BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Risultati Champions League / Classifiche aggiornate: Napoli eliminato, avanza lo Shakhtar. Liverpool forza 7!

Risultati Champions League: classifiche aggiornate, diretta gol live score. Napoli eliminato con la sconfitta in Olanda e la vittoria dello Shakhtar, il Liverpool segna sette gol a Carrera

Risultati Champions League, 6^ giornata (Foto LaPresse)Risultati Champions League, 6^ giornata (Foto LaPresse)

Le partite di Champions League sono terminate, e purtroppo è tutto come da copione: Liverpool, Siviglia, Shakhtar Donetsk e Porto sono le ultime squadre che si iscrivono alla lista delle qualificate in Champions League. Purtroppo, perchè in questo elenco non compare il Napoli: i partenopei retrocedono invece in Europa League con il terzo posto nel girone, avendo mollato gli ormeggi dopo i risultati del primo tempo. Un Napoli al quale forse sarebbe bastato pareggiare in Ucraina a settembre per avere le motivazioni giuste per la partita di questa sera; così non è andata e lunedì i partenopei saranno comunque nelle urne dei sorteggi, ma in quello dei sedicesimi di un’Europa League da giocare come favoriti o quasi. Nelle altre partite è spettacolo: come detto viene abbattuto il record di gol della fase a gironi di Champions League, con il Liverpool che trova anche il sesto e il settimo gol contro il malcapitato Spartak Mosca e il Siviglia che con il redivivo Ganso piega alla fine la resistenza del Maribor, per un risultato comunque ininfluente visto che il ko dello Spartak gli aveva già regalato il secondo posto e quindi gli ottavi. Il Tottenham frena nel secondo tempo pensando al campionato, ma segna comunque il terzo gol e chiude con la soddisfazione di non aver mai perso nella prima fase; sarà un cliente scomodo agli ottavi, potrebbe incrociare il cammino della Juventus che è comunque contenta di avere evitato il Real Madrid. Bel momento a Porto dove i tifosi locali festeggiano gli ottavi e trovano anche il tempo di dedicare una standing ovation al grande ex Radamel Falcao che segna il 2-4 per un Monaco che, sette mesi dopo aver giocato la semifinale di Champions, abbandona mestamente l’Europa con due pareggi in sei partite. Oltre al Napoli in Europa League finiscono Spartak Mosca, Lipsia e Borussia Dortmund: c’è materiale per un grande torneo anche se sarà quello “minore”, ricordiamo che già ieri erano retrocesse Cska Mosca, Celtic, Atletico Madrid e Sporting Lisbona. Appuntamento quindi a lunedì per il sorteggio. (agg. di Claudio Franceschini) RISULTATI E CLASSIFICHE CHAMPIONS LEAGUE (6^ GIORNATA)

RECORD DI GOL NEI GIRONI

Le prime reti nei secondi tempi di Champions League regalano un record: mai si era segnato così tanto in una fase a gironi del torneo e dobbiamo tornare addirittura al 2000 per trovare la seconda miglior statistica in questo senso. Il gol dell’aggancio è quello con cui Pierre-Emerick Aubameyang pareggia contro il Real Madrid, archiviando di fatto la discesa in Europa League per il Borussia Dortmund; quello del sorpasso è di Philippe Coutinho e rappresenta la sua tripletta personale contro uno Spartak Mosca che a questo punto si accontenta definitivamente dell’Europa League, anche perchè appena prima una magnifica azione corale del Liverpool aveva portato al 4-0 di Sadio Mané. Dunque i Reds festeggiano il primo posto nel girone E, e di fatto diventano l’ultima squadra in ordine cronologico a prendersi la vittoria del gruppo; purtroppo per i tifosi del Napoli e per noi italiani la situazione non è cambiata nè a Rotterdam nè tantomeno a Kharkiv, lo Shakhtar Donetsk è sempre in vantaggio per 2-0 sul Manchester City e quindi se anche i partenopei ritrovassero il vantaggio contro il Feyenoord avrebbero sempre bisogno di tre gol della squadra di Guardiola, con il tempo che però si avvia sempre più velocemente verso il triplice fischio dell’arbitro. Intanto al Monaco è stato assegnato un rigore al Do Dragao: lo segna Kamil Glik, ma nell’economia della partita e quindi del girone G non cambia alcunchè, anche perchè cinque minuti più tardi Alex Telles fa 4-1. (agg. di Claudio Franceschini)

