagani seconda stagionale per la Paganese che, contro la Juve Stabia, proverà a vendicare la sconfitta interna (1-2) del 23 settembre. Curioso il caso di Padova Triestina: biancoscudati e giuliani si sono incrociati venerdì nell’anticipo della quindicesima giornata, la capolista ha vinto 2-1 con i gol di Andrea Tabanelli e Alessandro Capello - in mezzo il momentaneo pareggio di Fabio Meduri. Turnover e obiettivi diversi potrebbero dare vita, nelle partite di oggi, a risultati diametralmente opposti a quelli visti in campionato… (agg. di Claudio Franceschini) 

GLI INCONTRI DI OGGI

La Coppa Italia Serie C 2017-2018 prosegue il programma dei sedicesimi di finale: siamo ancora in una fase di eliminazione diretta in gara secca - solo semifinali e finale saranno in andata e ritorno - e dunque entro la prossima settimana (quando si giocheranno le ultime due partite) conosceremo il tabellone completo degli ottavi. Intanto martedì 21 novembre si parte alle ore 14:30 con Paganese-Juve Stabia, Matera-Reggina e Trapani-Siracusa; alle ore 16:30 spazio a Lecce-Bisceglie con chiusura con Padova-Triestina, mentre mercoledì sono previste altre sette partite. Sfide molto interessanti, alcune delle quali già andate in scena in campionato. 

IL BIG MATCH

Difficile individuare un big match tra queste partite di martedì, ma possiamo forse dire che sia quello dell’Euganeo: una partita, quella tra Padova e Triestina, che per di più si è giocata quattro giorni fa come anticipo del girone B e ha visto la vittoria dei biancoscudati (2-1). Il Padova è riuscito a emergere dal grande equilibrio in alta quota ed è la capolista del girone, con tre punti di vantaggio sul Renate e dunque una chiara possibilità di prendersi quella promozione diretta che aveva attentato già un anno fa, crollando però nel momento decisivo. La Triestina, tra alti e bassi, sta facendo la sua onesta stagione: ha già colto vittorie di prestigio in campionato (per esempio sul campo del Pordenone) e, considerando che a giugno non era sicura di giocare in Serie C (è stata promossa a tavolino per completamento dell’organico), sta sicuramente facendo meglio delle previsioni, in attesa della continuità per blindare un posto nei playoff. 

LA SQUADRA PIU’ ATTESA

Quest’anno la Coppa Italia Serie C si gioca senza una difesa del titolo: l’ultima edizione è stata infatti vinta dal Venezia di Pippo Inzaghi, che poco prima aveva messo le mani sulla promozione diretta in Serie B. C’è però il Matera, che idealmente fa le veci dei lagunari: i lucani sono la finalista del 2017, battuti 3-1 al Penzo dopo aver vinto l’andata per 1-0. Un Matera che però non sta rispettando le premesse: dopo aver vinto quattro partite consecutive tra fine settembre e metà ottobre si è improvvisamente fermato, con un bilancio di due punti nelle ultime quattro gare. Al momento sarebbe comunque qualificato al playoff ma da queste parti, vuoi per il livello della squadra o piuttosto per la conferma di Gaetano Auteri in panchina, si aspettavano una corsa per il primo posto da contendere innanzitutto al Lecce e poi alle altre. Oggi l’impegno è contro la Reggina, contro cui i lucani hanno fatto 1-1 nel girone C di campionato (ma si è giocato al Granillo).

RISULTATI COPPA ITALIA SERIE C

RISULTATO FINALE MATERA-Reggina 3-2 - 12' Dugandzic (M), 21' Corado (M), 23' Sparancello (R), 28' Battista (M), 93' C. Silenzi (R)

RISULTATO FINALE PAGANESE-Juve Stabia 1-0 - 88' rig. Scarpa

RISULTATO FINALE TRAPANI-Siracusa 4-2 dcr. Sequenza rigori: Mucciante (S) alto, Steffé (T) gol, Bernardo (S) gol, Taugourdeau (T) gol, P. Grillo (S) palo, Palumbo (T) gol, Daffara (T) gol, Evacuo (T) gol

RISULTATO FINALE LECCE-Bisceglie 2-1 - 64' Azzi (B), 75' rig. Mar. Mancosu (L), 89' Dubickas (L)

RISULTATO FINALE PADOVA-Triestina 5-0 - 9' Zivkov, 32' M. Russo, 50' Chinellato, 66' Mazzocco, 78' Cisco

© Riproduzione Riservata.