BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

RISULTATI COPPA ITALIA SERIE C/ Diretta live score: il Cosenza passa al Massimino! (sedicesimi)

Risultati Coppa Italia Serie C: diretta live score delle sette partite che mercoledì 22 novembre proseguono il programma dei sedicesimi di finale, in campo anche il Renate e il Catania

Risultati Coppa Italia Serie C, sedicesimi (Foto LaPresse)Risultati Coppa Italia Serie C, sedicesimi (Foto LaPresse)

Il Cosenza vive una serta diversa dalle solite fatiche di campionato e si qualifica agli ottavi di Coppa Italia Serie C: vittoria importante quella del Massimino, perchè a cadere è la seconda forza del girone C e una squadra lanciata da quattro vittorie consecutive. Eppure il Cosenza fa la voce grossa e vince: doppietta di Liguori che nel secondo tempo, nel giro di nove minuti, indirizza la partita verso gli ospiti. Russotto accorcia le distanze ma non basta: il Catania di Cristiano Lucarelli saluta la competizione e il Cosenza, campione nel 2015, prosegue la sua corsa. Si va invece ai tempi supplementari a Caserta: vantaggio della Sambenedettese con Di Pasquale, la Casertana risponde con Alfageme e riesce a prolungare la partita. (agg. di Claudio Franceschini) RISULTATI COPPA ITALIA SERIE C

SI GIOCA A CATANIA

Si torna a giocare in Coppa Italia Serie C: prendono il via le partite serali che sono Casertana-Sambenedettese e Catania-Cosenza, che almeno per questa settimana chiuderanno il programma dei sedicesimi di finale. Intanto però dobbiamo registrare la qualificazione della Viterbese che, come la Feralpisalò e il Trapani ieri, passa il turno ai calci di rigore. Nulla di fatto nei 120 minuti contro il Teramo, si va alla lotteria dagli undici metri dove per i padroni di casa segnano Musacci e Vandeputte, tanto basta per avere la meglio sugli abruzzesi grazie alle parate del portiere Michal Lewandowski. La Viterbese se la vedrà con la vincente del derby toscano tra Livorno e Arezzo, la partita che si giocherà il prossimo mercoledì; adesso in campo a Caserta e Catania, mentre al Mannucci il Pontedera ha evitato i tempi supplementari e si è qualificato agli ottavi (giocherà contro il Prato) grazie ad un gol arrivato nel finale e realizzato da Roberto Bonaventura, quando le squadre si sono allungate alla ricerca della vittoria e la Lucchese ha avuto la peggio. (agg. di Claudio Franceschini) 

LA VITERBESE PASSA AI RIGORI

All’Enrico Rocchi si va ai tempi supplementari per la seconda volta nel pomeriggio di Coppa Italia Serie C: sono infatti sullo 0-0 Viterbese e Teramo, che proseguono per altri 30 minuti e proveranno ad evitare l’insidiosa lotteria dei calci di rigori. Che invece sono stati battuti al Mercante, come era già accaduto ieri tra Trapani e Siracusa: colpo esterno della Feralpisalò che si qualifica agli ottavi di finale dove ci sarà il Renate, che come abbiamo già visto ha eliminato la Giana Erminio. Senza gol la partita di Bassano, e dunque la lotteria dagli undici metri: il Bassano ha sbagliato le prime due conclusioni con Gashi e Salvi che non hanno nemmeno centrato lo specchio della porta, la Feralpisalò ha segnato con Magnino prima della risposta di Giordani (attaccante della Berretti dei veneti). Quando Jawo ha sparato alta la sua conclusione il Bassano ha potuto credere nella rimonta, ma Proia non ha inquadrato la porta. Altro errore degli ospiti con Alcibiade, ma Venitucci ha sciupato tutto facendo respingere la conclusione da Livieri che finalmente ha potuto festeggiare la qualificazione della sua Feralpi. Nel frattempo sta per iniziare il derby toscano tra il Pontedera e la Lucchese. (agg. di Claudio Franceschini) 