INTERVALLO: TANTI GOL, NAPOLI QUASI FUORI

Ci si diverte con i risultati di Champions League, nella serata conclusiva dei gironi: a dire il vero con l’animo un po’ deluso per il 2-0 che lo Shakhtar Donetsk rifila al Manchester City in pochi minuti (Bernard e Ismaily), allontanando dagli ottavi un Napoli che per di più ha anche subito il gol del pareggio dal Feyenoord a firma Nicolai Jorgensen. Sugli altri campi si segna a raffica o quasi: nel girone E non cambia nulla e dunque al momento Liverpool primo nel girone e Siviglia secondo, con lo Spartak Mosca comunque in Europa League. Nel girone G il Porto raddoppia con la doppietta dell’ex Vincent Aboubakar e fa tris con Racine Brahimi ed ha un piede e mezzo negli ottavi di finale, anche perchè il Besiktas mantiene il suo vantaggio alla Red Bull Arena. Nel girone H, con qualificazione già ottenuta e posizioni fisse, Real Madrid (che subisce il gol di Pierre-Emerick Aubameyang) e Tottenham fanno festa: anche gli Spurs fanno 2-0 sull’Apoel con i gol di Fernando Llorente e Son Heung-Min. Con questi risultati il Borussia Dortmund andrebbe in Europa League solo per la differenza reti nel girone: i gialloneri dovrebbero perdere 10-1 contro i campioni d’Europa in carica per subire il sorpasso dall’Apoel Nicosia. Tanti gol e siamo solo nei primi tempi: non vediamo l’ora di vivere anche la ripresa per stare a vedere come andranno queste partite. (agg. di Claudio Franceschini)

IL NAPOLI SUBITO IN VANTAGGIO

Il Napoli non poteva sperare in un migliore inizio di partita: allo Stadion Feijenoord arriva il gol di Piotr Zielinski dopo appena due minuti di gioco. Il polacco, che questa sera prende il posto di Lorenzo Insigne anche come ruolo, sblocca immediatamente la partita e la mette in discesa. Dunque la sensazione è che la partita in Olanda sia archiviata o quasi, anche perchè il Feyenoord ha ben poco interesse; bisogna però attendere notizie positive da Kharkiv, dove lo Shakhtar Donetsk ha chiaramente molte più motivazioni e ha già sfiorato il gol del vantaggio. Altre partite si sono sbloccate: a Madrid apre Borja Mayoral e rifinisce Cristiano Ronaldo, che centra un altro record avendo segnato in ogni singola partita di questo girone. A Porto il gol di Vincent Aboubakar spinge i Dragoni agli ottavi di finale allontanandovi il Lipsia, che per di più è sotto in casa contro il Besiktas per effetto del rigore trasformato da Alvaro Negredo. Cambiano le cose anche nel girone E: il Liverpool con la doppietta di Philippe Coutinho e il tris di Roberto Firmino (tutto in 19 minuti) affonda lo Spartak Mosca ed è sempre più vicino agli ottavi e anche al primo posto nel girone, perchè clamorosamente a Maribor i padroni di casa si portano in vantaggio contro il Siviglia grazie a Marcos Tavares. Visto l’esito della partita di Anfield gli andalusi sono piuttosto al sicuro, e sapendo di poter evitare il Barcellona in un ipotetico ottavo forse il secondo posto non sarebbe nemmeno troppo peggio del primo. (agg. di Claudio Franceschini)

INIZIANO LE PARTITE

Tutto è pronto per il fischio d’inizio delle ultime otto partite della fase a gironi di Champions League: fra pochi minuti infatti i gironi E, F, G e H scenderanno in campo per vivere la loro sesta giornata ed emettere tutti i verdetti. Spendiamo adesso qualche parola per il Napoli, che si trova purtroppo in una situazione non facile: gli azzurri infatti sono costretti a vincere in casa contro il Feyenoord (ultimo e già eliminato), ma pure in questo caso dovranno sperare in una vittoria del Manchester City in Ucraina contro lo Shakhtar Donetsk. Gli inglesi sono già qualificati agli ottavi e pure già certi del primato nel girone, per di più giocare a dicembre in Ucraina con fischio d’inizio alle ore 21.45 locali non è di certo particolarmente affascinante se si tratta di una partita nella quale di fatto per il City il primo obiettivo sarà non avere infortunati. Spetterà alla squadra di Pep Guardiola smentire queste previsioni non particolarmente incoraggianti - e senza alcun intento polemico, complimenti al City che ha fatto in modo di vivere questa insidiosa trasferta come se fosse un’amichevole, mentre il Napoli certamente si è complicato la vita. Adesso però non è più il tempo di calcoli e ragionamenti: si scende in campo ed infondo è meglio così, che lo spettacolo abbia inizio! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DUELLO A DISTANZA

