BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni/ Rijeka Milan: quote e ultime novità live, l'importanza di Romagnoli (Europa League)

Probabili formazioni Rijeka Milan: quote, le ultime notizie live sui moduli e i titolari per le due squadre che si affrontano in Europa League, sesta giornata del girone D

Probabili formazioni Rijeka Milan (Foto LaPresse)Probabili formazioni Rijeka Milan (Foto LaPresse)

Si può notare facilmente nelle probabili formazioni di Rijeka Milan che la difesa è il reparto meno stravolto da Gennaro Gattuso, che si porta in Croazia praticamente tutti i difensori possibili senza affidarsi troppo ai ragazzi della Primavera che conosce benissimo, come ha fatto per centrocampo e attacco. Questo di conseguenza ci dice che i principali ballottaggi rossoneri dovrebbero riguardare appunto la retroguardia, ma con Alessio Romagnoli favorito per un semplice motivo: il numero 13 rossonero sarà infatti squalificato per la prossima partita di campionato contro il Bologna a causa dell’espulsione rimediata domenica scorsa contro il Benevento, uno dei motivi che hanno indotto Gattuso ad abbassare (troppo) il baricentro della squadra, ponendo di fatto le basi per il clamoroso epilogo che ha reso celebre nel mondo il nome del portiere Brignoli. Anche Romagnoli ha dunque indirettamente contribuito al pessimo epilogo della partita e per riscattarsi subito ha questa partita di Europa League, dove finora ha giocato circa la metà delle partite, a testimonianza del turnover in Coppa portato avanti da Vincenzo Montella ma che oggi riguarderà altri nella retroguardia rossonera. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DONNARUMMA NEMMENO CONVOCATO

Nelle probabili formazioni di Rijeka Milan spicca l’assenza di Gianluigi Donnarumma, che non è stato nemmeno convocato. Ci potrebbe dunque essere una chance di scendere in campo per il fratello Antonio, ma in realtà la soluzione più probabile per la porta rossonera è quella che porta a Marco Storari. Un vero e proprio balzo generazionale: Gigio è nato nel 1999, Storari invece è un classe 1977 che in effetti in questi mesi sta facendo soprattutto da mentore per il giovanissimo portiere titolare dei rossoneri. Storari d’altronde in carriera ha vissuto esperienze di tutti i tipi, ha conosciuto le categorie inferiori prima di affermarsi ad alto livello, giungendo per la prima volta al Milan nel gennaio 2007 e festeggiando così l’ultima Champions League dei rossoneri, indossando poi diverse altre maglie tra cui in particolare quelle del Cagliari (79 presenze in due diversi periodi), della Sampdoria nell’anno del quarto posto doriano e soprattutto della Juventus per ben cinque anni come vice Buffon dal 2010 al 2015 prima di tornare al Milan nel gennaio di quest’anno, raccogliendo però una sola presenza contro lo Shkendija nei preliminari di agosto. Oggi però potremmo di nuovo vedere in campo il veterano. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LA COPPIA GOL

Molti cambiamenti fra i rossoneri nelle probabili formazioni di Rijeka Milan, tranne che in attacco, dove ci attendiamo la coppia formata da André Silva e Cutrone. Per il portoghese finora l’Europa League è stata la panacea di tutti i mali: nemmeno un gol in campionato, se il classe 1995 non è ancora diventato un caso lo deve ai ben 8 gol segnati in Coppa a partire dai preliminari contro lo Shkendija (doppietta) e poi con 6 reti nel girone di cui ben 5 all’Austria Vienna (tripletta all’andata e doppietta al ritorno) più un gol segnato proprio ai croati del Rijeka nella pazza partita d’andata, che però fu risolta in extremis dal compagno di reparto Patrick Cutrone. Il classe 1998 cresciuto nel vivaio rossonero ha avuto un ottimo impatto in prima squadra: per lui anche 2 gol in campionato contro Crotone e Cagliari, anche se entrambi ad agosto, ma soprattutto ben 5 in Europa League: nei preliminari uno al Craiova e uno allo Shkendija, poi ecco il già citato gol risolutivo nel recupero con i croati ed infine la doppietta di due settimane fa contro l’Austria Vienna, in un match nel quale lui e Silva hanno segnato 4 gol in due. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

VECCHIE CONOSCENZE

Nelle probabili formazioni di Rijeka Milan spicca il fatto che numerosi giocatori della squadra croata vantino trascorsi in Italia. Ne citiamo quanto meno tre: ad esempio il difensore croato Josip Elez, acquistato dalla Lazio a soli 19 anni nell’estate 2013: giocò una stagione con la Primavera della Lazio vincendo anche la Coppa Italia di categoria, poi passò per sei mesi in prestito al Grosseto in Lega Pro prima di lasciare l’Italia giocando nell’Honved e nell’Aarhus prima di arrivare al Rijeka, eppure fino all’estate 2017 il suo cartellino è stato di proprietà sempre della Lazio, che dunque l’ha venduto ai croati solo pochi mesi fa. Molto più significativa l’esperienza italiana del connazionale Dario Zuparic, che ha indossato la maglia del Pescara per ben tre anni e mezzo dall’estate 2013 al gennaio 2017 con un totale di 106 presenze in partite ufficiali e un gol con la maglia degli abruzzesi, salutati nello scorso inverno per passare al Rijeka ma in prestito, dunque Zuparic è ancora di proprietà della società italiana. Infine il ghanese Maxwell Acosty, centrocampista che ha passato praticamente tutta la sua carriera in Italia con Reggiana, Fiorentina, Juve Stabia, Chievo, Carpi, Modena, Latina e Crotone (23 presenze anche in Serie A fra Fiorentina, Chievo e Crotone) prima di passare a fine agiosto di quest’anno al Rijeka portandosi dietro una grandissima esperienza nel nostro calcio. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LE ULTIME NOTIZIE