RENATE E PRATO AGLI OTTAVI

Renate e Prato si qualificano per gli ottavi della Coppa Italia Serie C, Bassano e Feralpisalò vanno ai tempi supplementari: questo quanto arriva dai primi risultati finali nel pomeriggio dedicato al torneo. Il Renate rispetta il pronostico ed elimina la Giana Erminio: dopo il primo tempo nel quale avevano segnato due gol, i padroni di casa hanno abbassato i ritmi e subito la rete ospite (autore Okyere), ma sono riusciti a tenere fino al termine - con brividi, perchè la Giana ha avuto una buona occasione al 94’ - proseguendo nella loro ottima stagione. A sorpresa invece la vittoria del Prato, che giocherà contro una tra Pontedera e Lucchese: il risultato non cambia più dopo la prima frazione, quella dei toscani è una vittoria meritata mentre la Reggiana di Sergio Eberini non riesce a dare continuità alla bella vittoria che aveva centrato in campionato contro il Ravenna, salutando il torneo. Al Mercante come detto siamo ai tempi supplementari, che sono appena iniziati: nè il Bassano nè la Feralpisalò sono riusciti a segnare. Adesso invece inizia la partita tra Viterbese e Teramo: nettamente favoriti i padroni di casa laziali, eppure mai dire mai visto anche quello che è successo al Mapei Stadium. (agg. di Claudio Franceschini) 

RENATE IN VANTAGGIO

Sono stati segnati cinque gol nei primi tempi della Coppa Italia Serie C: l’unica partita che non si è ancora sbloccata è quella di Bassano, dove i veneti padroni di casa sono inchiodati sullo 0-0 contro la Feralpisalò. Ottimo invece l’avvio del Renate, che nel derby contro la Giana Erminio ha trovato due gol nel giro di cinque minuti e, grazie a Ungaro e Musto, in questo momento ha un piede negli ottavi di finale confermando quanto di buono sta facendo in campionato, dove è in piena corsa per la promozione diretta anche se in questo momento si trova a inseguire il Padova. A sorpresa, al Mapei Stadium il Prato è avanti sulla Reggiana: i padroni di casa avevano anche segnato dopo 10 minuti con Chakir, ma i toscani hanno ribaltato con le reti di Rozzi e Vangi e stanno vivendo un pomeriggio diverso da quanto si vede in campionato, dove il recente 0-5 subito a Gorgonzola li ha relegati all’ultimo posto del girone A, scavalcati anche dal Gavorrano. Ora però dobbiamo tornare a dare la parola ai campi per i secondi tempi delle partite, che stanno per iniziare. (agg. di Claudio Franceschini) 

INIZIANO LE PARTITE

Eccoci al via delle prime tre partite che si giocano per i sedicesimi della Coppa Italia Serie C. Tra le squadre impegnate oggi troviamo anche cinque realtà che hanno iniziato questo torneo nei primi giorni di agosto, disputando i gironi eliminatori: il Prato, di cui abbiamo già parlato, era inserito nel girone E che ha superato con un 1-1 al Siena (gol di Marzorati) e la vittoria di Grosseto contro il Gavorrano (poi ripetuto in campionato, ma in casa) grazie a Liurni. Nel girone D c’era il Pontedera, che affronta la Lucchese: per i toscani roboante 4-0 al Modena con tripletta di Pesenti e sigillo di Luigi Grassi, autore anche del rigore con cui è stato espugnato il Melani di Pistoia per un girone a punteggio pieno. Sia Viterbese che Teramo, una contro l’altra all’Enrico Rocchi, arrivano dal primo turno: i laziali lo hanno superato vincendo 3-0 contro l’Arzachena (rigore di Vandeputte, reti di Ngissah e Tortori) e poi pareggiando in casa contro l’Olbia (Razzitti e Cenciarelli, che abbiamo ritrovato protagonisti anche in campionato), gli abruzzesi hanno vinto il girone G solo in virtù della differenza reti, con la doppietta di Tulli e il gol di Ilari (tutto nei primi 17 minuti) che hanno permesso di superare la Fermana che li aveva battuti 2-0, ma che poi ha perso 3-1 contro il Fondi. Infine il Catania, primo nel girone L: per gli etnei punteggio pieno non scontato, con un 3-2 in rimonta sulla Sicula Leonzio (reti di Curiale, Pozzebon e Russotto) prima di schiantare l’Akragas - sempre al Massimino - per 6-0, con doppietta di Ripa e gol singoli di Correia, Rossetti, Tedeschi e Mazzarani. Ora si gioca: diamo subito la parola ai campi, finalmente si comincia! (agg. di Claudio Franceschini) 