Porto e Lipsia condividono il secondo posto nel girone G di Champions League, dove per il resto sono già decise le altre posizioni, con il Besiktas primo e il Monaco ultimo e già eliminato. Resta dunque da decidere fra i portoghesi e i tedeschi chi arriverà secondo e chi terzo, piazzamenti che sono naturalmente molto diversi. Porto e Lipsia dunque al momento condividono il secondo posto a quota 7 punti e giocheranno in casa rispettivamente contro Monaco e Besiktas: al di là delle situazioni molto diverse in classifica di monegaschi e turchi, è chiaro che nessuna di queste due squadre abbia particolari motivazioni e di conseguenza la pressione sia tutta sulle due compagini che inseguono il secondo posto. Va allora detto chi arriverebbe davanti in caso di arrivo a pari punti: il vantaggio degli scontri diretti va al Porto, che ha perso per 3-2 in Germania ma all’Estadio do Dragao ha avuto la meglio per 3-1 sul Lipsia. Dunque questo golletto di differenza negli scontri diretti potrebbe rivestire questa sera un’importanza fondamentale per i lusitani, vedremo cosa ci diranno i campi… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

I DUE FLOP

Monaco e Borussia Dortmund condividono il poco prestigioso “titolo” di squadre flop dei quattro giorni di Champions League in campo oggi. I campioni di Francia in carica, che nella scorsa primavera raggiunsero una fantastica semifinale, adesso sono ultimi nel girone G e già fuori da tutto con una giornata d’anticipo, essendo per i monegaschi impossibile sperare anche soltanto nel terzo posto. Un crollo che fa rumore: il Monaco ha venduto tanto in estate e si poteva mettere in conto che l’exploit sarebbe stato irripetibile, ma da qui a pensare di trovarli all’ultimo posto di un girone non irresistibile ce ne corre… Il Borussia Dortmund invece se non altro può usare come alibi un girone come Tottenham e Real Madrid, che però regge pochissimo: i tedeschi infatti hanno raccolto solamente 2 punti nelle prime cinque giornate, grazie ad altrettanti pareggi con i ciprioti dell’Apoel Nicosia ai quali adesso contenderanno almeno il terzo posto e quindi il passaggio in Europa League, mentre non hanno mai visto nemmeno con il binocolo le altre due big. L’unica minima consolazione è che a parità di punti il terzo posto andrebbe proprio al Borussia, ma il flop è indiscutibile. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL GIRONE PIU' INCERTO

Il girone E è sicuramente il più incerto fra i quattro che questa sera completeranno la fase a gironi di questa Champions League. La classifica ci parla di un Liverpool al primo posto a quota 9 punti, seguito dal Siviglia secondo con 8 punti e poi al terzo posto ecco lo Spartak Mosca con 6 punti. Solo il Maribor è tagliato fuori da tutto essendo ultimo con 2 punti, ottenuti con altrettanti pareggi contro i russi: lo Spartak Mosca dunque rischia di pagare a caro prezzo l’incapacità di battere gli sloveni, aspetto che dovrebbe fare la differenza in un contesto altrimenti equilibratissimo con Liverpool e Siviglia. Gli spagnoli saranno di scena questa sera proprio a Maribor e ovviamente dovranno evitare passi falsi per approfittare nel migliore dei modi della partita di Anfield Road, dove il Liverpool ospiterà lo Spartak Mosca potendo fare affidamento su due risultati su tre, ma anche consapevole del fatto che una sconfitta casalinga segnerebbe quasi certamente un clamoroso crollo dal primo al terzo posto. Una situazione comunque affascinante, che meriterà di essere seguita minuto per minuto! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

CHAMPIONS LEAGUE, 6^ GIORNATA

Eccoci arrivati all’ultima giornata della fase a giorni di Champions League 2017-2018: oggi mercoledì 6 dicembre si completa infatti il sesto e ultimo turno anche dei quattro gironi che non sono scesi in campo ieri e di conseguenza si completerà in modo definitivo il quadro delle sedici squadre qualificate agli ottavi di finale, oltre che delle terze classificate che passeranno da febbraio in Europa League. Tutte le partite sono alle ore 20:45 per garantire la contemporaneità, andiamo dunque a ricordare tutto quello che ci attende: per il girone E si giocano Liverpool-Spartak Mosca e Maribor-Sivigilia; per il girone F avremo Shakhtar Donetsk-Manchester City e Feyenoord-Napoli, mentre nel girone G sono di scena Porto-Monaco e Lipsia-Besiktas, infine per il girone H ecco Tottenham-Apoel Nicosia e Real Madrid-Borussia Dortmund.