Rijeka Milan si gioca stasera alle ore 19.00: siamo all’ultima partita del girone D di Europa League 2017-2018 e in palio non c’è alcunché di concreto, visto che per il Milan è già certa la qualificazione ai sedicesimi di Europa League con tanto di primo posto nel girone, mentre il Rijeka è già eliminato. Eppure la partita potrebbe avere una certa importanza, perché il momento dei rossoneri è decisamente difficile e dunque serve una vittoria per aumentare il morale e per dare a Gennaro Gattuso il primo successo sulla panchina della prima squadra dopo il clamoroso finale di Benevento. Andiamo quindi a vedere in che modo i due allenatori potrebbero schierare le loro squadre sul terreno di gioco, analizzando in maniera più approfondita le probabili formazioni di Rijeka Milan.

QUOTE E PRONOSTICO

Secondo le quote che ha fornito l'agenzia di scommesse Snai per Rijeka Milan i rossoneri sono favoriti ma il pronostico è incerto. Il segno 1 per la vittoria dei croati è quotato a 3,25, per il pareggio (segno X) la quota è invece di 3,40, infine il colpaccio del Milan (segno 2) pagherebbe 2,20 volte la posta in palio.

PROBABILI FORMAZIONI RIJEKA MILAN

LE SCELTE DI KEK

Misic è ancora squalificato, ma soprattutto questa partita conta ormai poco: per questo motivo il Rijeka potrebbe fare un po’ di turnover, mandando in campo qualche seconda linea. I principali indiziati sono soprattutto nel reparto avanzato: Kvrzic sgomita per una maglia da esterno che contende ad Acosty, mentre Gorgon si è guadagnato la titolarità con la doppietta segnata ad Atene. Da prima punta dovrebbe esserci Gavranovic con Puljic che resta preallertato; a centrocampo invece dovrebbe essere dato spazio ancora ai soliti tre, a meno che Matei non vada a giocare come regista davanti alla difesa. In caso contrario vedremo ancora il capitano Males, con Brdaric e Pavicic che saranno le mezzali che agiranno ai suoi lati. Possibili cambi in difesa: Mavrias può sostituire Vesovic a destra, Pucec punta una maglia da centrale con Elez e Zuparic che però restano favoriti, così come Zuta sulla corsia sinistra. In porta Prskalo è il titolare, ma l’ex Juventus Primavera Sluga potrebbe avere spazio in questa partita.

I DUBBI DI GATTUSO

Gennaro Gattuso sceglierà una formazione largamente sperimentale, come si è potuto già capire dall’elenco dei convocati per questa trasferta croata. In porta dovremmo vedere Storari, a meno che venga schierato Antonio Donnarumma, giunto a Milanello in estate nel noto caso di calciomercato che ha coinvolto il fratello Gigio. In difesa ci sarà Romagnoli che in campionato è squalificato, con lui potrebbero trovare spazio Zapata e Bonucci, ma anche Musacchio è una valida soluzione. Cambiano le corsie: fuori Borini e Ricardo Rodriguez nemmeno convocati, dentro Abate e Antonelli. In mediana dovremmo rivedere titolare Lucas Biglia, che potrebbe essere affiancato sia da Montolivo sia da Locatelli per un centrocampo che punterebbe più sulla qualità e le geometrie che sulla quantità e l’aspetto fisico. In attacco non ci attendiamo novità, il tandem offensivo sarà quello solito di Europa League e cioè la coppia André Silva-Cutrone.

PROBABILI FORMAZIONI RIJEKA MILAN: IL TABELLINO

RIJEKA (4-3-3): 32 Prskalo; 35 Mavrias, 18 Elez, 13 Zuparic, 8 Zuta; 28 Brdaric, 26 Males, 24 Pavicic; 7 Kvrzic, 17 Gavranovic, 20 Gorgon. Allenatore: Matjaz Kek.

A disposizione: 12 Sluga, 29 Vesovic, 4 Puncec, 14 Acosty, 10 Matei, 11 Crnic, 21 Puljic.

Squalificati: Misic.

Indisponibili: -

MILAN (3-5-2): 30 Storari; 17 C. Zapata, 19 Bonucci, 13 Romagnoli; 20 Abate, 18 Montolivo, 21 Biglia, 73 Locatelli, 31 Antonelli; 9 André Silva, 63 Cutrone. Allenatore: Gennaro Gattuso.

A disposizione: 90 A. Donnarumma, 22 Musacchio, 2 Calabria, 29 Paletta, 46 Gabbia, 45 Zanellato, - Forte.

Squalificati: -

Indisponibili: A. Conti, Calhanoglu.

© Riproduzione Riservata.