PRATO IN FORTE CRISI

Il Prato, tra le squadre che giocano oggi in Coppa Italia Serie C, è quella forse messa peggio di tutte: ultima in classifica nel girone A del campionato dalla scorsa domenica, quando è stato scavalcato dal Gavorrano che pure era partito perdendo le prime sette partite e ha dovuto aspettare la nona giornata per vincere la prima. Nel frattempo il Prato è stato capace di fare peggio: la partenza non era stata nemmeno malvagia, con 5 punti raccolti nelle prime quattro - e un 1-0 proprio ai grossetani, neopromossi - e un prezioso pareggio casalingo contro il Livorno che sta dominando il girone. Da lì in poi le cose sono peggiorate: in dieci partite il Prato non è più riuscito a vincere, ha prima avuto una serie di cinque sconfitte, poi altre tre nelle ultime cinque partite. Appena 3 punti in dieci gare, per un totale di 8: nonostante questo la società ha deciso di confermare Pasquale Catalano, scelto all’inizio dell’anno e dunque ancora in sella. A questo punto però le cose rischiano di complicarsi: già due volte, compresa domenica, il Prato ha incassato cinque gol in una partita e in una occasione ne ha subiti quattro, arrivando a quota 30 gol subiti. In casa i toscani fanno pure peggio: 15 le reti prese, numero uguale a quelle in trasferta dove però i gigliati hanno giocato due partite in più (4 gol a referto in otto gare lontane dal Lungobisenzio). Oggi per la Coppa Italia si va a Reggio Emilia: riuscirà il Prato a risalire la corrente prendendosi gli ottavi di finale del torneo, un obiettivo che potrebbe dare slancio anche in campionato? (agg. di Claudio Franceschini)

LA DELUSIONE ROSSOBLU

Non sono poche le squadre che, in campo oggi per i sedicesimi di Coppa Italia Serie C, hanno risultati non in linea con le aspettative. Tra queste c’è sicuramente la Casertana: una società che si trova in Serie C per la quinta stagione consecutiva - dopo il ripescaggio dalla D - e che è sempre stata altamente competitiva, tanto da chiudere quinta nel 2015 e quarta nel 2016, non riuscendo però a fare strada quando si è trattato di giocare i playoff. Già l’anno scorso la Casertana aveva avuto momenti difficili, ma si era comunque classificata nona raggiungendo la seconda fase degli spareggi (eliminata dall’Alessandria). In questa stagione la Casertana è partita con tre sconfitte nelle prime cinque partite, in cui ha raccolto 4 punti: dopo il ko di Trapani Cristiano Scazzola ha pagato per tutti lasciando il posto di allenatore a Luca D’Angelo, lo scorso anno a Bassano (esonerato a fine febbraio) e due stagioni prima ad Andria con tanto di settimo posto e difesa tra le migliori dell’intero campionato. Con lui la squadra non ha fatto troppi passi avanti: anzi, ha sì vinto due volte per 3-0 (a Cosenza e contro la Paganese) ma ha perso in altre quattro occasioni, raccogliendo 9 punti in nove partite. Da qualche settimana D’Angelo è tornato a giocare con la difesa a quattro già utilizzata da Scazzola: uno 4-3-2-1 con due trequartisti che ha fruttato 4 punti contro Paganese e Sicula Leonzio, ma la squadra è ancora penultima a +4 sul fanalino di coda Akragas. (agg. di Claudio Franceschini)

I MATCH GIA' DISPUTATI

Come avevamo già fatto ieri per la prima parte dei sedicesimi di Coppa Italia Serie C, andiamo a vedere quali sono le partite - tra quelle che si giocano in questo mercoledì - che sono già andate in scena in campionato. A differenza di ieri, ci sono sfide tra squadre che fanno parte di gironi diversi: dunque, soltanto due partite hanno avuto un precedente stagionale. Nel girone A il Pontedera e la Lucchese si sono già affrontate: in quello che è uno degli innumerevoli derby di Toscana che animano il gruppo, avevano giocato al Porta Elisa di Lucca per la seconda giornata, e la vittoria era andata ai padroni di casa che si erano imposti grazie al gol di Tommaso Arrigoni nel finale del primo tempo. Le altre due squadre ad aver già giocato una contro l’altra sono Catania e Cosenza: lo hanno fatto nel girone C lo scorso 30 settembre, per la sesta giornata. Eravamo al San Vito ma i lupi erano partiti malissimo, mentre gli etnei erano già nelle primissime posizioni della classifica: la partita aveva confermato l’andamento delle due realtà, con il Catania che infatti si era imposto in trasferta facendo bastare il gol, dopo 11 minuti, del solito Andrea Mazzarani. Tutte le altre partite del giorno sono degli inediti in questa stagione, dunque aumenteranno eventualmente il fattore sorpresa e imprevedibilità sui vari campi coinvolti nei sedicesimi di Coppa Italia. (agg. di Claudio Franceschini) 

IL PROGRAMMA

Archiviate le partite di martedì, la Coppa Italia Serie C 2017-2018 è pronta a tuffarsi in altre gare dei sedicesimi di finale: ricordiamo che si gioca in partita secca sui 90 minuti, dunque con la possibilità di arrivare ai tempi supplementari ed eventualmente anche ai calci di rigore per definire quali saranno le squadre qualificate. Andiamo subito a vedere quale sia il programma di oggi: si parte alle ore 14:30 con Bassano-Feralpisalò, Renate-Giana Erminio e Reggiana-Prato, si prosegue alle ore 16:30 con Viterbese-Teramo mentre alle ore 18:30 avremo Pontedera-Lucchese. Chiusura alle ore 20:30 con Casertana-Sambenedettese e Catania-Cosenza. 