L’ITALIANA

Le squadre già qualificate agli ottavi di finale nei giorni che scenderanno in campo oggi sono quattro: Manchester City, Besiktas, Tottenham e Real Madrid, con i turchi e le due squadre inglesi che sono già certe del primo posto nei rispettivi gironi e il Real Madrid che invece è certo del secondo posto alle spalle degli Spurs. In ottica italiana, ci interessa particolarmente il Manchester City, perché il Napoli ha bisogno di una vittoria della squadra di Pep Guardiola in Ucraina unita a un proprio successo sul campo del Feyenoord per agganciare lo Shakhtar Donetsk ma superarlo al secondo posto in classifica grazie al vantaggio negli scontri diretti conquistato grazie al 3-0 di due settimane fa al San Paolo. Dunque c’è una sola combinazione che promuoverebbe agli ottavi di Champions League il Napoli: non è un’impresa impossibile, perché in ogni partita serve la vittoria della squadra più forte, tuttavia è chiaro che sarebbe stato meglio evitare di ritrovarsi a -3 dal secondo posto, perché la trasferta in Ucraina per tanti motivi (dal clima alle scarse motivazioni) non sarà così facile per il Manchester City, da cui dipende la squadra di Maurizio Sarri.

LE SQUADRE QUALIFICATE

Torniamo però adesso alle squadre già qualificate per rendere onore in particolare a Tottenham e Besiktas. Gli Spurs erano inseriti in uno dei gironi sulla carta più difficili di questa Champions League, con Real Madrid e Borussia Dortmund. I tedeschi hanno tradito le attese e adesso al massimo sperano nel terzo posto, ma questo non toglie nulla all’ottimo girone del Tottenham, che ha conquistato con enorme anticipo la qualificazione agli ottavi di finale e ha pure già blindato il primo posto, grazie al vantaggio negli scontri diretti che risulterebbe decisivo anche nel caso in cui il Real Madrid dovesse firmare l’aggancio in termini di punti. Il Besiktas aveva un girone meno difficile, ma di certo non erano i turchi la squadra più quotata: ebbene, con tanti saluti alle previsioni di inizio stagione e in particolare al Monaco, ecco che la formazione di Istanbul è già certa non solo degli ottavi ma anche del primo posto, nonostante ci siano ancora 90 minuti da giocare.

RISULTATI CHAMPIONS LEAGUE 2017-2018

GIRONE E

RiSULTATO FINALE Liverpool-Spartak Mosca 7-0 - 4' rig. Coutinho, 15' Coutinho, 19' Firmino, 47' S. Mane, 50' Coutinho, 76' S. Mané, 86' Salah (L)

RiSULTATO FINALE Maribor-Siviglia 1-1 - 10' M. Tavares (M), 76' Ganso

CLASSIFICA: LIVERPOOL 12; SIVIGLIA 9; Spartak Mosca 7; Maribor 3.

GIRONE F

RISULTATO FINALE Shakhtar Donetsk-Manchester City 2-1 - 26' Bernard (S), 32' Ismaily (S), 92' rig. Aguero (M)

RISULTATO FINALE Feyenoord-Napoli 2-1 - 2' Zielinski (N), 33' N. Jorgensen (F), 91' St. Juste (F)

CLASSIFICA: MANCHESTER CITY 15; SHAKHTAR DONETSK 12; Napoli 6; Feyenoord 3.

GIRONE G

RISULTATO FINALE Porto-Monaco 5-2 - 9' Aboubakar (P), 33' Aboubakar (P), 45' Brahimi (P), 61' rig. Glik (M), 66' Telles (P), 78' R. Falcao (M), 88' Soares (P). Note: 38' esp. Felipe (P)

RISULTATO FINALE Lipsia-Besiktas 1-2 - 10' rig. Negredo (B), 87' N. Keita (L), 90' Talisca (B)

CLASSIFICA: BESIKTAS 14; PORTO 10; Lipsia 7; Monaco 2.

GIRONE H

RISULTATO FINALE Tottenham-Apoel Nicosia 3-0 - 20' F. Llorente, 37' Son Heung-Min, 80' N'Koudou

RISULTATO FINALE Real Madrid-Borussia Dortmund 3-2 - 9' Borja Mayoral (R), 12' Cristiano Ronaldo (R), 43' Aubameyang (B), 48' Aubameyang (B), 81' Lucas Vazquez (R)

CLASSIFICA: TOTTENHAM 16; REAL MADRID 13; Borussia Dortmund, Apoel Nicosia 2

© Riproduzione Riservata.