IL BIG MATCH

Molto probabilmente la partita più attesa è quella del Rino Mercante, dove si affrontano il Bassano e la Feralpisalò: entrambe fanno parte del girone B di campionato, sono in leggera flessione ma stanno comunque onorando il loro torneo. In più, alla vigilia erano tra le squadre di prima fascia circa le possibilità di promozione in Serie B; peccato che i veneti non vincano da inizio ottobre e abbiano fatto solo 3 punti nelle ultime sette partite, vivendo una flessione molto simile a quella dello scorso anno (che però era arrivata più tardi). La Feralpisalò da qualche anno è nelle prime della classifica; i bresciani arrivano da due sconfitte nelle ultime tre partite ma in precedenza erano rimasti imbattuti per otto partite (14 punti totali) e avevano migliorato la loro situazione. Tra le squadre che si sfidano oggi in coppa sono sicuramente tra le migliori, e sicuramente questa è la partita che potremmo definire più incerta almeno per quanto riguarda il fattore campo, il grado di forza e il momento stagionale di tutte le protagoniste dei sedicesimi di finale. La speranza dunque è che ne venga fuori una bella sfida. 

LA GRANDE SORPRESA

Torna in campo anche il Renate, la grande sorpresa della stagione: l’anno scorso i lombardi avevano mancato i playoff all’ultimo, quest’anno hanno rotto gli indugi riuscendo anche a portarsi in testa al girone B con una partenza fatta di sei vittorie in 11 partite - una sola sconfitta. Vetta della classifica che è durata appena quattro giorni, il tempo di pareggiare a Vicenza e farsi scavalcare dal Padova, attuale capolista; il Renate di Roberto Cevoli ha prolungato la sua striscia positiva (non perde dal 10 settembre) ma ha pareggiato cinque delle ultime nove partite, perdendo un po’ di smalto. La scelta di tenere in panchina Guido Gomez (6 gol in campionato) nell’ultima partita contro il Teramo potrebbe significare che l’italo-argentino sarà titolare oggi: nel sentito derby contro la Giana Erminio (tra Meda e Gorgonzola ci sono circa 35 chilometri) il Renate va a caccia di un altro bel risultato che può anche dare slancio nella corsa verso una promozione diretta che a questo punto deve essere ricercata in maniera concreta. Occhio alla Giana però, che arriva dal 5-0 al Prato e appare in ripresa dopo un brutto avvio, nel quale non era riuscita a confermare quanto di buono fatto vedere l’anno scorso.

RISULTATI COPPA ITALIA SERIE C

RISULTATO FINALE Bassano-FERALPISALO' 1-2 dcr. Sequenza rigori: Gashi (B) alto, Gamarra (F) gol, Salvi (B) fuori, Magnino (F) gol, Giordani (B) gol, Jawo (F) alto, Proia (B) parato, Alcibiade (F) parato, Venitucci (B) parato

RISULTATO FINALE Reggiana-PRATO 1-2 - 10' Chakir (R), 25' Rozzi (P), 37' Vangi (P)

RISULTATO FINALE RENATE-Giana Erminio 2-0 - 29' Ungaro (R), 34' Musto (R), 67' Okyere (G)

RISULTATO FINALE VITERBESE-Teramo 3-2 dcr. Sequenza rigori: Musacci (V) gol, Bacio Terracino (T) gol, Tortori (V) parato, Varas (T) parato, Sini (V) parato, Paolucci (T) gol, Vandeputte (V) gol, Pietrantonio (T) fuori, Kabashi (V) gol, Faggioli (T) parato

RISULTATO FINALE PONTEDERA-Lucchese 1-0 - 85' R. Bonaventura

SUPPLEMENTARI Casertana-Sambenedettese 1-1 - 9' Di Pasquale (S), 65' Alfageme (C)

RISULTATO FINALE Catania-COSENZA 1-2 - 56' Liguori (Co), 75' Liguori (Co), 78' Russotto (Ca)

© Riproduzione Riservata.